Quanto costa un viaggio in Olanda

Sebbene non sia il paese più costoso d’Europa, l’Olanda non è nemmeno una destinazione che può definirsi economica. Se su volo e cibo si può risparmiare, probabilmente l’alloggio sarà la voce più importante che inciderà sul costo del viaggio. Ma quanto costa un viaggio in Olanda? Pur essendo difficile stabilire un totale, in quanto ci sono tante variabili da considerare, in questa guida voglio darvi un’indicazione sulle principali spese, ovvero volo, alloggio, cibo, trasporti e attrazioni. In più troverete tanti buoni consigli per risparmiare.

Volo per l’Olanda

L’Olanda è servita da numerose compagnie low-cost tra cui Ryanair ed EasyJet perciò trovare voli a basso costo non è difficile a patto di prenotare con un po’ di anticipo. Le tariffe dei voli naturalmente variano molto durante l’anno, quindi in base alla stagione in cui viaggiate potete trovare offerte più o meno scontate. In generale però si riescono a trovare voli andata e ritorno per l’Olanda a meno di 100 Euro. Quando scegliete il volo fate attenzione anche all’aeroporto in cui atterra la compagnia: arrivando ad Amsterdam, ad esempio, potreste atterrare all’aeroporto principale della città o all’aeroporto di Eindhoven, che dista un’ora e mezza dal centro. Mettete in conto quindi anche i costi e il tempo degli spostamenti per valutare l’effettiva convenienza.

Sistemazioni

In quanto ad alloggi in Olanda la media dei prezzi resta abbastanza alta, tuttavia si possono trovare soluzioni per spendere un po’ meno se ci si adatta.

Ostelli

Gli ostelli in genere costano tra 15-30 Euro a notte per un posto letto in camerata ma se ci focalizziamo su Amsterdam le tariffe sono più vicine a 40-45 Euro per alloggiare in una buona struttura non troppo distante dal centro. Le stanze private negli ostelli costano invece tra 60 e 80 Euro a notte per una camera doppia, ma ad Amsterdam mettete in conto 15-20 Euro in più.

Hotel

Gli hotel sono abbastanza costosi, perlomeno se si vuole alloggiare in una struttura centrale e di media qualità. Le strutture a due stelle più economiche fuori da Amsterdam possono far pagare 60-70 Euro per una camera matrimoniale, mentre ad Amsterdam in media le stanze variano tra 95 e 120 Euro a notte per gli hotel più semplici.

Appartamenti

Se vi serve un maggiore spazio e volete una cucina per preparavi qualche pasto, allora Airbnb è un’opzione perfetta per voi. I prezzi sono inoltre vantaggiosi rispetto agli hotel. Per una stanza in appartamento condiviso i prezzi partono da 20 Euro a notte mentre per un intero appartamento la media è di 50-60 Euro a notte fuori da Amsterdam, mentre nella capitale si va da 65 a 130 Euro a seconda della posizione.

Cibo e ristoranti

In base alle vostre esigenze ed abitudini, per il cibo potreste spendere molto o poco. L’Olanda è una di quelle destinazioni che se non si fa attenzione e si mangia sempre fuori si finisce per spendere davvero tanto in quanto il costo della vita è alto. I pasti più economici li troverete nei fast food o nei piccoli cafè per pranzo dove potete cavarvela con circa 10 Euro. Se vi fermate in un ristorante a pranzo in media spenderete circa 15-25 Euro per un piatto principale e una bevanda, mentre a cena è più facile spendere 30-40 Euro. Un’opzione per risparmiare sono i supermercati e i mercati dove si possono trovare panini, cibi confezionati e street food a 5-10 Euro.

Trasporti nelle città

Nelle città troverete reti di trasporti pubblici efficienti dove le tariffe per un biglietto partono da 2,50 Euro. Tutti i trasporti pubblici utilizzano una carta ricaricabile e sono disponibili pass giornalieri per risparmiare. Tenete presente poi che le città olandesi sono anche molto piccole e facilmente visitabili a piedi soprattutto se ci si limita alle aree centrali.

Un altro bellissimo modo per esplorare le città è andare in bicicletta come la gente del posto. Potete noleggiare biciclette a partire da circa 10 Euro al giorno.

Muoversi in Olanda

Se volete esplorare l’Olanda in totale libertà, fermandovi dove volete, il modo migliore è noleggiare un’auto, ma in ogni caso le città olandesi sono ben collegate dai trasporti pubblici perciò avere un’auto non è indispensabile.

Treni. Essendo l’Olanda un paese di piccole dimensioni, non vi serviranno più di 3 ore di treno per raggiungere le principali destinazioni turistiche da Amsterdam. I treni sono comodi, veloci ed efficienti e i prezzi dei biglietti sono convenienti. Per una corsa in treno da una città all’altra mettete in preventivo di spendere tra 12-30 Euro. Ad esempio, da Amsterdam a Rotterdam si spendono 26 Euro per un viaggio di 40 minuti, mentre da Amsterdam a L’Aia il prezzo è di soli 10 Euro per un viaggio di 50 minuti. Ci sono anche abbonamenti speciali dedicati ai viaggiatori che includono viaggi illimitati in un periodo di tempo predefinito.

Autobus. Gli autobus sono il modo più economico per spostarsi in Olanda, però sono un po’ più lenti rispetto ai treni. Consultate siti come Flixbus dove troverete prezzi davvero irrisori: un viaggio da Amsterdam a Rotterdam costa solo 6 Euro mentre da Amsterdam a L’Aia si paga appena 5 Euro.

Noleggio auto. Se sognate un tour on the road tra paesaggi punteggiati da mulini a vento, allora un’auto a noleggio fa al caso vostro. Il costo indicativamente si aggira intorno ai 30 Euro al giorno, ma varia in base al periodo e alla durata del noleggio.

Attività e attrazioni

Per questa voce di spesa il totale può variare enormemente in base ai vostri gusti e a cosa volete vedere e fare in Olanda. Se alcune attrazioni sono gratuite, come chiese e cattedrali, l’ingresso ai musei costa circa 15-20 Euro. Una crociera in barca sui canali può costarvi 15-25 Euro, mentre un tour del porto di Rotterdam costa 12 Euro. In alcune città potete valutare l’acquisto di un pass per le attrazioni se pensate di visitare molti siti a pagamento: l’abbonamento “I Amsterdam Pass”, che include l’accesso a numerosi musei, attività e attrazioni, compresa una crociera sui canali, ha un costo di partenza di 65 Euro per il pass di un giorno.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore dei libri Giappone Spettacularis ed Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).