Tempio Zenkoji

Il Tempio Zenkoji è tra i più importanti e popolari del Giappone ed è stato un luogo fondamentale per la nascita della città Nagano, che è cresciuta e si è sviluppata proprio attorno a questo luogo sacro, un aspetto comune a gran parte delle città giapponesi si sono formate attorno a castelli, templi o porti. Ancora oggi Zenkoji occupa il cuore della città e ha una storia affascinante e millenaria in cui lo si ritrova a coprire un ruolo rilevante a livello religioso, dovuto al fatto che al suo interno si conserva la più antica statua buddista introdotta in Giappone dalla Cina, raffigurante Amida Buddha. La statua non è visibile al pubblico e una copia viene esposta per alcune settimane ogni sei anni in occasione del festival Gokaicho che si svolge in primavera. Questo non è l’unico tesoro di Zenkoji: edifici storici, un museo ricco di reperti e un “passaggio sotterraneo per il Paradiso” sono alcuni degli elementi per cui vale sicuramente la pena visitarlo.

Visitare il tempio: gli edifici

La visita del tempio inizia con il passaggio attraverso la porta principale Sanmon, risalente alla metà del 1700. Considerata un importante bene culturale, è accessibile all’interno dove ospita alcune statue religiose; al secondo piano avvicinatevi alle finestre per cogliere bellissimi scorci sulla strada che conduce al tempio. Questa non è l’unica porta del tempio: la porta Niomon, situata più all’esterno, prima della porta Sanmon, segna l’ingresso alla strada di negozi, alloggi e ristoranti che conduce al tempio; una caratteristica di questa struttura sono le statue dei due guardiani Nio che sorvegliano l’accesso, tenendo alla larga gli spiriti malvagi.

Nel cortile centrale vi ritroverete dinanzi alla sala principale di preghiera, ricostruita nel 1707: all’interno potrete ammirare ambienti riccamente decorati, con dettagli in oro, pavimenti in tatami e numerose statue buddiste. Con un piccolo supplemento, potete accedere alla stanza interna dove si può vedere da vicino l’altare maggiore e scendere in un passaggio sotterraneo dove, camminando al buio, andare in cerca della “chiave del Paradiso”: la chiave è appesa lungo le pareti del corridoio e si dice che chiunque la tocchi conquisterà la salvezza eterna. Questo passaggio simboleggia un percorso di rinascita spirituale: passando attraverso le tenebre e cercando di fare i conti con le proprie paure, si raggiunge infine l’uscita, la luce!

Oltrepassando la sala principale si giunge ad una pagoda costruita abbastanza recentemente che ospita il Museo di Storia di Zenkoji dove è esposta una bella collezione di statue religiose molto ben rifinite e dettagliate e alcuni reperti storici.

Una volta fuori, passeggiate nei giardini del tempio, osservate prati fioriti e alberi di ciliegio in primavera e fate un salto al negozietto del tempio dove potete acquistare oggetti e amuleti sacri, teste di Daruma, incenso, stampe e molto altro.

Un luogo aperto a tutti

Visitare il tempio Zenkoji significa anche accedere ad un luogo tollerante e dove regna la pace, dove tutti sono i benvenuti, senza distinzione di credo religioso o genere: una delle particolarità è proprio il fatto che il tempio ospita sia monaci che monache buddiste. A capo del tempio ci sono due figure, una maschile e una femminile, che si dividono le principali funzioni religiose. Al mattino prestissimo è possibile per tutti i visitatori, indipendentemente dalla religione professata, prendere parte ad una cerimonia e ricevere una sorta di benedizione, un’esperienza molto popolare tra i turisti che vogliono sperimentare questo aspetto della cultura giapponese. Anche il buddismo di riferimento del tempio Zenkoji è “doppio”, in quanto sede delle due scuole buddiste Tendai e Jodoshu.

Negozi e ristoranti

All’uscita dal tempio Zenkoji vi consiglio di fermarvi un po’ a passeggiare nella strada principale che parte dalla porta esterna dell’area sacra, Niomon, fino alla porta Sanmon attraverso cui si accede al complesso. Lungo questa via si alternano botteghe che vendono souvenir e prodotti tipici locali e una selezione di ristorantini dove fermarsi per una pausa e ricaricare le energie.

In questa ci sono anche vari alloggi chiamati shukubo, che sin dai tempi antichi sono usati soprattutto dai pellegrini (ancora oggi Zenkoji è una popolare meta di pellegrinaggio) e oggi accolgono anche visitatori che desiderano avvicinarsi maggiormente al mondo della religione buddista e conoscere le usanze dei monaci prendendo parte alle cerimonie che si svolgono all’alba e assaporando la cucina vegana semplice buddista.

Come arrivare

Il Tempio Zenkoji si trova a circa 10 minuti in autobus dalla stazione JR Nagano oppure in treno dalla stazione della metro Nagaden Nagano con la linea diretta alla stazione Zenkojishita. Arriverete in pochissimi minuti e, una volta giunti alla stazione vi serve una camminata di 5-10 minuti per raggiungere il tempio. Chi ama camminare può raggiungere il tempio direttamente a piedi dalla stazione centrale in circa mezz’ora.

Informazioni generali per la visita

Il tempio resta aperto per le visite tutti i giorni dall’alba fino alle 16-16:30 a seconda della stagione.

Il costo di ingresso è di 500 yen per la visita alla sala principale e al museo di storia, a cui si aggiungono altri 500 yen per chi desidera accedere all’interno della porta Sanmon.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!