Iseshima

La Penisola di Shima, meglio conosciuta con il nome di Iseshima, è una popolare destinazione turistica che attrae i visitatori per le sue meraviglie naturali di impareggiabile bellezza e i luoghi di estrema importanza culturale e storica. Tutta la penisola, situata nella Prefettura di Mie, è stata designata parco nazionale ed è facilmente raggiungibile dalle grandi città come Kyoto, Osaka e Nagoya, rivelandosi dunque una meta perfetta per chi vuole trascorrere un weekend a contatto con la natura e le antiche tradizioni del Giappone, senza rinunciare ad un po’ di sano divertimento. Qui potete esplorare la costa frastagliata, disseminata di isole, fare trekking nelle foreste, visitare fattorie di perle e luoghi sacri millenari, passeggiare in cittadine dove il tempo sembra essersi fermato e divertirvi nei parchi tematici.

Cosa vedere

ago-bay
伊勢神宮外宮 - Geku of Ise Grand Shrine // 2010.02.10 - 5
oharai-machi

Santuario di Ise (Ise Jingu)

La principale attrazione di Iseshima è il santuario di Ise, costituito da due parti, distanti solo pochi chilometri l’una dall’altra: il Santuario Ise Jingu e il Santuario Geku.

Ise Jingu è un santuario dalla lunga e affascinante storia, le cui origini risalgono a 2mila anni fa. Dedicato alla divinità del sole, Amaterasu Omikami, è considerato il santuario più sacro di tutto il Giappone e questo lo rende una delle mete di pellegrinaggio più popolari del paese.

Geku venera invece Toyouke Omikami, la dea dell’agricoltura, del raccolto e della casa ed è altrettanto antico e carico di fascino.  Entrambi i santuari sono apprezzati per la bellezza degli edifici nella loro semplicità e purezza e per l’atmosfera solenne e carica di fascino che pervade l’area sacra.

Oharaimachi

Oharaimachi è un’area che si attraversa per raggiungere il Santuario di Ise: il viale principale, lungo un chilometro, è affiancato da edifici tradizionali, ristoranti e botteghe, con alcune attività che sono aperte da secoli servendo visitatori e pellegrini. È il luogo perfetto per fermarsi ad acquistare souvenir e assaggiare deliziose specialità locali come il piatto a base di noodles “Ise Udon” e i dolcetti tipici “akafuku”.

A Oharaimachi si trova il piccolo distretto Okage Yokocho, che ricrea un villaggio del passato, con diversi negozi e ristoranti.

Mikimoto Pearl Island

Sin dall’Ottocento Iseshima è un rinomato centro di coltivazione di perle e si può conoscere meglio questo settore visitando l’isola Mikimoto Pearl Island, che ospita un museo interessante,  nel quale si hanno tante informazioni sulle perle e sulla loro coltivazione, con una sezione dedicata a Mikimoto Kokichi, pioniere di questo settore. L’isola è collegata alla terraferma da un ponte.

Hinjitsukan

Hinjitsukan è un’antica locanda costruita nel 1887 che sorge lungo la costa, nella città di Ise, e in passato ha dato alloggio a ospiti importanti in visita al santuario, tra cui anche membri della famiglia imperiale. Oggi è stata convertita in un museo in cui poter ammirare architettura e arredi interni tipici della fine dell’800.

Meoto Iwa

Al largo della costa, nei pressi della cittadina di Futami, si trovano due formazioni rocciose considerate sacre e per questo sono legate da una corda che simboleggia la separazione tra il mondo terreno e quello divino. Divenute una delle attrazioni principali di Iseshima, sono definite “rocce sposate”: quella più grande è il “marito”, quella di dimensioni più piccole è la “moglie”.

Acquario di Toba

Affacciato sull’acqua della Baia di Toba, l’Acquario di questa cittadina è uno dei più grandi del paese e ospita una grande varietà di pesci e altre specie marine, tra cui foche, meduse, granchi e persino un dugongo. Ideale per trascorrere qualche ora in famiglia e far divertire i bambini prendendo parte a spettacoli e attività organizzate dall’acquario.

