Cosa vedere a Mosca

La capitale della Russia è una delle destinazioni più affascinanti da esplorare: vanta una storia avvincente e un’architettura zarista colorata e maestosa che non troverete in nessun’altra parte del mondo. Splendide cattedrali, chiese e palazzi si trovano fianco a fianco con massicci edifici e resti del periodo sovietico. Oltre alla sua ampia gamma di monumenti storici e culturali, Mosca ospita musei di fama mondiale, teatri e gallerie d’arte. Per qualche idea su cosa vedere e cosa fare durante un viaggio a Mosca, ecco una guida alle principali attrazioni turistiche della capitale russa.

Cremlino

Questo famoso complesso fortificato del XV secolo che si erge sulla riva del fiume Moscova comprende cinque palazzi e quattro cattedrali occupando in totale un’area di 275.000 metri quadrati. È il cuore storico, politico e spirituale della città. Visitarlo tutto richiede certamente più di una giornata, ma assicuratevi di non perdere il Gran Palazzo del Cremlino, che con le sue oltre 700 stanze offre uno sguardo interessante sulla vita degli zar russi. La Cattedrale dell’Annunciazione e la Cattedrale della Dormizione catturano lo sguardo con le loro cupole dorate e meritano una visita all’interno.

Teatro Bolshoi

Il teatro Bolshoi è il teatro principale del paese ed è il palcoscenico della più grande e una delle più antiche compagnie di balletto al mondo: la Bolshoi Ballet Company fu fondata nel 1776, mentre il teatro fu aperto nel 1825. All’interno, il velluto rosso, i lampadari di cristallo e i dettagli dorati conferiscono al luogo un’atmosfera grandiosa in cui immergersi assistendo ad uno spettacolo classico, come “Lo schiaccianoci” o “Il lago dei cigni” oppure prendendo parte ad un tour guidato. 

Piazza Rossa

Situata nel cuore di Mosca, la Piazza Rossa è la piazza più importante e impressionante della città e il punto da cui partono tutte le strade principali della capitale. È una delle attrazioni turistiche più popolari grazie alla sua ricchezza di monumenti storici e culturali: la piazza è fiancheggiata dal Cremlino, dal Mausoleo di Lenin, dalla Cattedrale di San Basilio e dal Museo storico statale.

Designata Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, è qui che si sono svolti molti momenti importanti della storia russa, dalle incoronazioni di zar alle parate per la vittoria sulla Germania al termine della Seconda Guerra Mondiale. Girovagare per la grande piazza è un’esperienza unica e spessi nei fine settimana troverete anche bancarelle che vendono souvenir e oggetti tradizionali.

Cattedrale di San Basilio

Uno degli edifici più riconoscibili sulla Piazza Rossa è sicuramente la Cattedrale di San Basilio, costruita nel 1555 per commemorare alcune vittorie russe in guerra. Le sue deliziose guglie sembrano uscite da una fiaba ed è un edificio spettacolare anche solo da ammirare dall’esterno. La cattedrale presenta dettagli architettonici ispirati al design bizantino e asiatico, nonché dettagli che evocano le moschee, e si compone di nove singole cappelle, tutte decorate con colorate opere d’arte murale.

GUM

Il centro commerciale più antico e raffinato di Mosca è una meraviglia architettonica. Fu costruito alla fine del 1800 in stile neo-russo e sfoggia un bellissimo mix con una struttura in acciaio e 20.000 pannelli di vetro che formano un tetto ad arco. I suoi meravigliosi lucernari e le belle facciate fanno sì che non sembri fuori posto accanto ai suoi illustri vicini sulla Piazza Rossa. All’interno ospita oltre 200 negozi, boutique e ristoranti esclusivi all’interno che lo rendono un paradiso per gli amanti dello shopping che potranno trovare opzioni convenienti accanto a marchi di lusso come Dior e Prada.

Mausoleo di Lenin

Aperto al pubblico nel 1924, il Mausoleo di Lenin, l’ultima dimora del leader sovietico Vladimir Lenin, è una delle attrazioni turistiche più popolari di Mosca. La struttura in granito rosso si trova nel cuore della città, su Piazza Rossa. Sebbene si prevedesse di seppellirlo dopo un breve periodo di esposizione al pubblico, il programma iniziale è cambiato e il corpo imbalsamato di Lenin è visibile ancora oggi, sdraiato in un sarcofago di vetro antiproiettile. Sebbene sia un’esperienza alquanto insolita, è diventata un must per gli appassionati di storia che cercano di capire come l’eredità di Lenin abbia davvero cambiato la nazione.

