Quando andare a Pechino

Pechino è una metropoli storica e moderna: numerosi hotel, centri commerciali e grattacieli affiancano i ristorantini tipici e le attrazioni storiche, eredità del glorioso passato millenario del Paese. I turisti restano incantati mentre passeggiano nella Città Proibita ed è bello perdersi tra i  pittoreschi vicoli hutong, sui quali si affacciano antiche case in legno. In questa sconfinata metropoli non mancano i parchi di divertimenti, le aree verdi e i giardini botanici, le grandi piazze, tra cui la più celebre Tienanmen, che le conferiscono ulteriore fascino e bellezza. Per non dimenticare poi la gastronomia, con la sua moltitudine di sapori agrodolci, piccanti e speziati che ormai hanno conquistato tutto il mondo.

E poi, più in là, si estende la Grande Muraglia, una delle otto meraviglie del mondo, e tutt’intorno alla città si presenta uno scenario naturale davvero suggestivo, in cui si alternano cime montuose ricoperte di foreste che a valle lasciano spazio a piantagioni e piccoli villaggi rurali.

Per questa sua ricchezza, Pechino è diventata una delle destinazioni turistiche più famose al mondo e sono sempre di più i viaggiatori che la scelgono per le proprie vacanze. Se anche voi siete tra questi, forse vi starete chiedendo qual è il periodo migliore per andare a Pechino: come la maggior parte delle metropoli, ogni periodo dell’anno è ottimo per una vacanza, ma è necessario considerare le attività che si hanno in programma e le proprie aspettative; se ad esempio volete fare un tour alla Grande Muraglia tenete presente che in inverno le temperature sono piuttosto rigide e non mancano le nevicate, quindi se mal sopportate il freddo potrebbe non essere il momento ideale. Per chi ha un disponibilità economiche limitate, se non ci sono vincoli per quanto riguarda le date delle vacanze, potrebbe essere conveniente viaggiare in bassa stagione, evitando le festività nazionali e approfittando degli sconti di hotel e voli; esplorare la città quando ci sono pochi turisti permette di godersi un’atmosfera un po’ più tranquilla nelle attrazioni e fare meno code. Se siete interessati a sapere com’è il clima di Pechino e quali sono le condizioni climatiche che caratterizzano ogni stagione, eccovi una panoramica che include anche gli eventi principali di ogni periodo.

Il clima di Pechino

Il clima di Pechino è caratterizzato da quattro stagioni ben distinte, con autunni e primavere molto brevi che si alternano ad estati ed inverni lunghi.

La primavera dura da marzo alla fine di maggio e sebbene le precipitazioni siano scarse e le temperature piacevoli (tra 10 e 24°C), sono probabili tempeste di sabbia e polvere e venti forti. Mettete in valigia vestiti leggeri dunque, ma anche giacche e maglie più pesanti, specialmente per la sera quando le temperature calano anche di diversi gradi rispetto al giorno. Se vi cimentate in attività all’aria aperta portate indumenti ed accessori per proteggervi dal vento e dalla sabbia: indossate degli occhiali da sole e portate con voi un collirio nel caso vi andasse della sabbia negli occhi; se lo ritenete necessario indossate anche una mascherina antismog.

L’estate (giugno- settembre) sopraggiunge con caldo intenso, temperature che sfiorano i 40°C e un’elevata umidità. Le precipitazioni abbondanti portano un po’ di sollievo e tregua dal caldo afoso, ma è bene essere preparati: non dimenticatevi di tenere sempre a portata di mano una giacca antipioggia o un ombrello; allo stesso tempo è importante proteggersi dal sole con un cappellino, occhiali da sole e crema ad alta protezione.

L’autunno (settembre-novembre) viene spesso indicato come il periodo migliore per visitare Pechino dal punto di vista climatico. Le lunghe giornate di sole e le temperature piacevoli (tra 8 e 18°C) invogliano a stare all’aria aperta, passeggiare per la città ed avventurarsi nei percorsi di trekking nella natura: è il momento migliore per un tour alla Grande Muraglia Cinese! Mettete in valigia indumenti e giacchetti leggeri, ma portate anche qualcosa di più pesante per la sera, quando l’aria si fa un po’ più fredda.

