Cosa vedere a San Pietroburgo

San Pietroburgo è considerata la capitale culturale della Russia: numerosi musei e palazzi ospitano alcuni dei migliori musei al mondo. Il numero di attrazioni può spaesare chi si trova alle prese con una prima visita alla città. Se avete poco tempo o volete semplicemente assicurarvi di cogliere il meglio della città, queste sono le principali attrazioni da non perdere a San Pietroburgo.

Il Museo dell’Ermitage (Palazzo d’Inverno)

Senza dubbio l’Ermitage è l’attrazione turistica più famosa di San Pietroburgo e universalmente riconosciuta come uno dei più grandi tesori d’arte e antichità del mondo.

Oggi il Museo dell’Ermitage è dislocato su diversi siti, ma la maggior parte dei visitatori si limita alla principale collezione ospitata all’interno del Palazzo d’Inverno. Qui troverete non solo secoli di belle arti europee e una vasta collezione di antichità greche e romane, ma anche sorprendenti sale ricche di decori dove un tempo abitava la famiglia imperiale russa.

Teatro Mariinsky

Palazzo imperiale Mariinsky a San Pietroburgo.
Palazzo imperiale Mariinsky a San Pietroburgo.
L’altra istituzione culturale di fama internazionale di San Pietroburgo, e per alcuni visitatori un’attrazione ancora più grande dell’Ermitage, il Teatro Mariinsky è diventato il teatro musicale indiscusso della Russia moderna. Famoso per l’impeccabile disciplina e devozione alla tradizione della sua compagnia di balletto è stato il trampolino di lancio di star internazionali del balletto e dell’opera tra cui Ulyana Lopatkina, Diana Vishneva e Anna Netrebko. Oggi il Teatro Mariinsky non è solo un luogo di classe mondiale per balletto, opera e concerti di musica classica: la maggior parte dei visitatori restano meravigliati di fronte agli interni riccamente decorati del teatro principale.

Fortezza di Pietro e Paolo

La posizione strategica di una delle prigioni storiche più famose della Russia, la Fortezza di Pietro e Paolo, la rende una delle cose assolutamente da vedere a San Pietroburgo. La Fortezza di Pietro e Paolo rappresenta inoltre il luogo in cui è iniziata la città di San Pietroburgo e ospita inoltre diverse attrattive, tra cui il Museo della Prigione e la Cattedrale di Pietro e Paolo. 

Peterhof

Tra i tanti palazzi di San Pietroburgo, Peterhof è quello che definirei imperdibile, soprattutto in estate quando è in funzione l’incredibile collezione di fontane del parco. Modellato in parte su Versailles, ma con molte caratteristiche che riflettevano i gusti e gli interessi specifici di Pietro il Grande, il parco fu ampliato sotto la guida della figlia, l’Imperatrice Elisabetta, per superare notevolmente il suo antecedente francese in termini di portata e grandezza. Il complesso di Peterhof offre una vasta gamma di attrazioni, dagli affascinanti edifici barocchi alla straordinaria stravaganza dorata della Grande Cascata al numero sempre crescente di musei ospitati nei vari edifici della tenuta.

Il Palazzo di Caterina

Il Palazzo di Caterina, noto anche come Palazzo d’Estate, fa parte di uno splendido complesso di parchi e dimore, testimonianza dell’immensa ricchezza della famiglia imperiale di Romanov. Rimarrete senz’altro senza fiato nel vedere come un tempo vivevano i reali della Russia: ogni centimetro del Palazzo di Caterina sprigiona un senso di lusso. È una delle attrazioni più incredibili di San Pietroburgo, in particolare grazie alla straordinaria Sala dell’Ambra e ai giardini. Si trova nella città di Puškin a circa 25 km a sud-est di San Pietroburgo

Chiesa del Salvatore sul Sangue Versato

La Chiesa del Salvatore sul Sangue Versato è uno dei punti di riferimento più riconoscibili di San Pietroburgo: la sua colorata architettura russa crea un netto contrasto con l’elegante neoclassicismo del Museo di Stato Russo che si trova accanto. Se l’esterno è spettacolare, anche l’interno della chiesa vi stupirà, con i suoi mosaici che ricalcano i più famosi capolavori di artisti russi. È anche una chiesa importante per i russi in quanto celebra un evento tragico: l’assassinio di Alessandro II.

Cattedrale di Sant’Isacco

Lo skyline del centro storico di San Pietroburgo è dominato dalla grande cupola d’oro della Cattedrale di Sant’Isacco, l’edificio religioso più grande e spettacolare della città.

