Dove dormire ad Amsterdam

Che siate diretti ad Amsterdam per un romantico weekend o per una vacanza di totale relax e divertimento con gli amici, questa città offre l’imbarazzo della scelta in fatto di sistemazioni e aree in cui dormire. La maggior parte dei turisti, soprattutto chi si ferma solo pochi giorni in città,  preferisce alloggiare in centro per essere vicini a tutto e potersi spostare a piedi da un’attrazione all’altra, ma esistono tanti altri quartieri carichi di fascino e dove si respira un’atmosfera un po’ più autentica, che vale la pena considerare. Senza contare poi che Amsterdam presenta dimensioni piuttosto contenute e una rete di trasporti efficiente, quindi anche alloggiando fuori dal centro non sarete mai troppo lontani dai luoghi di maggior interesse turistico. Se siete indecisi su dove dormire ad Amsterdam, eccovi una guida ai quartieri migliori della città.

Binnenstad

Se si tratta del primo viaggio ad Amsterdam, probabilmente il quartiere migliore è Binnenstad, ovvero il centro della città: qui sarete a pochi passi da tutto e in breve tempo potrete raggiungere le principali attrazioni turistiche, tra cui Piazza Dam e il sontuoso Palazzo Reale, le vie dello shopping  Kalverstraat e Nieuwendijk e i luoghi della vita notturna che trova la sua massima espressione nel quartiere a luci rosse, situato proprio nella parte orientale del centro della città.

Attorno al quartiere a luci rosse si trovano tanti ostelli e hotel economici, perfetti per chi vuole risparmiare, e anche se dormire qui potrebbe sembrare poco sicuro e non proprio piacevole, in realtà l’unico svantaggio è dal punto di vista della tranquillità: se di giorno l’atmosfera che avvolge i canali è davvero pittoresca, con le case galleggianti, i piccoli ristorantini e le caffetterie, di notte il  quartiere si anima e per molti potrebbe risultare troppo caotico e rumoroso. In questo caso vi suggerisco di cercare una sistemazione lontana dalla zona. Proprio accanto al quartiere a luci rosse si trova anche Chinatown, una zona brulicante di vita e ricca di ristoranti dai sapori orientali, negozietti e templi.

Essendo una zona molto turistica, gli hotel abbondano e si trovano sia soluzioni eleganti e più costose che strutture dai prezzi più contenuti.

Canal District e De Negen Straatjes

Tutt’intorno al centro di Amsterdam scorrono gli incantevoli canali di Herengracht, Keizersgracht, Prinsengracht e Singel, che regalano alla città quella tipica atmosfera romantica e suggestiva, tanto amata dai turisti.  Lungo i corsi d’acqua si susseguono eleganti edifici e dimore, molte trasformate in B&B e hotel, e altre abitate dalle celebrities, che affiancano ristoranti di ottimo livello. Nella stessa area si trova il distretto dello shopping di Amsterdam, De Negen Straatjes, che come suggerisce il nome sono 9 strade, racchiuse tra Leidsestraat e Raadhuisstraat, rinomate per le piccole boutique di stilisti emergenti locali e i numerosi negozi vintage, meta degli appassionati di shopping. Pur essendo a breve distanza dal centro e da Dam Square,  De Negen Straatjes conserva un’atmosfera autentica e poco turistica, essendo una zona per lo più residenziale. Per questo motivo non sono tante le soluzioni di alloggio, ma si trovano piccoli hotel eleganti, appartamenti e B&B.

Jordaan

Jordaan è il quartiere più famoso di Amsterdam ed anche tra i più costosi. Si trova a ovest dal centro, che dista solo pochi chilometri, e vicino alla zona dei negozi di De Negen Straatjes. È davvero un quartiere pittoresco in cui alloggiare ed è quello che meglio rappresenta l’immagine che si ha di Amsterdam, con le sue tipiche case olandesi, i vicoli stretti e i piccoli canali sormontati da incantevoli ponticelli. Soggiornare in questa zona vi consentirà di immergervi pienamente nell’atmosfera locale, mischiandovi tra la gente del posto, in particolare artisti e studenti che frequentano il quartiere. Tra le principali attrazioni di Jordaan ci sono la Casa di Anna Frank e il Museo dei Tulipani, ma l’attrazione vera e propria è il quartiere stesso, con la sua grande varietà di negozi alternativi e di tendenza, i ristoranti moderni e i bar tradizionali, tra cui si inseriscono gallerie d’arte innovative. Non mancano piccoli hotel di qualità, che rispecchiano pienamente l’anima del quartiere, con il loro design ricercato e moderno, e sono spesso ricavati da antichi magazzini e gallerie d’arte. La maggior parte delle sistemazioni è collocata lungo i viali Marnixstraat e Rozengracht.

