Cosa vedere a Eindhoven

Sebbene sia stata fondata nel XIII secolo, la storia di Eindhoven è strettamente intrecciata con l’ascesa del gigante dell’elettronica Philips, tanto da essere informalmente conosciuta come la “Città della Luce”, in riferimento alle lampadine che l’azienda produceva proprio qui. È la quinta città più grande dei Paesi Bassi e pur non essendo una destinazione a cui di solito pensano i turisti è un centro di innovazione, tecnologia e design all’avanguardia e molte delle sue attrazioni ne sono la prova, con musei dedicati alla tecnologia e alla storia industriale della città. La città è anche nota per il suo legame con Vincent Van Gogh, che visse e dipinse nel vicino villaggio di Nuenen.

Per saperne di più su questi e altri fantastici luoghi da visitare in città, leggete la mia guida sulle migliori cose da fare e da vedere a Eindhoven.

Museo DAF

Sebbene tutti associno Eindhoven all’azienda Philips, la città è anche sede di un’altra azienda globale, DAF, uno dei maggiori produttori di camion (e, un tempo, automobili) in Europa. Il Museo DAF esplora la storia della compagnia all’interno di una riproduzione dell’originale fabbrica della DAF. In esposizione ci sono centinaia di auto, camion e altri veicoli utilitari, inclusi alcuni che hanno partecipato all’estenuante rally Parigi-Dakar. Ci sono simulatori di guida e altri giochi a tema per i bambini, inoltre potete salire alla guida di un camion e dare un’occhiata ad alcuni prototipi che non sono mai entrati in produzione.

Van Abbemuseum

Fondato nel 1936, il Van Abbemuseum è uno dei principali musei di arte moderna e contemporanea nei Paesi Bassi. È ospitato in uno degli edifici moderni più interessanti della città, un’opera d’arte architettonica a sé stante, e vanta una collezione permanente di capolavori di artisti di fama mondiale come Picasso, Mondrian, Chagall e El Lissitzky. Altre collezioni degne di nota includono numerose sculture e installazioni d’arte, opere video e poster, inclusa una vasta collezione della pittrice Jacqueline de Jong. In loco troverete un negozio di souvenir e una caffetteria.

St. Catharinakerk (Chiesa di Santa Caterina)

Questa splendida chiesa è una magnifica struttura facilmente riconoscibile per la sua facciata anteriore dominata da un grande rosone, vetrate dipinte e due campanili. Dedicata a Santa Caterina d’Alessandria, la chiesa presenta un design neogotico che è cambiato nel corso degli anni poiché la struttura è stata più volte danneggiata dalle guerre e poi ristrutturata. Le sue torri campanili sono alte 73 m e note rispettivamente come David e Maria. Di notte la chiesa viene illuminata con luci colorate che la rendono un bel spettacolo da ammirare.

Philips Museum

La storia moderna di Eindhoven è indissolubilmente legata al nome Philips. Visitate il Museo Philips per scoprire come una piccola azienda familiare che ha iniziato a produrre lampade nel 1891 si è evoluta nella multinazionale di oggi. Il museo è ricavato all’interno della prima fabbrica Philips nel centro della città e ospita mostre che includono una riproduzione del laboratorio originale. Una delle attrazioni più popolari del museo è Mission Eureka, un percorso interattivo che include quiz e puzzle digitali. Ci sono anche molte altre divertenti mostre interattive che piaceranno sicuramente anche ai bambini.

PreHistorisch Dorp (villaggio preistorico)

Una delle attrazioni più insolite di Eindhoven, PreHistorisch Dorp è una riproduzione di un villaggio preistorico, completo di abitazioni e dimostrazioni di mestieri e attività tipiche del passato. Al PreHistorisch Dorp personaggi in costume danno vita alla storia di questa provincia, svolgendo compiti quotidiani e interagendo con i visitatori in laboratori e giochi. Ad esempio potrete vedere come veniva acceso un fuoco o si cucinava in epoca preistorica e scoprire tecniche tradizionali di coltivazione, lavorazione dei metalli e tessitura.

Museo PSV Eindhoven

Eindhoven è orgogliosa della sua eredità sportiva e soprattutto della sua squadra di calcio, il PSV, che ha vinto il campionato olandese più di 20 volte. Un tour dello stadio dove gioca il PSV, il Philips Stadium, è un must per ogni tifoso. La visita comprende aree dietro le quinte, come gli spogliatoi e il palco dei registi, nonché le panchine a bordo campo. Il museo adiacente è pieno di cimeli della storia del club, inclusi filmati, foto, divise storiche e una replica della Coppa dei Campioni, il trofeo vinto dal club nel 1988.

Villaggio Van Gogh, Nuenen

A soli otto chilometri a nord est di Eindhoven si trova il pittoresco villaggio di Nuenen, famoso in tutto il mondo per essere stato ritratto più volte da Vincent Van Gogh, che visse qui dal 1883 al 1885. La casa dove visse è stata completamente restaurata e riportata al suo stile originale. Tra le cose da fare qui non può mancare una visita al Vincentre, un centro culturale dedicato all’artista e al suo tempo trascorso a Nuenen. Nel villaggio si contano più di 20 luoghi diversi che riguardano l’artista e che è possibile scoprire con un tour audioguidato.

Genneper Parken e Stadswandelpark

Eindhoven è una delle città più verdi dei Paesi Bassi. Perfetto per una passeggiata serale, lo Stadswandelpark (City Walking Park) ospita numerose sculture moderne che lo trasformano in una galleria d’arte all’aperto. Vale anche la pena esplorare il Genneper Parken, situato in una posizione incantevole nel cuore di una valle. Esplorate i suoi sentieri per scoprire edifici storici come il Genneper Watermill e il vicino Centro di educazione ambientale, con le sue mostre relative alla flora e alla fauna della zona.

Strijp-S

Il patrimonio industriale di Eindhoven è racchiuso a Strijp-S, un ex quartiere industriale dove un tempo si trovavano le vecchie fabbriche della Philips. La zona è stata completamente rinnovata e i vecchi edifici sono diventati appartamenti, negozi alla moda, uffici di società creative e ristoranti innovativi.

Down Town Gourmet Market

Nel cuore della città si trova un mercato gastronomico moderno che ospita 21 punti di ristoro. Ci sono diversi tipi di cucine tra cui scegliere, dal sushi al pesce fresco fino alla pizza. Ci sarà sicuramente qualcosa per soddisfare i gusti di chiunque! Ci sono bar dove prendere una birra e una zona centrale con tavolini per sedersi che è diventata uno dei luoghi di ritrovo preferito dai cittadini.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).