Tempio Toji

Quando il Tempio Toji venne fondato agli inizi del periodo Heian, Kyoto era appena stata nominata capitale del Giappone. All’epoca il tempio si ergeva all’entrata meridionale della città ed era considerato uno dei templi “guardiani” e protettori di Kyoto, assieme al vicino Tempio Saiji, andato distrutto nel corso dei secoli. Il tempio si trovava sul lato est dell’entrata alla città e proprio da questa sua posizione ne deriva il nome, che significa “tempio ad est” in opposizione al Tempio Saiji, il “tempio ad ovest”.

Perché visitare il tempio?

Il tempio Toji acquisì una certa importanza quando alla guida venne nominato il famoso monaco Kobo Daishi, fondatore del Buddismo Shingon. Kobo Daishi fu colui che fece aggiungere al complesso molti degli edifici in legno che si possono ammirare ancora oggi.

Il tempio è stato inserito nella lista dei siti Patrimonio dell’Umanità UNESCO per i suoi tesori architettonici e la sua storia affascinante, oltre che la sua importanza religiosa, lo rendono uno dei luoghi di Kyoto che vale assolutamente la pena visitare.

Gli edifici del Tempio Toji

Il complesso del Tempio Toji è formato da numerosi edifici importanti tra cui la Sala Kondo, la sala principale e quella più grande del tempio. Distrutta da un incendio sul finire del 1400, venne ricostruita agli inizi del periodo Edo in uno stile architettonico tipico dell’epoca e si è conservata fino ai giorni nostri; al suo interno custodisce il principale oggetto di venerazione del tempio, una statua in legno del Buddha della Medicina Yakushi Nyorai affiancato da due Bodhisattva. I fedeli vengono qui solitamente per pregare di restare in ottima salute o guarire dalle malattie.

Proprio adiacente alla sala principale si trova una sala dedicata alle letture, chiamata Kodo, anch’essa ricostruita dopo l’incendio del 1400; qui potrete ammirare 19 statue importate da Kobo Daishi dalla Cina e raffiguranti altri Buddha e divinità.

Lasciate alle spalle le sale Kondo e Kodo, si raggiunge la pagoda del tempio che con i suoi 57 metri rappresenta la più alta pagoda del paese ed è divenuta un simbolo sia di questo luogo sacro che di Kyoto stessa. Apprezzata sia da cittadini che dai turisti, si può scorgere la sua sagoma da vari punti della città e questo la rende di certo uno dei profili più riconoscibili di Kyoto. La pagoda conta 5 piani, di cui però solo il primo è accessibile al pubblico in rare occasioni: al suo interno espone quattro piccole statue del Buddha e pareti riccamente decorate da dipinti.

Nei pressi della sala Kodo si trova un altro edificio chiamato Jikido ed un tempo era la mensa dei monaci, ma oggi è adibito a negozietto di souvenir e oggetti sacri dove potete fare tanti acquisti interessanti.

Un’altra struttura che vale la pena visitare è la sala Miedo, ovvero la sala del fondatore, dove è custodita una statua di Kobo Daishi che però non è sempre esposta al pubblico. L’edificio risale al 1380 ed in origine era la residenza di Kobo Daishi. Si trova in un’area separata dal complesso principale ed è ad accesso gratuito.

Il Museo Homotsukan

Il museo si trova un po’ in disparte rispetto al complesso ed è in sostanza la sala dei tesori del tempio, in cui si può ammirare una splendida collezione di oggetti religiosi, opere d’arte e reperti storici di proprietà del tempio. Tenete presente però che il museo è aperto solo fine marzo a fine maggio e ancora da fine settembre a fine novembre e applica una tariffa di ingresso separata rispetto al biglietto di entrata del tempio.

Il mercatino delle pulci

Il 21 di ogni mese, il Tempio Toji diventa la cornice di un popolare mercatino delle pulci che si svolge dal mattino presto fino a metà pomeriggio attorno alle 16:30 attirando tantissimi appassionati di shopping e residenti. Le bancarelle sono ricolme di oggetti di seconda mano e antiquariato, con abiti, sculture, kimono vintage, set di porcellana per il tè, piante e bonsai, giocattoli e naturalmente non manca spazio per lo street food. Potrebbe rivelarsi una tappa interessante per acquistare souvenir e articoli unici a ottimi prezzi ed è inoltre un’ottima occasione per vedere il tempio, solitamente molto tranquillo, avvolto in una vivace atmosfera di festa. Se amate l’antiquariato, la prima domenica del mese si svolge un piccolo mercato specializzato in oggetti d’antiquariato.

Come arrivare

Il tempio Toji si trova a 15 minuti a piedi dalla stazione centrale di Kyoto, ma volendo potete arrivare fino alla più vicina stazione Toji con la linea Kintetsu Kyoto Line.

Informazioni generali per la visita

Il tempio è aperto tutti i giorni dalle 8:00 alle 17:00. Il costo di ingresso è solitamente di 500 yen che diventa però 800 yen nelle occasioni speciali in cui la pagoda è aperta al pubblico.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!