Sennyu-ji

Chiamato comunemente Mitera o Midera, il tempio di Sennyu-ji è un piccolo gioiello forse poco conosciuto dai turisti, ma che vale la pena visitare. É situato lontano dal frastuono della città e circondato da una meravigliosa area verde.

É uno dei templi più importanti del Buddismo Shingon ed è situato a Higashiyama, Kyoto. L’importanza di questo tempio ha fatto si che molti imperatori e nobili desiderassero essere seppelliti in questo luogo perciò ancora oggi è visibile il mausoleo imperiale con le tombe degli imperatori Shijo, Go-Horikawa, Go-Mozono e altri ancora.

Mappa:

Nome: Sennyu-ji
Orario: Dalle 9 alle 16:30. Fino alle 16 in inverno.
Costo a persona: 500yen


Nelle vicinanze:

tofuku-jiA 690 metri
fushimi-inari-headerA 1466 metri
kiyomizudera-headerA 1880 metri
chibo-headerA 1983 metri
coco-ichibanya-headerA 2029 metri
nakau-fA 2082 metri

La storia del tempio

Il tempio risale al periodo Heian e in origine era un eremo in cui risiedeva l’imperatore Kouhou-Taishi. Il tempio rendeva omaggio a Amida Buddha, Shaka Buddha, e Miroku Buddha. Nel corso dei secoli l’edificio e questo luogo caddero nell’oblio, ma furono successivamente riscoperti e rinnovati durante il XIII secolo. Il monaco Shunjo ristrutturò ed ampliò il tempio in stile Sung e questo luogo ritornò così agli antichi splendori.

A passeggio nel tempio

All’entrata del tempio si trova una maestosa porta in legno. Oltrepassata la porta, vi ritroverete di fronte ad una serie di edifici che compongono il complesso del tempio. Tra questi il tempio centrale è il Butsuden, costruito nel 1668, che ospita all’interno una splendida statua di Buddha. Sul tetto del Butsuden ci sono due elementi decorativi raffiguranti due orchi e si dice che guardandoli da lontano si riesce a scorgere il luccichio dei loro occhi. Se volete convolare a nozze provate ad osservarli: secondo un’antica credenza, chi riesce a vedere i loro occhi si sposerà presto! Visitate poi Shariden o sala delle reliquie, l’edificio probabilmente più importante, al cui interno sono custodite le ceneri di Buddha. Proseguendo troverete altri due edifici, il tempio Reimyouden e la residenza Gozasho in cui la famiglia imperiale era solita trascorrere le vacanze e riposarsi; questa dimora fu spostata qui dal Palazzo Imperiale di Kyoto e vanta dei meravigliosi giardini giapponesi: trascorrete del tempo a passeggiare in questa meravigliosa area verde. Poi procedete verso Kaiedo, un tempio buddista meta di tantissimi pellegrini e fedeli che qui si riuniscono per pregare di fronte alle 20 statue del Buddha. Il tempio Sennyu-ji ospita anche opere d’arte molto importanti, tra cui due grandi dipinti nehan-zu, in cui è ritratto il Buddha in punto di morte e che rappresentano i quadri più grande del Giappone; purtroppo è possibile ammirarli solo in rare occasioni in quanto non vengono quasi mai esposti in pubblico. Infine c’è il cimitero degli imperatori, chiamato Tsukinowa-misagi, che ospita le tombe di imperatori e nobili seppelliti qui tra il XVII e il XIX secolo.

Il periodo migliore per visitare questo luogo è probabilmente la primavera, quando il verde e i colori dei fiori che incorniciano gli edifici fanno emergere ancora di più la loro bellezza.

Una travagliata storia d’amore

La principale attrazione del luogo si trova alla sinistra della porta di accesso di Sennyu-ji: il tempio Yokihi-Kannondo. Al suo interno potrete ammirare un tesoro di grande valore culturale per il Giappone, la statua di Yang Guifei Kannon-zo, una scultura che nasce dalla fusione tra due figure: Kannon, il Bodhisattva della compassione e l’imperatrice Yang Guifei, appartenente della dinastia cinese Tang. Si tratta di una statua molto antica che fu costruita in Cina nel 230 e poi importata in Giappone. Questa attrazione attira molti turisti e, fra loro, anche tanti innamorati e donne affascinati dalla storia di questa scultura; non si tratta, infatti,  semplicemente di una statua, ma di un dono d’amore realizzato dall’imperatore cinese Xuanzong per l’amata imperatrice Yang Guifei: e questo si dice sia il segreto della bellezza di questa opera.

La storia di questo amore è molto nota in Giappone; si narra che Yang Guifei fosse una delle tre donne più belle del pianeta e proprio la sua bellezza fece innamorare l’imperatore Xuanzong. L’ascesa al potere della dinastia Yang fece però scatenare una rivolta, quella che viene chiamata la Rivolta di An Shi, durante la quale Yang Guifei venne uccisa. Molte donne giapponesi fanno visita al tempio per pregare Yang Guifei: si dice che chi prega di fronte alla statua riceve il dono della bellezza! Tentar non nuoce! Se volete potete anche acquistare nelle bancarelle situate nei pressi del tempio un piccolo amuleto per favorire la bellezza.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!