Cosa vedere in Hokkaido

Nell’estremo nord del Giappone, l’isola di Hokkaido è un luogo dove gli amanti della natura più remota e selvaggia troveranno il loro paradiso: questa regione è coperta in gran parte da foreste e parchi nazionali, montagne, vulcani e sorgenti termali attorno alle quali si sono sviluppati piccoli villaggi dove riscoprire le tradizioni e la natura al suo stato più puro. Negli inverni rigidi i banchi di ghiaccio ricoprono la superficie del mare, offrendo uno spettacolo unico per turisti e abitanti. Non mancano però città moderne e ricche di attrattive, località sciistiche dove praticare sport sulla neve e piccole cittadine dove si respirano romantiche atmosfere francesi. Se siete curiosi di scoprire l’isola di Hokkaido, eccovi una breve guida sulle principali cose da vedere.

Città, località termali e sciistiche

Sapporo

sapporo

Capoluogo dell’isola e quinta città più grande del Giappone, Sapporo è anche la metropoli più “giovane” del paese, con uno rapido sviluppo iniziato nella seconda metà del 1800.

Per molto tempo Sapporo rimase all’ombra di altre grandi città giapponesi, in particolare per quanto riguarda il turismo internazionale, ma la volta si ebbe negli anni ’70 quando la città divenne la sede dei Giochi Olimpici Invernali e conquistò i visitatori stranieri con il suo paesaggio urbano che evoca molto le città del Nord America. Moderna e vivace, Sapporo offre tantissime attrattive per una vacanza, con i suoi mercati, i parchi, i quartieri dell’intrattenimento e dello shopping. La scena gastronomica è particolarmente ricca e variegata e la città è conosciuta per il suo ramen e, naturalmente, l’omonima birra: il Museo della Birra Sapporo, ospitato nello storico birrificio del brand, è una delle attrazioni principali della città.



Furano

furano

Furano è una famosa località che se in inverno diventa la meta di appassionati di sci e attività sulla neve, nella bella stagione attira gli amanti della natura e dei paesaggi romantici con le sue campagne dominate dal profumo e dai colori della lavanda. Chi la visita avrà la sensazione di essere stato catapultato tra i paesaggi rurali della Provenza e la città offre una miriade di escursioni nella natura in auto o a piedi e attività come le degustazioni di vini e formaggi locali.

È una meta che vi consiglio di non perdere se amate allontanarvi dai classici itinerari turistici per scoprire angoli del Giappone più tradizionali e autentici.


Noboribetsu Onsen

noboribetsu

Noboribetsu è la località termale più famosa dell’Hokkaido per le sue sorgenti di qualità che i visitatori possono provare negli stabilimenti termali pubblici e/o nei ryokan della zona. Racchiusa tra bellissimi paesaggi lunari e le montagne rigogliose del Parco Nazionale Shikotsu-Toya, la cittadina attira tanti appassionati di trekking e attività all’aria aperta con i sentieri che si diramano attorno al centro abitato passando accanto a crateri, laghi vulcanici e valli “infernali”: Jigokudani, la “Valle dell’Inferno” è un luogo spettacolare dove l’attività vulcanica ha dato vita a un paesaggio fatto di rocce dai colori suggestivi e diverse sorgenti che riempiono la valle con i loro vapori e un intenso odore di zolfo. In città si respirano le atmosfere del Giappone più tradizionale, passeggiando tra piccoli viali di locande e case in legno dove la vita scorre a ritmo lento e si possono fare insoliti incontri con alcuni “demoni”.


Niseko

niseko

Niseko è la località sciistica più famosa del Giappone, con tanti turisti provenienti da ogni parte del paese e del mondo che affollano le piste durante l’inverno, cimentandosi in sci, snowboard o discese in slittino. Essendo divenuta popolare all’estero grazie al passaparola dei turisti australiani, Niseko offre attività e informazioni in lingua inglese ed è una località frequentata da una clientela internazionale. Niseko comprende in realtà 4 principali località, tutte collocate su un’unica montagna, Niseko Annupuri. Ogni località ha il proprio impianto sciistico, atmosfere e attrattive diverse per soddisfare i gusti di ogni viaggiatore. È disponibile uno speciale pass valido in tutti gli impianti e un servizio di trasporto in bus-navetta che collega i 4 villaggi.