Ago Bay

Ago Bay è un luogo che vi sorprenderà per il suo scenario particolarmente suggestivo: la costa frastagliata di questa baia si affaccia su un mare costellato di isolotti. Potete ammirare il paesaggio dalla terraferma dirigendovi verso la piattaforma panoramica del Monte Yokoyama oppure prendere parte ad una crociera turistica che permette di osservare la baia dall’acqua.

Parchi tematici

Iseshima è una meta molto gettonata tra le famiglie grazie alle numerose attrazioni pensate per il divertimento dei più piccoli. Oltre all’Acquario di Toba, la penisola vanta una serie di parchi tematici che rappresentano un’ottima alternativa per un pomeriggio spensierato. Tra questi il Samurai Kingdom Ninja Ise ricrea una piccola città-castello del passato, con varie attrattive come i labirinti dei ninja, una galleria di spade, un museo dei ninja, spettacoli e performance teatrali, e tanto altro.

Se invece volete cambiare ambientazione, visitate il Shima Spain Mura un parco tematico ispirato alla Spagna negli scenari, ma che propone atmosfere in stile “Disneyland”, con personaggi ispirati ai cartoni animati più popolari che popolano il parco intrattenendo i più piccoli. Il parco ospita varie giostre e attrazioni, con montagne russe, case infestate dai fantasmi, giri in barca sulla laguna, ecc. Non mancano spettacoli teatrali, tra cui uno dedicato al flamenco, negozi e ristoranti.

Assaporare la cucina locale

Iseshima è apprezzata anche dal punto di vista gastronomico: l’abbondanza di spazi naturali e il mare che circonda la penisola regalano un’abbondanza di materie prime. I deliziosi piatti a base di pesce fresco sono uno dei motivi per cui tanti appassionati di buona cucina visitano Iseshima e tra le specialità imperdibili c’è l’aragosta di Ise, servita in vari modi: cruda, alla griglia o nella zuppa di miso. Nel periodo invernale sono principalmente due le specialità più gustose da assaggiare: “l’Anori fugu”,un piatto tipico a base di pesce palla, e le ostriche.

Se non siete amanti del pesce, provate la famosa carne di manzo “Matsusaka”, il prodotto di punta di Iseshima, considerata una delle migliori carni del paese, che potete assaggiare preparata in vari modi, a partire dalla classica cottura alla brace.

Un piatto che troverete praticamente ovunque è “l’Ise Udon”, a base di noodle preparati localmente, mentre se siete in cerca di un dolce spuntino o souvenir, provate i dolcetti “akafuku” a base di riso.

Come arrivare

Iseshima è ben collegata via treno a città come Tokyo, Osaka, Kyoto e Nagoya. Da Tokyo dovrete passare per Nagoya e da qui proseguire a bordo di un treno express della Kintetsu Railway che raggiunge direttamente la stazione di Ise. La stessa linea ferroviaria collega direttamente Ise a Osaka e Kyoto.

Se possedete il Japan Rail Pass, potete sfruttarlo optando per la linea JR Tokaido Shinkansen da Osaka e Kyoto fino a Nagoya per poi proseguire con la linea diretta “Mie”, la quale però, utilizzando in parte alcuni binari non appartenenti ai treni JR, richiede un piccolo supplemento da pagare a bordo anche a chi possiede il Japan Rail Pass.

Da Tokyo sono disponibili anche dei pullman diretti a Ise con corse notturne della durata di 8-9 ore.

Come muoversi

La Penisola di Shima è servita da un’ottima rete ferroviaria che collega le principali località e attrazioni. Ad esempio la linea JR Sangu Line collega Ise con Toba mentre la linea Kintetsu Shima Line parte da Ise e arriva fino a Kashikojima, ad Ago Bay, facendo tappa anche a Toba. Per chi desidera esplorare questo luogo con maggiore libertà e autonomia, è sempre possibile noleggiare un’auto nelle maggiori località.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!