Williamsburg

Williamsburg è l’anima hipster di New York ed è uno dei quartieri più creativi e dinamici della Grande Mela. Si trova nel sobborgo di Brooklyn, ad appena qualche fermata di metro da Manhattan, perciò vale la pena visitarlo o persino soggiornarvi. Potete anche raggiungerlo a piedi, attraversando il Williamsburg Bridge.

Williamsburg ha vissuto una profonda evoluzione proprio negli ultimi anni: un tempo era una zona dominata da edifici industriali, che oggi sono divenuti mercatini delle pulci e dell’artigianato, negozi di abbigliamento vintage, oggetti artigianali, libri e dischi in vinile, locali e pub di tendenza, gallerie d’arte e tanto altro ancora. Il tutto in un vortice di colori dato dai numerosi graffiti della zona.

È un ottimo quartiere per fare shopping comprando oggetti unici e particolari, per fare un happy hour e trascorrere una serata o anche solo per mangiare a prezzi decisamente più convenienti rispetto a Manhattan. Popolato in grande maggioranza da giovani e creativi, vanta un’atmosfera dinamica ma al tempo stesso ha ritmi molto più rilassati rispetto al centro ed è sicuramente più a misura d’uomo, tanto che vi capiterà sicuramente di vedere tante biciclette nei giardini delle case. Il viale più movimentato, sia di giorno che di notte, è Bedford Avenue, ma approfittatene per esplorare anche le stradine secondarie e, soprattutto, concedetevi una passeggiata all’East River State Park, una splendida area verde dotata di aree giochi per bambini, panchine, aree picnic e una spiaggetta con viste spettacolari sullo skyline di Manhattan. Nel periodo estivo è ottimo per fare un pranzo all’aperto e, nel fine settimana, potete assaggiare le specialità gastronomiche dello Smorgasburg, un mercato interamente dedicato allo street food.

Una passeggiata nel quartiere di Williamsburg è anche l’occasione per visitare il birrificio Brooklyn Brewery, che organizza dei tour guidati con degustazione.

 

Tour Consigliati: