Amarcord Vintage Fashion

Amarcord era uno dei tanti negozietti vintage che si affacciavano sulle vie eleganti di Soho. Oggi l’attività si è trasferita ed Amarcord completa il paesaggio hipster di Williamsburg, il quartiere di Brooklyn che rappresenta l’animo più giovane e creativo di New York. Fondato nel 2000, Amarcord è la tappa principale per gli appassionati di shopping vintage di qualità: l’assortimento comprende capi e accessori per uomo e donna che sono stati realizzati in varie epoche, dall’era Vittoriana fino agli anni ’90, concentrandosi però prevalentemente su articoli degli anni ’40, ’50 e ’60. Del resto Amarcord in dialetto romagnolo significa “mi ricordo” e visitare il negozio è come fare un grande viaggio nel tempo attraverso la moda, ricordando i trend del passato, con alcuni dei brand più prestigiosi a livello internazionale, ma anche stilisti sconosciuti che riservano sempre grandi sorprese. Il tutto senza però rinunciare alla qualità dei prodotti che si presentano in ottime condizioni e attendono solo di essere indossati.

Ridare una seconda vita agli abiti vintage è l’obiettivo dei titolari, Patti Bordoni e Marco Liotta, due italiani che proprio nel Bel Paese si riforniscono di gran parte dell’assortimento, con marche come  Gucci, Fendi, Pucci, Prada, Versace, Missoni, Valentino, Ferré, Krizia e tanti altri ancora, mentre l’offerta di brand internazionali include Chanel, Dior, YSL, Hermés, Oscar de la Renta, Diane Von Furstenberg, ecc.

Ma il punto di forza di Amarcord non è solo la qualità degli articoli, bensì anche l’allestimento del negozio e il metodo di vendita: ogni stagione viene trattata come se fosse un’unica collezione, con dei suggerimenti di outfit e abbinamento di accessori in base ai trend del momento. Un modo originale per mixare le mode di oggi con lo stile del passato e offrire ai clienti un’esperienza di shopping originale.

La storia di Amarcord

Prima di dedicarsi alla moda vintage, Patti Bordoni gestiva dei locali notturni e si occupava principalmente di musica, scrivendo per riviste del settore e dirigendo una propria etichetta discografica. Ma la passione per il vintage rimase una costante della sua vita e così, quando agli inizi degli anni ’90 si trasferì a New York, decise di farne la propria attività. Marco Liotta è figlio di un sarto e sin da piccolo sviluppa una passione per la moda, che lo ha portato a viaggiare nel mondo per cercare nuovi mercati per conto di aziende del settore. Nel 1999 incontrò Bordoni e un anno dopo nacque Amarcord.

Con il passare degli anni si aggiunsero nuovi punti vendita, che a causa degli elevati costi degli affitti dovettero chiudere e quindi attualmente resta solo il negozio di Williamsburg, al quale si aggiunge uno showroom, situato sempre a Brooklyn, che ospita un collezione vintage di circa 50.000 pezzi tra abiti, borse, scarpe e gioielli di varie epoche; lo showroom è accessibile solo su appuntamento e solitamente qui si incontrano stilisti in cerca di ispirazione e costumisti di film e serie tv.

Galleria Foto

Mappa:

Nome: Amarcord Vintage Fashion


Nelle vicinanze:

mcnally-jackson-30A 80 metri
negozio-converse-29A 103 metri
ed-lobster-14A 128 metri
eileen-cheesecake-29A 186 metri
bit-piece-4A 202 metri
negozio-hollister-1A 221 metri

Tour Consigliati: