Colazione in Olanda

Un viaggio è anche l’occasione per scoprire le tradizioni gastronomiche di un paese, a partire dalla colazione. Ma cosa si mangia per colazione in Olanda? Gli abitanti dei Paesi Bassi tendono a fare una colazione semplice e piuttosto leggera, con alimenti comuni come pane e cereali, tuttavia ci sono alcuni ingredienti e cibi che non si trovano altrove e che è bello scoprire provando una colazione tipica olandese. Vediamo di quali piatti si compone!

Pane e hagelslag

In generale gli olandesi mangiano pane fresco o tostato imburrato e abbinato ad una varietà di ingredienti, tra cui salumi, formaggio, miele, crema di nocciole o marmellata.

Se fin qui sembra tutto nella norma, in realtà alcuni condimenti per il pane usati in Olanda possono apparire alquanto insoliti per gli stranieri. Un esempio è l’hagelslag simile ai classici granelli zuccherosi che di solito vengono usati per decorare le torte, ma che in Olanda si usa per guarnire il pane imburrato. L’hagelslag è disponibile in una varietà di sapori tra cui cioccolato, fragola, vaniglia o anice e si trova comunemente nei supermercati in appositi contenitori che consentono di cospargerli sul pane più facilmente.

Ontbijtkoeken

Altri prodotti tradizionali includono l’ontbijtkoeken, una pagnotta di pane di segale insaporita con spezie come chiodi di garofano, cannella o noce moscata e spesso arricchita con frutta secca e scorza di limone. È una specialità che si trova sia nei bar che nei supermercati e nelle panetterie in tutto il paese e viene venduta anche sotto forma di snack confezionato.

Kretenbol

Ideale per gli amanti dei sapori dolci, il kretenbol è un panino dolce preparato con ribes o uvetta.

Muesli e porridge

Anche cereali e muesli, spesso serviti con frutta e accompagnati da latte o yogurt sono molto apprezzati in Olanda. Molto apprezzato è anche il porridge di avena preparato con latte, frutta secca e noci.

Uitsmijter

Una colazione più sostanziosa, composta da pane, prosciutto e uova fritte si chiama “uitsmijter”. Una o due uova vengono fritte e poi adagiate sopra una fetta di pane solitamente tostato e talvolta arricchito con del formaggio fuso in cima. Infine si aggiunge una fetta di prosciutto. Molto curiosa è la storia legata al nome del piatto che si traduce come “buttafuori”: presumibilmente si riferisce alla popolarità del piatto tra i buttafuori dei locali. L’uitsmijter ha molte varianti e può essere servito con ingredienti extra come insalata e altri tipi di carne come pancetta o salsiccia.

Wentelteefjes

Conosciuto in molti paesi con il nome di “french toast” (toast alla francese), il wentelteefjes è uno dei cibi tradizionali olandesi per la colazione, una vera delizia per quelle mattine in cui si ha il tempo di sedersi per una colazione più piacevole.

In pratica il pane a fette viene immerso in una miscela di uovo e latte, talvolta con aggiunta di cannella, e poi fritto in padella. In genere si usa poi spalmare della marmellata, burro o del formaggio sul pane.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).