Castello Shuri

Patrimonio Mondiale dell’UNESCO sin dal 2000, il Castello Shuri è un luogo fiabesco, in cui ancora oggi si rivivono i racconti del prosperoso Regno delle Ryukyu, del quale il castello rappresentava il centro politico, culturale e degli affari, nonché la residenza dei sovrani.

Il suo stile è un mix di influenze cinesi e tradizione giapponese che rende la fortezza un eccezionale capolavoro architettonico dall’enorme valore storico e culturale. Di certo è un castello che si differenzia enormemente dalle altre fortezze nipponiche e proprio per questo è un luogo da non perdere.

Situato a Naha, nell’Isola Okinawa, si erge su una collina e dalla sua posizione sopraelevata domina ancora la città dall’alto, come se nulla fosse cambiato rispetto al passato, ma oggi non sono più i sovrani a controllare il territorio circostante, bensì schiere di turisti che si godono il meraviglioso panorama, spaziando con lo sguardo dalla città al mare.

Le origini del Castello Shuri

Le origini del Castello Shuri non sono ancora chiare ma si pensa che possano risalire al 1300. Prima del periodo Meiji, Okinawa era parte del regno indipendente delle isole Ryuku e se ne percepisce il retaggio culturale da alcuni elementi architettonici e decorativi, come il vivido rosso vermiglio dell’esterno, che evoca la vicinanza allo stile cinese. Purtroppo guerre e incendi hanno distrutto più volte il castello, che però venne sempre ricostruito:  l’ultima volta fu pesantemente danneggiato nel 1945 durante la Battaglia di Okinawa. Quella che potete visitare oggi è una fedele ricostruzione risalente al 1992 che simboleggia per certi versi anche la rinascita di Okinawa dopo la fine dell’occupazione americana.

Visitare il Castello Shuri

Il castello sorge su un’altura a pochi chilometri di distanza dal centro di Naha e il sentiero che conduce al cuore della fortezza offre belle viste sulla città. Si oltrepassano varie porte prima di accedere agli edifici principali, e tra queste la più famosa è la porta Shureimon, la prima ad essere stata costruita. Man mano che ci si avvina comincia a svelarsi dinanzi ai propri occhi il profilo della sala principale del castello, Seiden, che spicca con il suo color rosso acceso e i suoi ricchi decori. Questa era la sala utilizzata in passato per cerimonie ed eventi ufficiali, oltre che per le questioni più importanti a livello governativo e se ne deduce l’importanza dal suo stile raffinato e dai dettagli elaborati.

La sala Seiden e gli edifici principali sono disposti attorno ad un’ampia piazza, chiamata Una Plaza, che un tempo fungeva da cornice per eventi e cerimonie all’aperto; ai lati della sala principale ci sono la sala nord (Hokuden) e la sala sud  (Nanden) usate per questioni amministrative e come luogo di ricevimento per gli ospiti.

Oggi gli edifici sono stati adibiti a museo, perciò è possibile visitarli in un unico percorso di visita che permette non solo di ammirare gli ambienti interni ma anche una vasta collezione di reperti, documenti e oggetti artigianali accompagnati da pannelli informativi che illustrano la storia del Regno delle Ryukyu, fornendo anche una panoramica sulle relazioni con Giappone e Cina.

In particolare sarete colpiti dagli ambienti interni sontuosi della sala principale, che a differenza degli altri due edifici, è stata ricostruita interamente nello stile originale, con anche la riproduzione del trono del sovrano e della corona indossata: qui potrete fare davvero un salto indietro nel tempo, immaginando l’antico splendore e la prosperità del regno.

Prima di lasciare il castello, concedetevi una passeggiata nei giardini, dove avrete una meravigliosa vista del porto di Naha e del mare di Okinawa.

Informazioni generali per la visita

Il castello è aperto dalle 8:30 alle 19:00 (fino alle 18:00 da dicembre a marzo e fino alle 20:00 da luglio a settembre) tutti i giorni eccetto il primo mercoledì e il primo giovedì di luglio.

Il biglietto d’ingresso costa 820 yen.

Come arrivare

Il Castello Shuri si può raggiungere in circa 15-20 minuti di camminata o pochi minuti di autobus dalla stazione ferroviaria di Shuri, raggiungibile a sua volta con la linea della monorotaia (Yurail) dall’aeroporto o da altri punti della città. In autobus prendete la linea 7 o 8 fino alla fermata Shurijo-mae.

In alternativa potete fare tutto il tragitto in autobus prendendo la linea 1 dal centro di Naha (Kokusaidori) per un viaggio di 15-20 minuti.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!