Il lungo inverno (novembre-marzo) si fa sentire con temperature che spesso scendono al di sotto dello zero e che potrebbero non piacere a chi non sopporta il freddo. C’è da dire però che il clima è comunque asciutto e le giornate soleggiate, quindi visitare la città è piacevole, a patto che vi proteggiate dal freddo con indumenti pesanti, sciarpa, guanti, berretta, scarpe impermeabili e una giacca ben imbottita. Per chi ama gli sport invernali è il momento ideale per divertirsi sulle montagne innevate che circondano Pechino.

Marzo – Aprile – Maggio

La primavera risveglia la natura: gli alberi in fiore e la vegetazione color verde brillante sono una delizia per gli occhi. È il momento preferito dagli appassionati di attività all’aria aperta che possono finalmente dedicarsi al trekking e prendere parte ad un’escursione alla Grande Muraglia che in questo periodo regala panorami incantevoli: non dimenticatevi la macchina fotografica! Anche chi resta in città può approfittarne per passeggiare nei parchi e nei giardini botanici. Nonostante il clima piacevole e le temperature fresche  questi mesi sono caratterizzati anche da sporadiche tempeste di sabbia e polvere: in questo caso è consigliabile optare per attività al chiuso specialmente per chi soffre di problemi respiratori o asma.

Pur non essendo alta stagione, i mesi primaverili segnano un aumento significativo dell’affluenza turistica e ciò significa che i prezzi di hotel e voli cominciano a lievitare man mano che ci si avvicina all’estate. Tuttavia non siamo ancora ai livelli del periodo estivo, quindi le principali attrazioni non sono ancora troppo affollate e le code sono abbastanza scorrevoli, escludendo i giorni in cui ci sono festività ed eventi particolari. Se desiderate viaggiare in questo periodo vi suggerisco di prenotare con un certo anticipo, scongiurando così il pericolo di non trovare più posto.

Eventi principali:

  • Pure and Bright Festival (primi giorni di aprile). Questo festival celebra l’inizio della primavera e il risveglio della natura. È anche un momento di ritrovo familiare: molti Cinesi fanno visita alle tombe dei propri cari per omaggiarli con fiori freschi e ci si dedica ad attività all’aperto; i parchi si riempiono di famiglie che si ritrovano per un picnic o per far volare gli aquiloni.
  • International Long-Distance Running Festival (17 aprile). Si tratta del più grande evento sportivo della città, una lunga maratona a cui partecipano atleti e amatori provenienti da ogni parte del mondo. Il tragitto passa nel cuore storico di Pechino arrivando fino allo stadio; lungo il percorso ci sono vari stand in cui sostare a bere e a mangiare. Per gli sportivi è un modo unico di visitare la città.
  • Festa dei lavoratori (1–3 Maggio). Rappresenta una delle cosiddette “settimane d’oro” per il turismo cinese, proprio perché essendo una festività nazionale di 3 giorni spesso i Cinesi ne approfittano per concedersi una settimana di vacanza. Ciò significa che hotel, ristoranti e attrazioni sono gremiti e nella città si svolgono numerosi eventi all’aperto, concerti, mercatini e festival.
  • Youth Day (4 maggio). Questa festività ricorda il Movimento patriottico del 4 maggio 1919 attraverso una serie di iniziative, cerimonie e celebrazioni dedicate ai giovani.
  • Huangyaguan Great Wall Marathon (terzo sabato di maggio). Un’altra maratona che questa volta però si corre lungo la Grande Muraglia, in un percorso piuttosto difficile che include 3.700 scalini. A rendere la corsa più piacevole è il meraviglioso scenario naturale che circonda la Muraglia.

