Suganuma

Suganuma è uno dei villaggi tradizionali più affascinanti e meglio conservati della regione di Shirakawa-go. Si trova a 15 km a nord di Ogimachi, in una splendida location accanto al fiume Sho e incastonato tra colline rigogliose. È un luogo dove si respirano le atmosfere del passato del Giappone: qui il tempo sembra essersi fermato tanto che non è difficile lasciarsi alle spalle le luci, il caos e la frenesia delle metropoli per addentrarsi in una dimensione surreale, quasi immobile, se non fosse per la natura che domina il paesaggio, colorandolo con sfumature diverse in ogni stagione. In questo minuscolo villaggio i visitatori passeggiano su piccole stradine, passando accanto alle tradizionali case dal tetto in paglia per le quali Suganuma è stata dichiarata Patrimonio UNESCO nel 1995 assieme ai villaggi di Ogimachi e Ainokura.  Lo stile particolare delle case è definito gassho-zukuri, che letteralmente significa “mani giunte a preghiera”, dalla forma spiovente dei tetti di paglia progettati per resistere alle abbondanti nevicate dell’inverno. Le case di Suganuma sono tra le meglio conservate e ogni struttura si sviluppa su 3 o 4 piani, con vari ambienti usati per vivere e lavorare, con l’ultimo piano tradizionalmente adibito all’allevamento dei bachi da seta. Ammirare queste case circondate da una distesa di neve o dalle distese verdi di campi di riso è un’emozione straordinaria, ma lo è ancora di più entrare dentro le dimore per visitarle: alcune di esse sono state trasformate in ristoranti, locande e musei che illustrano la storia e le tradizioni locali.

Il villaggio

Suganuma è composto da due aree, Suganuma Village e Gokayama Gassho no Sato, entrambe piacevoli e facili da visitare a piedi. Le due zone sono collegate l’una all’altra da un tunnel, il quale a sua volta si collega con una scala mobile ad un parcheggio posto sulla collina dalla quale si può vedere tutto il villaggio.

Il Suganuma Village include una decina di case tradizionali in stile gassho-zukuri, tutte ben conservate, in cui si collocano oggi ristoranti, locande e musei ideali per scoprire lo stile di vita e le attività della regione, dal passato fino a tempi più recenti. Alcuni spazi sono dedicati ai settori artigianali più importanti dell’area, ovvero la produzione di carta washi e del salnitro. La casa più antica del villaggio risale attorno al 1830, sul finire del periodo Edo, mentre le più recenti sono state costruite attorno al 1920. Nel villaggio avrete modo di vedere anche un santuario shintoista chiamato Jinshu Jinja.

Nell’area Gokayama Gassho no Sato potrete vedere altre case tradizionali che sono state trasferite qui nel tentativo di preservarle. Queste case oggi sono disabitate e vengono usate esclusivamente da gruppi scolastici per attività educative dedicate allo stile di vita tradizionale della regione.  Sebbene non siano un’attrattiva turistica, l’accesso all’area è libero e gratuito, quindi chiunque può passeggiare tra le case e ammirarle dall’esterno.

Visitare i musei

Oltre a passeggiare tra le case, il modo migliore per comprendere meglio la vita e la cultura locale è visitare i musei del villaggio. Tra i più interessanti ci sono il Saltpeter Museum, un piccolo e interessante museo dedicato alla produzione del salnitro nella regione. In passato, durante il periodo  Edo, questa attività era molto importante per l’area e nel museo troverete tante informazioni sui processi di lavorazione, oltre ad una bella collezione di strumenti e oggetti utilizzati in questo settore.

Merita una visita anche il Folk Museum, un museo dedicato al folclore e all’artigianato del villaggio e della regione: espone una serie di utensili e oggetti di uso quotidiano usati dagli abitanti per le faccende di tutti i giorni o nel tempo libero. Nella collezione troverete attrezzi per l’agricoltura e l’allevamento dei bachi da seta, oggetti decorativi realizzati in carta washi e tanto altro. È possibile visitare entrambi i musei con un biglietto combinato.

Residenza Iwase-ke

Tra le tante abitazioni dal tetto in paglia di Suganuma merita particolare attenzione la residenza Iwase-ke, la più grande del suo genere nella regione. Si sviluppa su più piani e fu abitata da famiglie benestanti e potenti della zona; entrando al primo piano avrete modo di camminare in vari ambienti, molto eleganti per l’epoca, in cui vi sono anche stanze adibite al ricevimento di ospiti. Ai piani superiori, invece, potrete ammirare una collezione di oggetti casalinghi e strumentazioni per l’allevamento dei bachi da seta.  Aperta dalle 8:00 alle 17:00, ha un costo di ingresso di 300 yen.

Come arrivare

Suganuma si può raggiungere comodamente in autobus ed è perfetta anche per un’escursione giornaliera da Toyama o Takaoka. Potete prendere la linea di autobus che collega Shirakawago alla stazione Shin-Takaoka. Il tragitto da Shirakawago a Suganuma è più breve: si impiegano circa 30 minuti contro gli 80 minuti previsti per il viaggio dalla stazione Shin-Takaoka.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!