Fu completata nel 1858, dopo oltre quarant’anni di lavori che hanno dato vita a facciate e colonnati in stile classico resi unici dall’impiego del granito rosso della Carelia. Gli interni, invece, fondono la tradizione ortodossa con un’influenza cattolica e una stravaganza nella scelta dei materiali. Diversi tipi di pietre provenienti da tutta la Russia formano le pareti e le colonne interne, mentre un’abbondanza di opere d’arte e sculture originali contribuiscono ad abbellire la vasta sala della cattedrale, progettata per ospitare 14.000 fedeli. Oltre a visitare gli interni della Cattedrale, potete salire i 300 gradini che conducono alla cima per godervi alcune delle migliori viste di San Pietroburgo.

Cavaliere di bronzo

Il monumento pubblico più famoso di San Pietroburgo è questa statua equestre a Pietro il Grande, uno dei simboli più immediatamente riconoscibili della città. Completata nel 1782, la statua richiese 12 anni di lavoro e fu realizzata dallo scultore francese Étienne Maurice Falconet.

Il cavaliere di bronzo si abbina facilmente con una visita alla Cattedrale di Sant’Isacco poiché si trova nelle vicinanze.

Prospettiva Nevskij

Non c’è dubbio che la Prospettiva Nevskij sia una delle strade più grandi del mondo. Lungo il suo percorso potrete ammirare il meglio di San Pietroburgo, rappresentato dai suoi edifici storici e dalle sue piazze. Tra le strutture e i punti principali da non perdere c’è Casa Singer, la “casa dei libri” con il suo magnifico stile liberty, il barocco Palazzo Stroganov, la Cattedrale di Kazan con il suo neoclassico colonnato, le statue che decorano il ponte Anichkov e la galleria commerciale del diciottesimo secolo Gostiny Dvor.

Oggi Prospettiva Nevskij è la zona commerciale più esclusiva di San Pietroburgo e soprattutto in estate diventa il cuore pulsante della città, con un numero crescente di bar e caffè che offrono l’opportunità di sedersi all’aperto per ammirare il via vai della strada e l’architettura maestosa.

Museo di Stato Russo

Collocato all’interno del magnifico Palazzo Mikhailovsky, la collezione principale del Museo di Stato Russo è un tesoro di opere russe di tutte le epoche, con lavori di epoca medievale, suggestivi dipinti della fine del XIX secolo e numerosi capolavori modernisti.

Vale anche la pena visitare le collezioni nel Palazzo di Marmo sia per vedere questo splendido edificio sia per la collezione di pop art internazionale di Peter Ludwig.

Isola Vasilevskiy

L’Isola Vasilevskiy sorge proprio nel mezzo del delta del fiume Neva, con magnifici panorami su tutti i lati: potrete scorgere il Palazzo d’Inverno, la Fortezza di Pietro e Paolo e la Cattedrale di Sant’Isacco. Raggiungere la “strelka”, un piccolo promontorio di terra all’estremità orientale dell’isola per una vista migliore. 

Fiumi e canali di San Pietroburgo in barca

Se visitate San Pietroburgo da maggio a ottobre, ci sono diversi modi per esplorare la città in barca, dai semplici giri sui traghetti hop-on hop-off alle crociere serali lungo il fiume Neva con spettacoli di musica jazz dal vivo. Ci sono vari percorsi da seguire, ma in ogni caso una gita in barca è un modo fantastico per vedere San Pietroburgo da una prospettiva diversa, e forse il miglior mezzo possibile per avere un’idea della vastità della bellezza architettonica e del romanticismo della città.

Isola Yelagin

Accessibile dal centro città in circa 20 minuti di metropolitana, l’isola Yelagin è un luogo unico che spesso viene trascurato per mancanza di tempo. Rappresenta, invece, un’ottima oasi verde in cui ritagliarsi momenti di tranquillità tra palazzi, una pista di pattinaggio all’aperto in inverno, e le meraviglie sorprendentemente all’avanguardia del Museo di Arte del Vetro. L’assenza di auto sull’isola e il piccolo biglietto d’ingresso lo rendono un luogo appartato e sereno.

Yelagin è il luogo ideale dove trascorrere un pomeriggio d’estate e ha anche un calendario abbastanza attivo di eventi culturali nei mesi più caldi, tra cui un paio di festival musicali.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore dei libri Giappone Spettacularis ed Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).