Lago Yamanaka – Yamanakako

Un tempo il Lago Yamanakako era una tappa imprescindibile per i pellegrini diretti al Monte Fuji: era una prassi comune fare il bagno nelle sue acque come rito di purificazione.

Oggi sono prevalentemente i turisti a fare tappa lungo le sue rive, lungo le quali sono sorti nel tempo ristorantini, cittadine di villeggiatura, hotel e campeggi.

Formatosi dalle eruzioni del noto vulcano giapponese, il Lago Yamanakako è il più grande dei Cinque Laghi e quello più sviluppato, in particolare lungo le sponde occidentali e orientali dove si concentrano le cittadine e i principali servizi, ma questo non ha intaccato la bellezza naturale dello scenario, dominato dalle viste mozzafiato sul Monte Fuji. Ogni stagione è perfetta per visitare il lago: in estate troverete una vegetazione rigogliosa e verdeggiante, mentre in autunno i colori dorati e rossi delle foglie rendono il paesaggio romantico. Tante sono le attività sportive e all’aria aperta che si possono praticare sia dentro che fuori dall’acqua, ma non mancano spunti culturali e momenti di relax.

In inverno, per via della sua elevata altitudine e delle sue acque relativamente poco profonde, il Lago Yamanakako gela completamente e ciò consente di praticare attività divertenti all’aperto come la pesca sul ghiaccio.

Ammirare il Monte Fuji

Uno dei principali motivi per cui il Lago Yamanakako è così popolare sono le splendide viste che si hanno sul Monte Fuji, in particolare dalle rive settentrionali del lago che rispetto ad altre aree sono quelle meno sviluppate dal punto di vista turistico. Per ammirare il lago nella sua totalità e con la cima innevata del Monte Fuji sullo sfondo, il  punto di osservazione migliore è il belvedere Panorama Dai, situato lungo il pendio di una montagna a sud-est del lago. Panorama Dai si può raggiungere con una piacevole passeggiata di 30 minuti partendo dalla fermata del bus “Mikuniyama Hiking Course Iriguchi”.

Sport all’aperto e altre attività

Il lago è la meta degli appassionati di sport acquatici e in generale di varie attività all’aperto che si possono praticare in varie stagioni dell’anno. Nella bella stagione è possibile cimentarsi nel nuoto, kayak, sci d’acqua, windsurf e tour in barca, mentre sulla terraferma si può esplorare la natura del lago facendo trekking oppure approfittare delle infrastrutture e delle attrattive culturali delle cittadine per giocare a tennis, visitare i musei e rilassarsi negli onsen.

Gli onsen

Attorno al lago sorgono alcuni stabilimenti termali che consentono di rilassarsi con un bel bagno caldo e allontanare le fatiche del viaggio. Tra gli stabilimenti vi cito Benifuji no Yu, adagiato sulle sponde occidentali, il quale offre una bellissima area onsen all’aperto con viste sul Monte Fuji.

Come arrivare

Per chi parte da Tokyo, ci sono vari collegamenti diretti in autobus che partono dalle stazioni di  Shinjuku e Tokyo fino al Lago Yamanakako; il viaggio dura circa 2 ore e mezza.

Se invece partite dalla stazione di Kawaguchiko o di Fujisan, troverete ad attendervi due linee di autobus: la linea Kawaguchiko-Gotemba-Mishima Line che collega la stazione Kawaguchiko con le sponde occidentali e meridionali del Lago Yamanakako in circa 30 minuti, e la linea Fujisan-Oshino-Hirano Line che parte dalla stazione Fujisan e serve la sponda meridionale del lago, terminando poi la corsa a Hirano lungo le rive orientali, con un viaggio anche in questo caso di circa 30 minuti.

Esiste inoltre il servizio turistico Fujikko Bus che parte dalla stazione Fujisan per percorrere l’intero perimetro del lago Yamanakako, con la possibilità di acquistare dei pass giornalieri.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!