Gion corner

Regalatevi un viaggio nel mondo delle arti dello spettacolo giapponesi, visitando il Gion Corner, un teatro in cui è possibile vedere danzare una geisha, prendere parte alla cerimonia del tè, assistere a commedie e teatri di marionette: il tutto riassunto in un’unica performance di un’ora! Il Gion Corner si trova all’interno dell’edificio Yasaka Hall, a pochi passi dal teatro Kaburenjo, ed è un luogo molto popolare tra i turisti che possono così avvicinarsi ad antichissime arti, spesso difficili da comprendere, ma che qui sono presentate in modo semplice e coinvolgente per suscitare l’interesse del pubblico.

Le sette arti giapponesi

Cerimonia del tè e Zither Koto

Sono esattamente sette le arti giapponesi che si alternano sul palcoscenico del Gion Corner, a partire da un momento molto amato: la tradizionale cerimonia del tè, il rito di preparare e servire una tazza di tè matcha fumante agli ospiti assieme a un dolcetto tipico. Non è un caso che la cerimonia del tè avvenga subito dopo l’apertura del sipario: un simbolo di accoglienza verso gli spettatori che partecipano a questo rito in prima persona, seduti sul caratteristico tatami. Mentre due donne preparano pazientemente le tazzine da servire agli ospiti, altre due donne suonano strumenti musicali tradizionali per accompagnare con un sottofondo soave la cerimonia. Lo strumento in questione è lo Zither Koto, un antico strumento giapponese che noi conosciamo come cetra. Si tratta di uno strumento a sei corde che viene suonato con dei plettri d’avorio molto particolari che vengono tenuti tra le dita. Suonare questo strumento richiede una certa abilità e leggiadria nei movimenti delle mani e la melodia emessa è molto dolce e romantica: ve ne innamorerete!

Danza e musica Gagaku

Terminata la cerimonia del tè cambia lo scenario e la melodia. Molto diversa è la musica Gagaku, dal suono più deciso e ritmato, una performance che un tempo veniva eseguita nella corte imperiale, nei santuari e nei templi. La musica suonata da un’orchestra è accompagnata da una danza tradizionale interpretata da personaggi con indosso costumi molto elaborati e una maschera.

Teatro Kyogen

Terminato il ballo, si fa spazio alle risate del Kyogen, uno spettacolo teatrale che porta in scena momenti e vicende della vita quotidiana del passato, interpretati con un taglio comico. Dato che la commedia è in giapponese probabilmente non capirete i dialoghi, ma le espressioni e i siparietti comici degli attori vi aiuteranno a capire il contesto e quello che accade sul palcoscenico.

Danza Kyo-mai

Si passa poi all’attesissima danza Kyo-mai, uno spettacolo che vede come protagoniste le maiko e le geisha: con indosso i loro costumi elaborati, ricchi di colori e ornamenti, le vedrete compiere movenze eleganti e aggraziate che incantano gli spettatori.

La danza kyo-mai si è sviluppata a Kyoto nel periodo Edo ed è molto particolare in quanto punta a rappresentare e trasmettere emozioni di vario tipo attraverso una serie limitata di movimenti, tanto che viene anche chiamata “teatro seduto”. Un tempo era uno spettacolo destinato alla corte imperiale e all’alta società ed è presto diventata il simbolo di Kyoto e dell’anima raffinata dell’ex capitale del Giappone.

Le composizioni floreali

A seguire, entrerete nel mondo profumato e colorato delle composizioni floreali, una vera e propria arte in cui vedrete talentuosi maestri dar vita a opere armoniose e semplici realizzate con fiori e altri materiali naturali come rametti, bacche ed erbe.

Il teatro di marionette

A concludere la performance, c’è il teatro delle marionette Bunraku, un’arte tradizionale proclamata dall’UNESCO “patrimonio orale e immateriale dell’umanità”. Si tratta di uno spettacolo di marionette di estrema qualità, un po’ diverso da quelli che siamo abituati a vedere per una serie di motivi: innanzitutto le marionette sono prodotte artigianalmente in maniera molto elaborata e dispongono di un meccanismo particolare che le sorregge e le anima. I movimenti sono però gestiti dalla “mano umana”, con degli attori che muovono i personaggi e, a differenza dei classici teatri delle marionette, sono visibili al pubblico e danno voce ai protagonisti cambiando tono a seconda del personaggio interpretato.

Visitare la Maiko Galley

Prima o al termine dello spettacolo, vi consiglio di fare un salto anche nella Maiko Gallery, dove potrete guardare alcune repliche di vecchi spettacoli e ammirare una mostra di costumi, oggetti e altri accessori usati dalle geishe.

Informazioni generali per gli spettacoli

Gli spettacoli del Gion Corner si tengono tutti i giorni dalle 18:00 alle 19:00, ma da dicembre a marzo, la seconda settimana del mese il teatro è aperto solo venerdì, sabato, domenica e festivi.

In totale la performance dura 50 minuti.

Il costo di ingresso è di 3.150 yen per gli adulti, ma sono previsti sconti per bambini e giovani: da 0-6 anni l’ingresso è gratuito, da 7-15 anni il costo è di 1.900 yen, mentre da 16-22 anni è di 2.200 yen.

Come arrivare

Il Gion Corner si trova a pochi minuti a piedi dalle stazioni Gion, Gion-shijo e Kawaramachi.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!