Parchi nazionali

Shiretoko

shiretoko-f

Shiretoko è una penisola dove la natura regna incontrastata con paesaggi fatti di valli, laghi, montagne e foreste che si protendono verso il Mare di Okhotsk, lungo la costa nord-orientale di Hokkaido. L’intera penisola è un parco nazionale divenuto Patrimonio Mondiale dell’Unesco per l’incredibile biodiversità che racchiude. Le cittadine di Utoro e Rausu sono le basi di partenza ideali per scoprire questo luogo che offre tantissime attività in ogni periodo dell’anno, dal trekking alle crociere lungo la costa; un’altra ottima alternativa in cui alloggiare è la pittoresca cittadina di Abashiri, non distante dal parco, particolarmente frequentata dai turisti in inverno per il fenomeno dei banchi di ghiaccio che ricoprono la superficie del mare lungo la costa.

Una delle attrazioni imperdibili del parco nazionale sono i cinque laghi, cinque piccoli “gioielli” incastonati in una rigogliosa foresta che offrono uno scenario di incredibile bellezza.



Parco Daisetsuzan

parco-daisetsuzan-f

Il Daisetsuzan è il più grande parco nazionale dell’isola di Hokkaido. Racchiude un’area montuosa incontaminata, un paradiso per gli amanti delle escursioni e della natura. È anche tra i primi luoghi del paese ad avvertire il cambio delle stagioni, con i colori autunnali e la neve che avvolgono il parco un po’ in anticipo rispetto ad altre zone: il punto panoramico Ginsendai è il più famoso in cui ammirare il foliage autunnale. Attrazione principale del parco è il Monte Kurodake, una delle cime montuose più semplici e comode da raggiungere: sono presenti infatti una funivia e una seggiovia che permettono di arrivare facilmente in cima godendosi paesaggi straordinari.

I villaggi termali Asahidake Onsen, Kogen Onsen, Tokachidake Onsen e Sounkyo Onsen punteggiano il parco, ciascuno con le proprie atmosfere e caratteristiche, offrendo un’ottima base per andare alla scoperta di questo luogo straordinario e per rilassarsi con un caldo onsen all’aperto.


Lago Toya

lago-toya

Cuore del Parco Nazionale Shikotsu-Toya, il lago Toya è abbracciato da un paesaggio naturale splendido, fatto di sorgenti termali, vulcani attivi, prati verdi e bellissime foreste punteggiate di borghi e villaggi. Il lago è il punto di partenza di escursioni a piedi o in bicicletta che permettono di esplorare le meraviglie della zona, entrare in contatto con la natura e ammirarne le sfumature suggestive in ogni stagione. Campeggi, hotel e ryokan offrono la possibilità di alloggiare in zona, godendo maggiormente dello scenario montuoso e di splendide viste sul lago, meglio ancora se immersi nelle acque calde di un onsen.


Parco Kushiro

parco-kushiro

Il famoso Parco Nazionale Kushiro Shitsugen racchiude la più vasta distesa di paludi del Giappone e proprio per proteggere questo habitat e le specie animali e vegetali che lo popolano che è stato creato il parco: tra gli animali, particolare attenzione è rivolta all’unica colonia rimasta in Giappone di gru bianche dalla testa rossa. Simbolo nazionale di longevità, le gru giapponesi sono una specie a rischio di estinzione e sono divenute la maggiore attrazione del parco, con zone di avvistamento in cui si possono osservare mentre mangiano, accudiscono i piccoli ed eseguono le eleganti danze d’accoppiamento.


Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!