3 giorni in Spagna

La Spagna è un paese così ricco di luoghi ed esperienze incredibili che la possibilità di itinerari sono davvero infinite. In soli tre giorni è d’obbligo fare una scelta mirata per sfruttare al meglio il poco tempo a disposizione e limitarsi a visitare una determinata città, come Barcellona o Madrid, o vedere i luoghi principali di una specifica regione come l’Andalusia o una delle isole Canarie. In questo articolo troverete alcune interessanti proposte di itinerario tra cui scegliere per una vacanza che si sposi bene ai vostri interessi. Se avete più giorni a disposizione e volete qualche spunto per programmare il viaggio, leggete i miei itinerari di “5 giorni in Spagna” e “10 giorni in Spagna”. 

Itinerario n. 1: Barcellona e Costa Brava

Questo tour della città di tre giorni vi permette di vedere una delle metropoli più vivaci e culturalmente affascinanti del mondo, Barcellona, alternata ad un’escursione sulla bellissima Costa Brava.

Giorno 1: Arrivo a Barcellona

Un volta giunti a Barcellona lasciate i bagagli in hotel e partite all’esplorazione della città. Dirigetevi verso Las Ramblas, la principale arteria pedonale che va dallo storico Quartiere Gotico fino alla spiaggia della Barceloneta e per avere un’idea dei gusti e dei sapori della Catalogna, visitate il mercato La Boqueria, il più grande mercato coperto della città. Nel pomeriggio cercate di ritagliarvi del tempo per vedere La Sagrada Familia, la famosa cattedrale simbolo di Barcellona.

Giorno 2: Tour sulla Costa Brava

Il secondo giorno dirigetevi a nord verso la Costa Brava, una sezione di costa incontaminata che si estende fino al confine con la Francia. Si può raggiungere in un’ora con l’auto o i mezzi da Barcellona In estate diventa una meta imperdibile per gli amanti del mare: troverete pittoresche località e belle spiagge dove trascorrere una giornata al sole, nuotando o facendo snorkeling prima di tornare a Barcellona. Tra le località più popolari ci sono Lloret de Mar, amata dai giovani, e Tossa de Mar, perfetta in ogni stagione grazie alle sue tante attrazioni culturali.

Giorno 3: Barcellona

L’ultimo giorno approfittatene per fare un giro nel Quartiere Gotico, visitare musei, passeggiare nel Parco de la Ciutadella o rilassarvi in spiaggia a Barceloneta prima del volo di ritorno.

Itinerario n. 2: Madrid e Toledo

Questa avventura si incentra a Madrid, la capitale spagnola, con una gita fuori porta a Toledo.

Giorno 1: Arrivo a Madrid

Subito dopo l’arrivo nella capitale spagnola, recatevi in hotel per il check-in e poi uscite a visitare la capitale. Partite dai luoghi più famosi, come la Puerta del Sol e le sculture di ispirazione greca presso la Fontana di Cibeles. Passeggiate lungo il viale di boutique Gran Via e visitate i musei che più vi interessano: con gallerie come quelle del Museo della Reina Sofia ed El Prado c’è davvero l’imbarazzo della scelta. La sera andate al Barrio Las Letras, lo storico quartiere letterario, dove fare sosta in autentici bar di tapas.

Giorno 2: Gita a Toledo

Al mattino fate una passeggiata nel Parco del Retiro e dopo pranzo prendete un treno veloce per Toledo, distante 30 minuti – un’ora dalla capitale. Questa cittadina patrimonio mondiale dell’UNESCO offre belle vedute e un caratteristico centro storico pieno di gioiellerie e negozi.

Giorno 3: Madrid

Il terzo giorno prendetevi le ultime ore a Madrid per vedere ciò che non siete riusciti a visitare il primo giorno. Guardate i musicisti rallegrare Plaza Mayor, fate tappa al Mercado San Miguel per acquistare prodotti locali e passeggiate tra bar e ristoranti del Barrio La Latina. Salutate Madrid con un altro giro di tapas!

