Isola di Yumenoshima

Al largo della costa, di fronte al distretto di Koto, l’isola artificiale di Yumenoshima emerge dalle acque in tutta la sua bellezza. Con i suoi paesaggi bucolici che si affacciano sulle splendide acque di un mare turchese, non è difficile capire perché il nome dell’isola significa letteralmente “isola del sogno” e per questo viene comunemente chiamata Dream Island. Ma non è sempre stato così, perché la storia di questo luogo è molto lunga e travagliata: da spiaggia pubblica negli anni ’50, l’isola si è successivamente trasformata in una discarica a cielo aperto. Per fortuna oggi gli accumuli di rifiuti sono soltanto un lontano ricordo e questo luogo è diventato uno degli spazi verdi più amati dagli abitanti di Tokyo e dai turisti, con le sue innumerevoli attrazioni, i giardini botanici, gli impianti e i servizi sportivi. In primavera la suggestiva fioritura degli oltre 120 alberi di ciliegio attira nel parco di Yumenoshima tantissime persone desiderose di godersi qualche istante di relax e assistere a questo spettacolo unico della natura. Questo luogo regala comunque paesaggi stupendi in ogni periodo dell’anno ed è perfetto per gli amanti della natura e per chi vuole praticare attività sportiva o semplicemente trascorrere una piacevole giornata all’aria aperta

A spasso sull’isola del sogno

Il parco di Yumenoshima ospita una serie di impianti e complessi sportivi, una zona dedicata a picnic e barbecue, un giardino botanico con tanti percorsi naturali e una pittoresca zona portuale. Quest’area offre ai visitatori anche un viaggio nella storia, grazie ad alcune antiche attrazioni tra cui l’imbarcazione in legno Daigo Fukuryū Maru, un peschereccio che fu esposto alle radiazioni in seguito ad un esperimento nucleare sull’Atollo di Bikini nel 1954 e fu poi abbandonato accanto all’isola di Yunemoshima; oggi si trova in esposizione in una sala all’interno del parco: un modo per non dimenticare una delle pagine più tristi della storia giapponese.

Entrando nel parco potrete vedere giovani studenti e amanti dello sport impegnati nel jogging e nelle attività sportive sulle varie piste da corsa o sui prati.

Passeggiando sui vari sentieri fiancheggiati da piante e alberi vi ritroverete a passare accanto al complesso sportivo Bumb, dotato, tra le altre attrezzature, anche di una piscina coperta.

Superato questo edificio verrete immersi nei colori e nei profumi della serra tropicale Yumenoshima Tropical Greenhouse Dome: all’interno di questa enorme struttura in vetro, divisa in 3 sezioni,  potrete passeggiare circondati da tantissime specie vegetali autoctone e non, tra cui mangrovie, palme, cacao e anche alcune specie di piante carnivore. In questa immensa “foresta” tropicale non poteva ovviamente mancare una cascata e un laghetto ornato da splendidi gigli.

Una volta usciti da questo paradiso naturale, potete dirigervi verso la zona portuale, per gustarvi la dolce brezza marina; qui potete farvi baciare dai caldi raggi del sole e rilassarvi ammirando le barche ormeggiate e il panorama costiero, oltre il quale, in lontananza, si staglia lo skyline della città. Questa zona offre una serie di servizi, come un ristorante con terrazza panoramica e una zona picnic, l’ideale per un pranzo all’aperto con vista sul mare.

Accanto al porto, si trova anche un’area verde per i cani, con tanti servizi per gli amici a 4 zampe e lezioni di addestramento gratuite.

Il parco ospita anche lo stadio di calcio di Yumenoshima, sede di numerosi eventi sportivi e delle future Olimpiadi di Tokyo nel 2020.

Raggiungere l’isola di Yumenoshima

Per raggiungere l’isola in metro potete prendere una delle linee JR Keiyo Line/Tokyo Metro Yurakucho Line/Rinkai Line e scendere alla stazione di Shinkiba, per poi proseguire a piedi fino al parco. In autobus dalla stazione di Toyocho prendete la linea Toei Bus fino alla fermata di Yumenoshima.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!