Isole Kerama

Nonostante non si pensi al Giappone come meta per una “vacanza tropicale”, la Terra del Sol Levante riserva tanti luoghi da sogno per chi desidera crogiolarsi al sole, praticare snorkeling e immersioni e al tempo stesso scoprire un volto meno turistico del Giappone. Un esempio sono le  Isole Kerama, situate ad appena 40 chilometri dalla più conosciuta Isola Okinawa: è un piccolo arcipelago composto da 22 tra isole e isolette, di cui solo 4 sono abitate. Sono state dichiarate Parco Nazionale, in quanto immerse in uno scenario marino unico, con spiagge bianche, acque limpidissime e popolate da pesci tropicali che le rendono perfette per gli amanti dello snorkeling e delle immersioni. Non mancano foreste lussureggianti dove entrare in contatto con la flora e la fauna locale e passeggiare lungo i pendii delle colline per ammirare il panorama dall’alto. Con la loro atmosfera tropicale, i ritmi rilassati e uno stile di vita semplice, ancora votato alle antiche tradizioni, le isole Kerama rappresentano un rifugio perfetto per sfuggire al caos e alla frenesia delle grandi metropoli giapponesi.

Il clima è mite tutto l’anno, sebbene da aprile a novembre sia la stagione migliore per andare al mare; da gennaio a marzo è invece possibile avvistare le balene al largo della costa durante la loro migrazione.

Cosa fare e cosa vedere alle Isole Kerama

Isola Zamami

isola-zamami

L’Isola Zamami è la seconda isola più grande dell’arcipelago, ma la destinazione balneare più popolare. Le due maggiori spiagge dell’isola, caratterizzate da sabbia bianca e un mare cristallino, si trovano a breve distanza dal villaggio e dal porto, ma non mancano altre attrattive nell’entroterra, dominato da un paesaggio collinoso e ricoperto di foreste con vari punti panoramici da cui osservare il paesaggio. Percorsi di trekking, tour in barche dal fondo in vetro, immersioni e snorkeling sono alcune delle attività che si possono praticare sull’isola.


Isola Tokashiki

isola-tokashiki

La più grande delle Isole Kerama è seconda in popolarità rispetto all’Isola Zamami, nonostante offre un paesaggio simile e bellissimo, con diverse spiagge da cartolina a puntellare la costa, mentre nell’interno dell’isola prendono spazio rigogliose foreste tropicali nelle quali si diramano percorsi di trekking che conducono a punti panoramici sopraelevati.
Anche su quest’isola si possono praticare tante attività, dallo snorkeling alle immersioni fino alle passeggiate nella natura.


Come arrivare

Il modo migliore per raggiungere le isole Kerama è in traghetto da Naha, sull’Isola Okinawa, sebbene le isole abbiano anche un proprio aeroporto che però non offre voli regolari né frequenti.

Dal porto di Naha è possibile optare per navi veloci o traghetti diretti all’Isola Tokashiki o all’Isola Zamami, in quest’ultimo caso facendo tappa all’Isola Aka. Per raggiungere l’Isola Tokashiki  si impiegano circa 35 minuti con la nave veloce mentre dura un’ora circa il tragitto fino all’Isola Zamami. Le isole sono a loro volta collegate da una rete di traghetti che permette di spostarsi da una all’altra.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!