2 giorni a Barcellona

Barcellona è una delle destinazioni spagnole più popolari in Europa e offre tante cose da vedere e da fare, dall’incredibile architettura di Antoni Gaudí, ai musei, ai siti del patrimonio mondiale dell’UNESCO, ai mercati, alle deliziose tapas per arrivare fino alle spiagge.

Come potete immaginare, due giorni è poco tempo per riuscire a vedere tutto, considerate anche le dimensioni della città, ma seguendo questo itinerario di 2 giorni a Barcellona riuscirete ad avere una buona panoramica generale e a vedere le principali attrazioni.

Giorno 1: centro della città

Casa Batlló

Iniziate la giornata a Barcellona ammirando uno dei progetti più famosi dell’architetto catalano Gaudì, ovvero Casa Batlló. Potete osservarla anche solo dall’esterno, cogliendo i suoi dettagli particolari come i balconi che ricordano le maschere veneziane, ma se ne avete la possibilità visitate anche gli ambienti interni, dove troverete elementi ancora più bizzarri come una scala a forma di spina dorsale e l’incredibile terrazza sul tetto che è progettata nella forma di un drago.

Casa Milá

A pochi metri di distanza da Casa Batlló si trova Casa Milá, conosciuta anche come La Pedrera, un’altra, e l’ultima, delle famose dimore progettate da Gaudì. Ancora una volta lo stravagante architetto stupisce per la facciata particolare e ondulata. Entrando nell’edificio lo stupore continua, con i cortili interni al piano terra che offrono una vista su tutto l’edificio fino al tetto, dal quale filtra in abbondanza la luce naturale. Salite verso i vari piani per visitare alcuni degli appartamenti che sono aperti al pubblico, ma il punto forte è la terrazza sul tetto, con i suoi famosi camini e le splendide viste sulla città e su altre opere di Gaudí, in particolare la Sagrada Familia che si scorge in lontananza.

La Rambla

Oltrepassate Plaça de Catalunya e raggiungete una delle strade più famose della città: La Rambla.

La Rambla rappresenta il cuore di Barcellona e la sua anima più vivace: camminate per la strada curiosando nelle vetrine dei negozi, osservando i vari ristoranti e bar di tapas con tavolini all’aperto, le facciate degli edifici e gli artisti di strada che intrattengono i passanti.

Mercado La Boqueria

Circa a metà strada lungo La Rambla troverete l’entrata a La Boqueria, il mercato coperto più antico e famoso della città. Un tempo si trovava appena fuori dalle mura della città vecchia e oggi resta il luogo più popolare tra la gente del posto e i turisti per la sua vasta e deliziosa scelta di prodotti che spaziano dalla carne e pesce fino a frutta e dolci. Non mancano punti di ristoro e bancarelle di street food che rendono il mercato ideale per uno spuntino o un pranzo.

Mirador de Colom (Monumento a Colombo)

Riprendete la passeggiata sulla Rambla verso sud fino al termine del viale dove verrete accolti dalla vista di una grande colonna sormontata da una statua di Cristoforo Colombo, con la quale si commemora il suo primo viaggio nelle Americhe.

Porto di Barcellona

Siete ora giungi all’area portuale di Barcellona, dove troverete barche ormeggiate, compagnie che offrono crociere turistiche e belle passeggiate dove godersi la brezza marina e il profumo del mare.

Acquario di Barcellona o il Museo di Storia della Catalogna

Nella zona del porto si trovano l’Acquario di Barcellona e il Museo di storia della Catalogna che potete decidere di visitare a seconda dei vostri interessi e del tempo a disposizione.

L’acquario è una buona opzione per le famiglie, mentre il Museo di Storia della Catalogna vi condurrà in un viaggio nel passato della regione e dei suoi abitanti, dalla preistoria fino ai giorni nostri. Se non siete interessati a nessuna di queste due attrazioni, saltate questa tappa e dirigetevi direttamente al Barrio Gotico!

Barrio Gotico (quartiere gotico)

Il Barrio Gotico è la parte più antica della città ed è dove si “nascondono” alcuni dei luoghi più magici di Barcellona: è il luogo perfetto per concludere il primo giorno a Barcellona. Anche solo vagare tra le stradine strette e acciottolate del Quartiere Gotico è già di per sé un’esperienza, ma questa zona racchiude anche alcune attrattive popolari come il Museo del cioccolato, l’eccellente Museo Picasso, il Palau de la Musica Catalana, patrimonio mondiale dell’UNESCO e una cornice ideale per assistere ad uno spettacolo.

Dirigendovi più a ovest nel quartiere gotico, vi ritroverete di fronte all’imponente cattedrale gotica di Barcellona, dove vale la pena entrare per dare una sbirciatina ai dettagli architettonici interni.

Accanto alla cattedrale si trova il Gaudí Exhibition Centre, il primo museo interamente dedicato alla vita e alle opere dell’architetto catalano Antoni Gaudí.

Giorno 2: Sagrada Familia, Parc Güell e Barceloneta

Sagrada Familia

Il secondo giorno a Barcellona dedicatelo all’esplorazione della parte più nord-orientale della città e ad alcune delle principali attrazioni della città, a partire dalla famosa Sagrada Familia, emblema della città e il maggiore capolavoro (incompleto) di Gaudí. La costruzione iniziò nel 1882 e, attualmente, l’opera non è ancora completata ma nonostante ciò gran parte della basilica è aperta al pubblico. Vi consiglio di acquistare il biglietto online in anticipo e arrivare molto presto per evitare la troppa folla.

Parc Güell

Situato sulle colline a nord della città, il Parco Güell è un’altra delle opere di Gaudì, ma è un po’ diverso dalle altre, essendo un grande parco con una serie di installazioni da ammirare e visitare.

Ci sono due sezioni, una a pagamento (Zona Monumentale) e una gratuita ma vale la pena pagare il biglietto per ammirare le attrazioni del parco. Passeggiate sui sentieri che si diramano fra case, mosaici, terrazze, sculture e molto altro.

Gràcia

Approfittate della visita a Parc Güell per esplorare il quartiere che lo racchiude, Gràcia. La sua posizione sopraelevata regala ampie vedute sul Mediterraneo e il quartiere ospita un vivace mix di gente del posto, giovani ed expat che si ritrovano nei ristoranti etnici, nei mercati di quartiere e nei bar vivaci. 

Barceloneta

Non importa in quale periodo dell’anno viaggiate, in quanto il clima mite tutto l’anno fa sì che sia sempre possibile rilassarsi in una delle numerose spiagge della città.

Anche se non è tempo da bagno in acqua, passeggiate lungo la spiaggia di Barceloneta, sedetevi sulla terrazza di un bar sorseggiando un drink accompagnato da tapas e ammirate il mare e il via vai di ragazzi in skateboard, venditori ambulanti e coppiette che passeggiano.

Nelle vicinanze c’è anche il Casinò, dove potete concludere la serata oppure ritornate verso il centro per gli ultimi acquisti e uno spettacolo di flamenco.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).