Itinerario n. 3: Maiorca

Se viaggiate in estate probabilmente vorrete trascorrere il vostro tempo all’aperto e in spiaggia, perciò niente di meglio che godersi un viaggio a Maiorca, la principale delle isole Baleari. Ricca di insenature e baie nascoste, siti storici e spiagge di sabbia bianca, Maiorca è perfetta per chi vuole una vacanza che unisca natura e cultura.

Giorno 1: Arrivo a Palma di Maiorca

Arriverete a Palma, la capitale di Maiorca. Per ottimizzare i tempi, vi consiglio di noleggiare un’auto per spostarvi con rapidità. Potete scegliere Palma di Maiorca come base della vostra vacanza per non allontanarvi troppo dall’aeroporto oppure optare per una delle località balneari dell’isola. Trascorrete qui la prima giornata. Potete visitare il centro storico con la sua bellissima cattedrale, ammirare i panorami costieri dal porto e trascorrere qualche ora al mare. Ci sono tante spiagge nei dintorni ma la più famosa è Cala Major.

Giorno 2: Serra de Tramuntana

Serra de Tramuntana, a Maiorca.
Serra de Tramuntana, a Maiorca.
Il secondo giorno dirigetevi verso il lato occidentale dell’isola per un’escursione sulle montagne Tramuntana. Questa catena montuosa regala bellissimi paesaggi sul mare e sull’entroterra rivestito da vigneti e uliveti. Ci sono tanti sentieri escursionistici dove passeggiare fermandosi in piccoli villaggi.

Giorno 3: Sóller o Port d’Andratx

L’ultimo giorno del viaggio potete scegliere di visitare Sóller o Port d’Andratx a seconda dei vostri gusti e del tempo a disposizione prima del volo di ritorno. Sóller è un borgo dove il tempo sembra essersi fermato e l’esperienza più bella è proprio il treno storico in legno che conduce a Sóller, che viaggia a ritmo lento, permettendo di godersi il paesaggio rurale. Se invece amate le atmosfere glamour visitate Port d’Andratx, la località più esclusiva di Maiorca.

Itinerario n. 4: Viaggio in Andalusia

In questo itinerario di 3 giorni nella regione spagnola dell’Andalusia, vedrete le tre città più belle (Siviglia, Córdoba e Malaga) di una regione che coniuga storia moresca e la tradizionale arte del flamenco. 

Giorno 1: Arrivo a Siviglia

Il viaggio inizia con l’arrivo a Siviglia, una città che vanta alcune dei gioielli architettonici più unici della Spagna. Tra le cose da non perdere qui ci sono la Cattedrale di Siviglia (la più grande cattedrale gotica del mondo) e l’Alcázar neo-moresco, con i suoi giardini opulenti. Alla sera cercate un locale che proponga spettacoli di flamenco.

Giorno 2: Córdoba

In 40 minuti di treno potete raggiungere Córdoba, nota per alcune attrazioni come l’ex moschea Mezquita e l’Alcázar di Córdoba, dove Cristoforo Colombo ha negoziato il suo viaggio verso ovest alla ricerca delle Indie. Fate una passeggiata anche nel vecchio quartiere ebraico dove troverete tante botteghe e la particolarissima Calleja de las Flores, un vicolo inondato di fiori!

Giorno 3: Malaga

Partite al mattino presto dell’ultimo giorno per raggiungere in poco più di un’ora di treno la città costiera di Malaga. Qui non perdetevi il palazzo fortificato moresco dell’Alcazaba e la zona della Città Vecchia. Se volete concedervi un po’ di relax prima della partenza, sorseggiate un drink in uno dei bar del porto o stendetevi al sole sulla sabbia dorata della Playa de la Malagueta, la spiaggia cittadina.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).