Santuario Nogi

Situato nel quartiere centrale di Akasaka, il Santuario scintoista Nogi offre un’oasi di serenità e pace all’ombra dei grattacieli del cuore di Tokyo. Varcata la soglia del santuario, i rumori e il traffico della metropoli sembrano lontanissimi e vi ritroverete a passeggiare tra alberi e prati fioriti, porte torii di colore rosso ed edifici che sfoggiano un’architettura tradizionale, in netto contrasto con le vicine torri moderne del quartiere Roppongi che svettano oltre la vegetazione del santuario. Pur essendo poco conosciuto dai turisti, è un luogo che vi consiglio di visitare non solo per la quiete che si respira all’interno ma anche per la sua storia avvincente.

Un po’ di storia

Il santuario fu costruito nel 1923 per onorare il generale dell’esercito imperiale Nogi Maresuke il quale si contraddistinse per la sua fedeltà assoluta all’Imperatore Meiji. Nogi prese parte a molte battaglie, tra cui la guerra civile che decretò la fine del periodo feudale (Periodo Edo) in Giappone, e fu un generale molto stimato e apprezzato per la sua etica e i suoi principi che si basavano principalmente sul codice d’onore dei samurai. Per questo, quando l’Imperatore Meiji morì, il generale si suicidò assieme alla moglie. Oggi Nogi Maresuke viene venerato al pari di una divinità scintoista (kami) in molti santuari Nogi del paese.

Il santuario di Tokyo è però la sede principale e quello più “speciale” poiché venne costruito proprio accanto all’ex residenza di Nogi che viene aperta al pubblico solo in un paio di giornate durante l’anno, ma si può comunque ammirare dall’esterno e curiosare un po’ all’interno dalle finestre.

Gli edifici principali del santuario che potete ammirare oggi sono una ricostruzione degli anni ’60, in quanto il complesso venne distrutto durante i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale.

Visitare il santuario

L’ingresso al santuario, come consuetudine, è segnalato da una porta torii dalla quale partono diversi sentieri che, attraversando la vegetazione, conducono a parti differenti del complesso. Restando sul sentiero principale arriverete direttamente dinanzi alla sala più importante di questo luogo, che occupa il cuore del complesso con le sue linee architettoniche tradizionali. Accanto alla sala, proprio sulla destra, si erge un altro edificio di due piani che ospita un negozietto di souvenir e oggetti religiosi e un museo dedicato al generale Nogi, in cui potete conoscere nel dettaglio storia e curiosità di questo personaggio storico. Una particolarità che aggiunge romanticismo a questo luogo è il fatto che questo edificio sia collegato alla sala principale da un corridoio coperto, con un pavimento rivestito da un tappeto rosso su cui passeggiano gli sposi nel giorno del loro matrimonio presso il santuario. La bellezza del complesso lo rende infatti una delle cornici perfette e tra le più gettonate per pronunciare il fatidico sì.

Una volta visitati gli edifici vi consiglio di concedervi una passeggiata tra i giardini che circondano il santuario; ci sono vari sentieri che attraversano gli spazi verdi e conducono all’ex residenza del generale Nogi, uno dei pochi edifici del luogo uscito indenne dai bombardamenti della guerra.

Il mercatino delle pulci

Il santuario ospita tanti eventi durante l’anno, ma uno degli appuntamenti più popolari è il mercatino delle pulci che si svolge la quarta domenica di ogni mese dalle 9:00 alle 16:00. Se capitate in zona in questa occasione, vi consiglio di fermarvi per curiosare tra le bancarelle posizionate ai lati del percorso che conduce alla sala principale. In vendita troverete un po’ di tutto, tra cui articoli d’arredo, abiti, utensili da cucina, oggetti d’antiquariato, statue in legno e molto altro a prezzi davvero ottimi. Potrebbe essere il posto ideale per scovare qualche regalo unico o qualche articolo per decorare la casa.

Informazioni generali per la visita

Il santuario resta aperto dal mattino presto fino alle 18:00 e l’accesso è gratuito.

Come arrivare

Il Santuario Nogi si trova accanto all’uscita A1 della stazione Nogizaka, raggiungibile con la linea della metro Chiyoda. In alternativa potete arrivare alla stazione metro di Roppongi e proseguire verso il santuario con una passeggiata di 10 minuti.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!
Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).