3 o 4 giorni a Kyoto

Kyoto è la città dei mille templi ed organizzare al meglio il programma di viaggio è fondamentale per poter vedere tutto senza stress.

Vi consiglio di svegliarvi abbastanza presto ed uscire dall’hotel verso 9, o anche prima se ce la fate! Ricordatevi che i templi chiudono abbastanza presto (tra le 17 e le 18 di solito) e la sera Kyoto non offre una gran vita notturna, per cui cercate di essere mattinieri.

3-4 giorni vanno bene?

Assolutamente sì. Anche solo facendo i giorni 1-2 dell’itinerario qua sotto potreste vedere praticamente tutte le principali cose. In fondo a questo articolo vi scrivo anche alcune alternative nel caso in cui abbiate a disposizione molti giorni in più.

Kyoto in 3 giorni:

1° giorno: Kinkakuji, (Ryoanji), Nishiki, Kiyomizudera, Gion

E’ la giornata classica, con le mete imperdibili di Kyoto. Con la metropolitana andate fino alla stazione di Kitaoji e lì prendete il bus che vi porta al tempio d’oro (Kinkakuji). Dopo la visita se avete tempo potete fare un salto al vicino Ryoanji: bel posto ma non è una tappa fondamentale.

Tornate quindi in bus alla stazione di Kitaoji e prendete il treno fino a Shijo, dove si trova l’antico e pittoresco mercato di Nishiki. Con l’autobus andate quindi fino alla fermata Kiyomizu-michi e camminando in salita arriverete al magnifico Kiyomizudera, patrimonio dell’Unesco: ovviamente visitate anche le meravigliose strade tradizionali Ninnenzaka e Sannenzaka, ottime per comprare souvenir e fare splendide foto ricordo.
Tornando verso il centro città, a piedi in 20 minuti o in autobus, fermatevi a Gion dove con un po’ di pazienza ed altrettanta fortuna potrete vedere una geisha.

gion-f

2° giorno: Fushimi Inari, Nara

Iniziate la giornata facendo qualche foto alla moderna e fantastica stazione di Kyoto, da cui prendete il treno JR che in 5 minuti vi porta ad Inari. Proprio fuori dalla stazione inizia la zona del Fushimi Inari e in 10-15 minuti a piedi arrivate nella parte più emozionante, dove c’è il bivio in cui ammirare un’infinità di torii rossi tutti allineati. Se volete in circa 1 ora e mezza arrivate in cima alla collina, poi impiegherete circa 50 minuti a scendere: è un percorso perlopiù spirituale, nel senso che il pezzo visivamente migliore è quello del bivio che vi ho appena descritto, quindi vedete voi se farvi tutta la camminata o meno.

Tornate verso la stazione di Inari e da lì prendete la JR fino a Nara. Fuori dalla stazione trovate l’ufficio del turismo in cui potete prendere gratuitamente una comoda mappa. Dalla stazione in 20 minuti a piedi arrivate al parco in cui potete incontrare i famosi cervi e a poca distanza si trova l’imperdibile Todai-ji, che contiene tra le altre cose anche una enorme statua di Buddha in legno.
Nella foresta adiacente si trovano i templi Hokkedo e Nigatsudo, non sono fondamentali però se avete tempo andateci.

Andate quindi al Kasuga Taisha, ci arriverete percorrendo una strada in mezzo a un bosco in cui si trovano anche molte lanterne in pietra.
Potete quindi tornare a Kyoto utilizzando la linea JR, ma se non avete il Japan Rail Pass vi consiglio di cercare la stazione “Kintetsu Nara” che è più vicina e ha treni più veloci.

nara-header

3° giorno: Arashiyama, pomeriggio a scelta

Dalla stazione centrale di Kyoto prendete la JR Sagano Line fino a Saga-Arashiyama. In circa 10 minuti a piedi arriverete alla foresta di bambù. Fate una passeggiata fino al ponte Togetsukyo e se vi piacciono gli animali andate al Parco delle Scimmie di Iwatayama.
In zona si trovano anche vari templi, in particolare vi segnalo il tempio Tenryuji.
Il pomeriggio avrete tempo libero per visitare qualcosa che trovate in fondo all’articolo alla voce “Altre cose da vedere”.

In 4 giorni:

2° giorno: Fushimi Inari, Arashiyama

Andate al Fushimi Inari con le indicazioni che ho scritto qua sopra al giorno 2. Poi riprendete la JR Line e tornate in stazione a Kyoto. Li potete fare una pausa per il pranzo, mangiando in uno dei tanti posti ricchi di ristoranti per esempio all’interno di Isetan, Yodobashi, Porta, Asty Road.
Prendete quindi la JR fino a Saga-Arashiyama e seguite l’itinerario come indicato al giorno 3.

3° giorno: Nara, Osaka

Questa giornata è una fantastica proposta per vedere le tradizioni di Nara e concludere in bellezza con un giro nell’animata Osaka.
Da Kyoto prendete la JR Line o la Kintetsu Line fino a Nara e visitate le cose che ho descritto qualche paragrafo qua sopra.
Andate quindi alla stazione Kintetsu Nara da cui potete prendere il treno che vi porta direttamente a Osaka-Namba, nel centro di Osaka. Vi consiglio di fare un giro a Dotonbori, semplicemente seguendo la folla. Troverete un’infinità di ottimi ristoranti dove mangiare prelibatezze: se volete un consiglio provate Chibo, dove poter mangiare degli ottimi okonomiyaki, il piatto tipico della zona.
Terminata la visita prendete la metro da Namba fino a Umeda e dalla stazione JR prendete il treno che vi riporta a Kyoto.

nara-header
dotonbori-f

4° giorno: giorno libero a scelta

In questo itinerario di 4 giorni, come vedete ho tolto la mezza giornata libera il 3° giorno, aggiungendo Osaka, e lasciando completamente libero il quarto giorno in modo tale di darvi la possibilità di decidere cosa vedere vedere in base alle seguenti proposte.

Altre cose da vedere:

  • Museo dei manga: interamente dedicato a questa arte giapponese.
  • Ginkakuji, passeggiata del filosofo, Heian Jingu: dopo aver visitato il tempio d’argento si fa la passeggiata del filosofo (splendida in primavera) da cui poi arrivare al Santuario Heian.
  • Sanjusangendo: a un paio di chilometri dalla stazione centrale di Kyoto, ci sono oltre 1000 statue della dea Kannon.
  • Castello di Nijo: in centro città. Interessante ma guardate il sito ufficiale per gli orari di apertura e i giorni di chiusura, in alcuni mesi infatti è chiuso il martedì.

Per molte altre idee su cosa vedere, vi invito a leggere la mia guida a Kyoto.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!