Tempio Asukadera

Negli anni in cui il Giappone ebbe i primi contatti con la religione buddista, la città di Asuka, nell’odierna Prefettura di Nara, ne era la capitale. Fu proprio in quel Giappone dei tempi antichi che nacque il Tempio Asukadera, il più antico tempio buddista della Terra del Sol Levante e oggi principale attrattiva della città, in cui andare alla scoperta del Buddismo nei suoi primi anni di vita nel paese.

Cenni storici

Costruito nel 588, a circa 60 dall’introduzione del Buddismo in Giappone, il Tempio Asukadera era in origine un grande complesso che includeva una pagoda a cinque piani e tre ampie sale di preghiera, realizzato per volere di Soga Umako, signore del potente clan Soga, forte sostenitore e promotore della nuova religione. Quando la capitale e l’imperatore si trasferirono da Asakusa a Nara, anche buona parte del complesso venne spostato e il Tempio Asukadera perse la sua posizione di rilievo a favore del Tempio Gangoji: per questo Asukadera viene spesso chiamato “l’originale Gangoji”. Incendi, guerre e terremoti fecero il resto, danneggiando i pochi edifici rimasti che furono ricostruiti nel periodo Edo (1603-1868).

Visitare il tempio

Nonostante il tempio sia una ricostruzione, conserva ancora uno dei tesori più preziosi del Buddismo: una statua del Grande Buddha di Asuka, la più antica statua del Buddha in Giappone. La scultura venne realizzata circa 20 anni dopo la fondazione del tempio dal famoso artigiano di origini coreane Tori Busshi ed oggi è in esposizione nella sala principale del tempio.

Raffigurato in posizione seduta, il Buddha è alto circa 3 metri e per realizzarlo sono state impiegate 15 tonnellate di rame e 30 kg di oro, numeri davvero notevoli per l’epoca. Nonostante sia stata danneggiata dagli incendi subiti dal tempio, la statua è stata riparata e oggi potete ammirarla in tutto il suo splendore, che riflette forti influenze cinesi.

Dopo aver visitato la sala principale, vi consiglio di concedervi una passeggiata tra gli edifici del tempio che pur avendo assunto un aspetto più modesto si trova ancora nella sua location originale, circondato da un tranquillo quartiere residenziale.

Altri tesori che potrete ammirare sono una statua in legno, anch’essa molto antica, che ritrae il Principe Shotoku, una scultura di Amida Nyorai, il Buddha del Futuro, e infine una raffigurazione del monaco Kobo Daishi.

I giardini interni del tempio, posti dietro la sala principale, regalano una cornice serena in cui passeggiare nel verde, tra distese di muschio, bonsai e lanterne in pietra. Accanto ai giardini si trova una piccola esposizione di oggetti rinvenuti durante gli scavi archeologici effettuati nel tempio; nella parte occidentale del complesso sacro è possibile inoltre ammirare le antiche fondamenta degli edifici del tempio originale.

Come arrivare

Il Tempio Asukadera si trova accanto alla fermata dell’autobus Asuka Daibutsu-mae, raggiungibile con la linea Kame Loop Bus dalla stazione Kashiharajingu-mae. Il tragitto in autobus dura circa 20 minuti.

Informazioni generali per la visita

Il tempio resta aperto tutti i giorni dalle 9:00 alle 17:30 e fino alle 17:00 da ottobre a marzo. Il costo di ingresso è di 350 yen.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!
Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore dei libri Giappone Spettacularis ed Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).