Cosa vedere ai 5 laghi del Monte Fuji

La regione dei cinque laghi, conosciuta con il nome di Fujigoko, si estende alla base settentrionale del Monte Fuji, a circa 1.000 metri di altezza sul livello del mare. Racchiude i pittoreschi laghi vulcanici Kawaguchi, Sai, Yamanakako, Shojiko e Motosuko, che offrono meravigliose viste sulla cima innevata più famosa del Giappone e una serie quasi infinita di opportunità per divertirsi e fare bellissime esperienze a contatto con la natura. Numerose sono le attività all’aperto da poter praticare, dal trekking nella bella stagione allo sci in inverno, e non mancano musei, parchi tematici e località termali in cui rilassarsi. Ciascuno dei cinque laghi offre paesaggi e attrazioni diverse perciò scopriamoli nel dettaglio.

Lago Yamanaka

lago-yamanaka

Tour in barca, pesca, sci nautico, windsurf e altri sport acquatici vi attendono al Lago Yamanakako, dove nella bella stagione i campeggi aprono per accogliere i turisti che desiderano un soggiorno a contatto con la natura lungo le sponde del lago. Per chi predilige un maggiore comfort, accanto al lago si trova la località termale di Oshino Hakkai, con sorgenti naturali che nascono dal Monte Fuji.



Lago Kawaguchi

lago-kawaguchi

Il Lago Kawaguchi è il più semplice da raggiungere da Tokyo ed è il cuore della regione dei cinque laghi. È quello più attrezzato a livello turistico e offre il maggior numero di attività, con qualcosa da fare in ogni stagione dell’anno. I parchi tematici Fuji-Q Highland e Thomas Land sono ideali per le famiglie: al Fuji-Q Highland preparatevi a fare un giro sulle montagne russe con vista sul Monte Fuji! Un servizio di trasporto in autobus aiuta i turisti a raggiungere i parchi dei divertimenti e le attrazioni principali dell’area, tra cui si contano anche diversi musei come il famoso Itchiku Kubota Art Museum, che ospita una bellissima collezione di kimono, e il Kawaguchiko Music Forest Museum, un museo di strumenti musicali e antichi carillon, immerso in un giardino di ispirazione europea. Gli stabilimenti termali offrono angoli di relax in puro stile giapponese perfetti per riscaldare il corpo nelle giornate invernali quando il paesaggio è avvolto dalla neve, mentre in estate divertitevi a praticare sci nautico o trekking sui sentieri che conducono alla vetta del Monte Fuji.

Visitate il Santuario Sengen e la Pagoda Chureito, all’interno del Parco Arakurayama Sengen, da dove avrete una vista imperdibile del Monte Fuji che si erge sullo sfondo della pagoda: una delle immagini più riconoscibili di questo luogo!


Lago Shoji

lago-shoji

Shojiko è il lago più piccolo tra i cinque ma è quello che offre la vista migliore sul Monte Fuji dalla piattaforma panoramica Eboshi-dake. L’immagine riflessa del Monte Fuji “capovolto” sulla superficie dell’acqua di questo lago è una delle più famose e fotografate. Tra le attività da praticare all’aperto ci sono il trekking, la pesca, lo sci nautico e dei tour in barca. Un campeggio aperto nella bella stagione offre l’opportunità di alloggiare nei pressi del lago.



Lago Sai

lago-sai

Il Lago Sai è uno tra i meno sviluppati a livello turistico, ma questo gli dona certamente dei tratti più incontaminati. Offre tante meraviglie naturali uniche che non lasciano indifferenti: i sentieri di trekking conducono alla misteriosa Foresta di Aokigahara e a tre grotte popolari, la Grotta del Ghiaccio, la Grotta del Vento e la Grotta dei Pipistrelli, ciascuna caratterizzata da una propria particolarità. Per gli appassionati di sport sulla neve, in inverno è possibile sciare o praticare snowboard al Fujiten Snow Resort, mentre per chi vuole immergersi nella cultura e nella storia giapponese c’è il villaggio dell’artigianato Saiko Iyashi no sato Nenba, composto da storiche case dal tetto in paglia. Da questo villaggio si godono viste sensazionali del Monte Fuji.



Lago Motosu

lago-motosu

Il più remoto dei cinque laghi è il lago Motosuko, che è anche il più profondo. Dalle sue sponde settentrionali si può ammirare la stessa vista sul Monte Fuji che è ritratta sulle banconote da 1.000 yen. Trekking, corse a cavallo e sport acquatici sono alcune delle esperienze che si possono vivere durante i mesi estivi; i tour a bordo della nave gialla Moguran, permette di esplorare il mondo acquatico del lago grazie al fondo in vetro della barca. Anche nei pressi di questo lago si trova un campeggio aperto nella bella stagione.


Una meraviglia in ogni stagione

Ogni stagione è indicata per visitare la regione dei cinque laghi, sebbene il periodo per godere al meglio di tutte le attività e scalare il Monte Fuji sia dalla primavera all’autunno. Nella stagione autunnale i sentieri di trekking e le sponde dei laghi si colorano di tinte nostalgiche sui toni del rosso e del dorato, mentre in primavera i fiori di ciliegio regalano una cornice romantica alle viste sul Monte Fuji. Se viaggiate tra la metà di aprile e la fine di maggio, non perdetevi il Festival Shibazakura, nei pressi del lago Motosuko: un’occasione unica per vedere uno sconfinato “tappeto” di fiori shibazakura, chiamato anche muschio rosa, che si estende ai piedi del Monte Fuji.

Come arrivare

La regione dei cinque laghi si trova nella parte sud-orientale della Prefettura di Yamanashi, accanto al confine con Shizuoka.

Da Tokyo potete prendere un treno express della linea JR Chuo e cambiare alla stazione di Otsuki: da qui proseguite con la linea Fuji Kyuko Line (su quest’ultima il JR Rail Pass non è valido) fino alla stazione Kawaguchiko, che rappresenta il punto di accesso principale alla regione. In alternativa potete optare per un autobus diretto dal terminal dei bus di Shinjuku. Il tragitto dura circa due ore. Una volta giunti alla stazione Kawaguchiko avete a disposizione una rete di trasporti in autobus che vi consente di raggiungere gli altri laghi e le attrazioni dell’area, ma se avete intenzione di visitare il lago Yamanakako vi è più comodo arrivare alla stazione Fujisan.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!