Galleria Tretyakov

Sede della più vasta e impressionante collezione di belle arti russe al mondo, la Galleria Tretyakov merita sicuramente una visita per la ricchezza di incredibili opere d’arte in esposizione.

Nata come collezione d’arte privata dei fratelli Tretyakov, oggi include oltre 180.000 dipinti, sculture e opere d’arte religiosa risalenti a oltre un millennio fa. Le opere d’arte più significative includono la Theotokos di Vladimir (o Madonna di Vladimir), una delle icone ortodosse più famose al mondo, e il dipinto La Trinità di Rublev, considerato uno dei più grandi capolavori dell’arte russa.

Palazzo Tsaritsyno (Tsaritsyno Museum-Reserve)

Un tempo residenza estiva di Caterina la Grande, lo splendido Palazzo Tsaritsyno è ora un museo e un grande parco-riserva naturale. Il palazzo fu commissionato nel 1775 e i suoi interni sontuosi espongono reperti che mostrano la vita dell’imperatrice e la storia del palazzo stesso. Gli enormi terreni verdeggianti che circondano il palazzo ospitano anche altri deliziosi edifici come un elegante teatro dell’opera e una chiesa, nonché aree boschive, giardini, ponti decorativi e un ristorante.

Metropolitana di Mosca

Non capita spesso che il trasporto pubblico assomigli a un’opera d’arte, ma a Mosca è proprio così: le fermate della metropolitana vi stupiranno con la loro bellezza ed eleganza. Ad esempio, la stazione di Arbatskaya è stata progettata da un architetto di grattacieli, quindi non sorprende che sia dotata di lastre di granito multicolori e imponenti lampadari in bronzo; la stazione Park Kultury, situata accanto a Gorky Park, è rivestita in marmo e presenta rilievi di personaggi sportivi, mentre la stazione Teatralnaya è decorata con figure di ceramica che ballano con indosso costumi tradizionali russi. Ogni stazione è dunque diversa e fa parte di uno dei sistemi di metropolitana più estesi al mondo, con 223 stazioni, le più antiche aperte nel 1935, e 12 linee. Considerato che la metro è anche il modo più rapido e semplice per spostarsi a Mosca, non perdete l’occasione per utilizzarla quando necessario e approfittarne per osservare le varie fermate.

Arbat Street

Una strada elegante ma vivace, la via pedonale di Arbat ebbe origine nel XV secolo come via commerciale. Oggi è affiancata da edifici sontuosi in quanto un tempo era un luogo popolare dove vivere per aristocratici, artisti e accademici. Qui potete visitare l’ex casa del poeta Alexander Pushkin e il caffè che erano soliti visitare sia Anton Chekhov che Leo Tolstoy. Oltre all’architettura imponente ci sono molti caffè, ristoranti e negozi che rendono la via ideale per acquistare souvenir o sedersi in un bar all’aperto.

Gorky Park

Accanto al fiume Moscova, l’enorme Gorky Park prende il nome dal famoso scrittore russo Maxim Gorky e si estende su 120 ettari di bellissimi laghetti e spazi verdi. I suoi vasti giardini ospitano numerose istituzioni culturali e offrono tante attività e cose da fare: ci sono lettini prendisole, amache, lezioni di yoga gratuite, sentieri per passeggiare a piedi o in bicicletta, ristoranti e aree giochi per bambini. In inverno viene allestita una grande pista di pattinaggio sul ghiaccio, mentre nella bella stagione si alternano festival, rappresentazioni teatrali e cinema all’aperto.

Museo di Storia Nazionale

All’estremità settentrionale della Piazza Rossa, il Museo di storia statale custodisce un’enorme collezione che permette di rivivere la storia russa sin dall’età della pietra. L’edificio, risalente alla fine del XIX secolo, è già di per sé un’attrazione: ogni camera sfoggia uno stile tipico di un particolare periodo storico o di una diversa regione del paese. Le mostre sono disposte in ordine cronologico, con reperti della Russia medievale che ripercorrono l’epoca di consolidamento dello stato russo, per poi passare al periodo imperiale, con collezioni di oggetti personali degli zar, arredi e decorazioni di palazzi e molto altro.

Torre della TV Ostankino

Quando la Torre della TV di Ostankino venne costruita nel 1967, era la struttura autoportante più alta del mondo con i suoi 540 metri di altezza. L’osservatorio, a 337 metri, è aperto al pubblico e accessibile tramite un ascensore superveloce che porta i passeggeri in cima in meno di 60 secondi. Dall’alto godrete emozionanti viste a 360 gradi sulla città.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).