Giugno – luglio – agosto

Il caldo e l’afa accolgono i turisti che arrivano a frotte all’aeroporto di Pechino: inizia così l’estate e l’alta stagione turistica. Fuori dalla città è un po’ più fresco, perciò è comunque un periodo buono per fare escursioni e visitare la Grande Muraglia, ma mettete in conto gli improvvisi e frequenti temporali estivi: sarete comunque ripagati dalla bellezza di paesaggi verdi e fioriti.

Per chi punta al risparmio o per chi predilige un’atmosfera più tranquilla potrebbe non essere il periodo ideale: i prezzi di hotel e voli sono alle stelle e le principali attrazioni sono affollate; è consigliabile programmare il viaggio con un certo anticipo e prenotare tutto per tempo. Ma d’altra parte, se caldo e prezzi non vi spaventano, ci sono tanti lati positivi: l’estate è il periodo degli eventi all’aperto, quindi è facile trovare concerti, mercatini e festival in giro per la città.

Eventi principali:

  • International Children’s Day (1 giugno). La giornata internazionale dei bambini trasforma la città in un grande parco giochi dedicato ai più piccoli, con attività, bancarelle e parate.
  • Dragon Boat Festival (giugno). In questa giornata Cinesi e turisti si radunano lungo le sponde del fiume per assistere alle gare tra imbarcazioni a forma di drago.

Settembre – Ottobre

I colori caldi dell’autunno regalano una cornice romantica a chi si avventura nei sentieri di trekking o percorre la Grande Muraglia; gli aceri di Frangrant Hills e della sezione Badaling della Muraglia si accendono di un rosso fuoco che ben si sposa ai toni dorati e marroncini delle montagne circostanti. Non dimenticatevi di portare con voi la macchina fotografica!

Ma anche per chi preferisce girare in città è un ottimo periodo, considerate le temperature piacevoli e il clima secco. L’afa e la folla di turisti è ormai un lontano ricordo anche se in questo periodo registra comunque una buona affluenza di visitatori. I prezzi cominciano progressivamente ad abbassarsi, in particolare man mano che ci si avvicina a novembre, ma non aspettatevi grossi risparmi e sconti.

Eventi principali:

  • Mid-Autumn Festival (metà settembre). È una delle maggiori festività in tutta la Cina ed un evento imperdibile per i turisti. Si tratta di un festival legato ad antiche tradizioni: in passato si svolgeva per ringraziare la luna e celebrare il raccolto estivo attraverso offerte e composizioni artistiche. Oggi si festeggia con mercatini dedicati all’artigianato e all’arte locale presso i templi, crociere notturne lungo i fiumi per ammirare la luna piena con tanto di tè e torta mooncake, spettacoli di danza e musica tradizionali e tante altre attività.
  • 798 Art Festival (fine di settembre). Il quartiere artistico 798 (distretto Chaoyang) di Pechino è il cuore dell’arte contemporanea: qui sorgono gallerie d’arte, spazi espositivi, negozi di moda e studio privati di design e arte. Il festival è una grande occasione per gli amanti dell’arte che possono prendere parte a mostre, seminari, laboratori e tante altre attività.
  • Beijing Chrysanthemum Festival (dal 10 settembre al 26 ottobre). Il crisantemo è uno dei fiori tradizionali cinesi e durante questo evento è possibile ammirare e acquistare questi fiori in vari punti della città.
  • National Day (1 ottobre). Una giornata dedicata ai padri fondatori della Repubblica Popolare Cinese, che vengono omaggiati con grandi parate, cerimonie, spettacoli, fuochi d’artificio e mostre in ogni angolo di Pechino. Per i Cinesi si tratta di un’altra “settimana d’oro” perché sono previsti 3 giorni di ferie, che vengono uniti ai weekend in modo da fare una settimana di vacanza. La prima settimana di ottobre hotel, ristoranti e mezzi di trasporto potrebbero quindi essere più affollati del solito, perciò prenotate per tempo.
  • Red Leaf Festival a Fragrant Hill (12 ottobre-10 novembre). Durante questo festival Cinesi e turisti si riuniscono nel parco di Fragrant Hill per ammirare gli splendidi colori rossi degli aceri. Oltre a questo spettacolo della natura, i visitatori possono percorrere i vari sentieri che attraversano il parco, fermandosi a visitare le varie attrazioni, come il tempio, un’antica villa e altre costruzioni.