De Pijp

De Pijp è senza dubbio il quartiere più vivace e quello più amato dai giovani. Conosciuto anche come il quartiere latino di Amsterdam è una zona multiculturale e dall’atmosfera artistica che si estende a sud del centro. Il cuore pulsante del quartiere è  la zona dell’Albert Cuyp Market, dove si svolge il mercato all’aperto più grande d’Europa: qui troverete di tutto, dal cibo all’abbigliamento e i cosmetici.  De Pijp è il quartiere perfetto per chi vuole allontanarsi dalle zone turistiche e stare a contatto con la gente del posto, ma senza essere troppo lontano dal centro, raggiungibile in appena 15 minuti a piedi.  De Pijp non ha grandi attrazioni, ma ospita Heineken Experience, il museo dedicato alla famosa birra e ospitato all’interno dello storico birrificio Heineken, e vi si trova la più alta concentrazione di ristoranti e bar della città. È anche un quartiere abbastanza economico in cui alloggiare, dove potete trovare sistemazioni di vario genere, dagli appartamenti agli hotel di qualità.

Old Jewish Quarter – Plantage District

Se volete avvicinarvi allo stile di vita locale e mescolarvi tra gli abitanti, questa zona residenziale situata ad est dal centro è l’ideale: qui bar e ristoranti sono pochi, così come gli hotel non sono tantissimi ma di qualità e affiancano i B&B e le guesthouse della zona. Se cercate un luogo tranquillo, ricco di aree verdi e lontano dal trambusto del centro, questa zona potrebbe fare al caso vostro. Nella zona troverete tanti musei e luoghi legati alla cultura e alla storia degli Ebrei in Olanda, come il Jewish Historical Museum, la sinagoga, ma ci sono anche attrazioni per le famiglie, tra cui lo zoo. Non manca una grande varietà di ristoranti e caffetterie, e con una breve passeggiata o un giro in tram potete raggiungere comodamente il centro.

Museum Quarter

Gli appassionati di arte e cultura si innamoreranno di questo quartiere, dove immergersi nella scena culturale di Amsterdam: qui potete spostarvi a piedi tra i musei più belli della città, come il Rijkmuseum, il Van Gogh Museum o lo Sloterdijk. Anche se  il Museum Quarter non è rinomato per la sua movida notturna, resta comunque una zona vivace e quando desiderate scatenarvi e divertirvi alla sera non vi resta che raggiungere in breve tempo la vicina piazza Leidseplein, fulcro della vita notturna. Questo significa quindi che il Museum Quarter è perfetto per chi ama la tranquillità e predilige alloggiare in una zona elegante: i viali pullulano di boutique e negozi esclusivi, ristoranti raffinati e hotel di classe. Si trovano anche sistemazioni economiche e appartamenti.

Vondelpark

A sud del quartiere di Jordaan e adiacente al Museum Quarter, si trova il polmone verde della città, Vondelpark, un parco molto frequentato durante il weekend, dove residenti e turisti si ritrovano per un picnic o per assistere a concerti ed eventi all’aperto.  Attorno al parco si estende un quartiere elegante e tranquillo, dove le vie abbondando di negozi d’alta moda e accoglienti caffetterie. Come sistemazioni trovate hotel di lusso con splendide viste su Vondelpark e un’ottima selezione di  B&B e guesthouse.

Easter Docklands e Amsterdam Noord

Questi due distretti sono vecchie aree industriali che negli ultimi anni sono state oggetto di una grande opera di rinnovamento e oggi sono due quartieri emergenti e trendy, dove si trovano ottime sistemazioni a prezzi più convenienti rispetto al centro.  Anche se potreste sentirvi un po’ lontani dalle atmosfere romantiche dei canali e dei piccoli vicoli, gli ottimi collegamenti offerti dai mezzi di trasporto vi permettono di raggiungere le altre zone e il centro in breve tempo.