Dove dormire a Mosca

Mosca ha una conformazione particolare: si estende su una pianta ad anelli concentrici, che hanno il loro epicentro nel Cremlino. L’anello centrale e quello più importante, Bul’varnoe Kol’co (Boulevard Ring) segue il tracciato dell’antica cinta muraria e qui si concentrano le principali attrazioni e gli edifici storici della città, mentre il secondo anello Sadovoe Kol’co (Garden Ring) ospita i maggiori musei di Mosca. Ogni anello racchiude vari quartieri che offrono diverse atmosfere, sistemazioni e spunti per divertirsi alla sera. Individuare la zona più adatta non è solo una questione di gusti: Mosca è una delle capitali più care al mondo, ma se avete un budget limitato alcuni quartieri sono da preferire rispetto ad altri. In questa guida alle zone della città troverete tutte le informazioni per scegliere il quartiere migliore per le vostre vacanze.

Kitai-Gorod

Il quartiere centrale di Mosca si trova a est del Cremlino, delimitato dalla famosa Piazza Rossa, e racchiude le principali attrazioni della città, accanto ad alcuni musei, chiese imponenti e i resti delle antiche mura della città.  Lungo il viale Ulitsa Varvarka, l’arteria principale di Kitai-Gorod, è l’ideale per una passeggiata tra boutique, bar e ristoranti. Questo quartiere è perfetto per una prima vacanza a Mosca e per chi desidera essere al centro della scena, avendo tutto a pochi passi e con i mezzi pubblici potete spostarvi comodamente verso altri quartieri della città.

La variegata offerta di sistemazioni spazia dagli hotel a 5 stelle alle strutture più semplici e a buon mercato, con piccoli ostelli incastonati nelle vie laterali per i giovani che puntano al risparmio.

Tverskoy

A nord-ovest del Cremlino trovate il quartiere di Tverskoy, conosciuto soprattutto per la famosa strada Tsverskaya, che rappresenta un po’ quello che per New York è la Fifth Avenue, ovvero il viale dello shopping costellato da boutique di lusso dei marchi più prestigiosi. Tutt’intorno si trovano anche hotel di classe delle maggiori catene internazionali, come Marriott e Intercontinental, tra i più costosi della città. Se amate lo shopping e non avete problemi di budget, questa è la zona ideale e sarete vicinissimi alle principali attrazioni della città, tra cui anche la Piazza Rossa che delimita il quartiere a sud; le 14 stazioni della metro che punteggiano la zona, la rendono un’ottima base per girare in città.

Tverskoy è anche il distretto dei teatri della città: ne conta più di 20, a cui si aggiunge la Pushkin Concert Hall and Cinema, che ogni anno ospita la rassegna cinematografica Moscow International Film festival.

Arbat

A ovest del Cremlino, raccolto intorno a Old Arbat, una delle più antiche strade di Mosca, questo quartiere offre il perfetto connubio di tradizioni e modernità: gli edifici storici affiancano i negozi di souvenir e i centri commerciali, mentre sulla strada gli artigiani espongono le loro opere. Un tempo questo era il quartiere in cui vivevano gli aristocratici e gli artisti, e oggi molte dimore eleganti sono diventati hotel e B&B, mente le case di poeti e scrittori sono state trasformate in musei. La via Arbat è divisa in due parti: la vecchia Arbat è isola pedonale ed è una delle attrattive turistiche più famose di Mosca, mentre il tratto più moderno è invece dominato da  grattacieli che ospitano hotel di lusso, mentre nelle vie laterali si trovano sistemazioni a prezzi più contenuti.

Non mancano ottimi bar e ristoranti dove tuffarsi nei sapori della cucina russa. Arbat è un’ottima zona per esplorare la città ed essendo ben servita dalla metro, da qui potete facilmente raggiungere gli altri quartieri della città.

Partizanskaya

Un po’ defilato rispetto al centro, questo quartiere è particolarmente consigliato a chi vuole risparmiare, predilige un’atmosfera più tranquilla e ha a disposizione diversi giorni per visitare la città.  Si trova ad est del centro, a circa 20 minuti in metropolitana, e racchiude alcune attrazioni   come l’enorme mercato di Izmailovo dove fare incetta di souvenir e il parco Izmaylovsky, una vasta area verde ricca di sentierini in cui passeggiare e bellissimi laghi.

Gli alberghi qui sono collocati all’interno di enormi palazzoni, con prezzi molto più bassi rispetto al centro.

Zamoskvorechye

Questo quartiere si trova a sud del centro storico, da cui è separato dal fiume Moscova. Basta percorrere il ponte Bolshoj Moskvoretsky per raggiungere Zamoskvorechye, che offre un clima completamente diverso dal resto della città, con i suoi ritmi rilassati, i paesaggi verdi del Gori Park, le dimore eleganti e le chiese dai profili più modesti rispetto alle imponenti cattedrali del centro.

Prima di diventare un quartiere industriale nel 1900, Zamoskvarechye era abitato da artisti e artigiani, un’eredità che non è andata persa: il quartiere conserva ancora oggi una forte atmosfera  creativa e ospita il più antico museo d’arte del Paese, la Tretyakov Gallery.  L’offerta di hotel della zona è certamente inferiore rispetto a quartieri più turistici, ma al tempo stesso i prezzi sono più bassi e le varie stazioni della metro consentono di spostarsi rapidamente in città.