Da novembre a marzo

Come già anticipato l’inverno di Pechino è molto rigido, ma se amate i paesaggi innevati potrebbe essere il momento ideale per visitare la città. Le montagne ricoperte da una spessa coltre di neve offrono uno scenario fiabesco, apprezzato in particolare da bambini e appassionati di sport invernali. Se si escludono le festività, i mesi invernali sono piuttosto tranquilli dal punto di vista turistico; la bassa stagione potrebbe però allettare chi punta al risparmio, poiché in questo periodo i prezzi scendono al minimo, con offerte speciali e promozioni davvero convenienti sia sugli hotel che sui voli. L’inverno è anche la stagione dei saldi, che iniziano dopo le festività di Natale e Capodanno:  ideale per chi ama fare shopping! Anche le attrazioni turistiche si svuotano e così è possibile godersi le meraviglie di Pechino in totale tranquillità e senza fare lunghe code. Ma non pensiate che l’inverno sia noioso, anzi! È periodo che in assoluto registra il maggior numero di eventi e festival tutti dedicati alla neve! L’atmosfera si surriscalda in occasione delle festività quando hotel, ristoranti e mezzi di trasporto si riempiono e i vari eventi animano ogni angolo della metropoli.

Eventi principali:

  • The Bird’s Nest Ice and Snow Festival (25 dicembre – 28 febbraio). Un festival della neve dedicato alle principesse Disney, con diverse aree giochi, spettacoli, pista di pattinaggio sul ghiaccio, labirinti di neve e tante mostre interattive. Ideale per chi viaggia in famiglia.
  • Longqing Gorge Ice and Snow Festival (9 gennaio – 27 febbraio). Questo festival del ghiaccio e della neve si svolge nella splendida cornice della gola Longqing, a nord di Pechino; in questa occasione è possibile ammirare sculture di ghiaccio, assistere a spettacoli di fuochi d’artificio, danze e cerimonie. Si praticano inoltre tante attività sportive sulla neve.
  • Yuyuantan Park Ice and Snow Festival (1 gennaio – 15 febbraio). Un altro festival dedicato alla neve, che si svolge nel parco Yuyuantan, nel quartiere Haidian. Ci sono tante attività per adulti e bambini, con aree giochi e discese da fare in slittino.
  • Natale e Capodanno. Nonostante non siano festività tipicamente cinesi, strade, negozi, attrazioni e ristoranti vengono addobbati per l’occasione. Tutte le attività restano aperte anche nei giorni di festa e in ogni zona della città vengono organizzati eventi, come mercatini di Natale, cori presso le chiese cristiane, spettacoli di musica dal vivo e festival culturali. L’anno nuovo viene accolto con spettacoli in piazza, fuochi d’artificio e cene di gala.
  • Capodanno Cinese (gennaio/febbraio). Conosciuto anche come Festival di Primavera, il capodanno cinese è in assoluto la festività più importante. Gli uffici sono chiusi, le famiglie si ritrovano per festeggiare e cenare assieme. Le strade, le case e i monumenti vengono addobbati di rosso e hanno luogo parate, spettacoli di fuochi d’artificio, mercatini e danze. È sicuramente un evento da non perdere, ma è consigliabile prenotare per tempo.
  • Festival delle Lanterne (febbraio/marzo). Questo evento segna la fine dei festeggiamenti dell’anno nuovo. Le famiglie si ritrovano all’aperto per far volare in aria o rilasciare nei corsi d’acqua le proprie lanterne: il cielo sopra Pechino diventa un grande mare luminoso che incanta tutti gli spettatori.