Isola Miyako

Situata ad appena 300 km a sud dell’Isola Okinawa e a 100 km a nord dell’arcipelago Yaeyama, l’Isola Miyako è una meta ideale per gli appassionati di mare e sport acquatici come snorkeling e immersioni che qui possono crogiolarsi al sole su spiagge tropicali ed esplorare fondali ricchi di coralli e pesci, approfittando del clima mite durante tutto l’anno.

L’Isola Miyako è prevalentemente piatta con un entroterra caratterizzato da bellissimi paesaggi rurali e coltivazioni di canna da zucchero tra cui si inseriscono piccoli villaggi e cittadine, di cui il principale centro abitato è Hirara, dove si concentrano hotel, caffetterie e ristoranti.

L’isola è collegata ad altre quattro isole dell’arcipelago Miyako da una serie di ponti e questo consente di spostarsi ancora più facilmente e visitare altri luoghi dell’arcipelago per chi avesse tempo. Con la sua atmosfera tropicale, i ritmi rilassati e  uno stile di vita semplice, ancora votato alle antiche tradizioni, l’Isola Miyako rappresenta un rifugio perfetto per sfuggire al caos e alla frenesia delle grandi metropoli giapponesi.

Cosa fare e cosa vedere all’Isola Miyako

Le spiagge

La principale attrazione di Miyako sono le sue spiagge, delle pittoresche distese di sabbia bianca abbracciate da un mare cristallino ricco di coralli che offrono ottime opportunità per praticare sport acquatici. Il periodo migliore per godersi le spiagge di Miyako è da aprile a novembre, quando le temperature raggiungono massime di 25 gradi e le acque del mare sono calde.

Sebbene la costa sia disseminata di tante spiaggette, sono tre le principali e quelle più visitate dai turisti e tra queste c’è Maehama Beach, che con la sua distesa di sabbia bianchissima e fine lunga 7 km è considerata una delle migliori del Giappone.  È ideale per praticare tantissimi sport in acqua, rilassarsi al sole o anche solo passeggiare ammirando il tramonto.

La spiaggia Yoshino Beach è considerata la migliore dell’isola per lo snorkeling: migliaia di pesci colorati popolano le acque di fronte alla costa e resterete meravigliati dal labirinto spettacolare creato dai variopinti coralli.

La spiaggia Sunayama Beach è un’altra meraviglia naturale di Miyako: le sue acque cristalline, la sabbia bianchissima e le formazioni rocciose contribuiscono a rendere lo scenario particolarmente suggestivo.

Capo e faro Higashi-Hennazaki

Nella punta meridionale dell’isola Miyako si trova il Capo Higashi-Hennazaki, una stretta penisola che si protende nel mare per 2 km offrendo bellissime viste sull’oceano. Sulla punta della penisola sorge l’omonimo faro, interamente bianco, che si può visitare all’interno pagando una quota di ingresso di 200 yen. Raggiungendo la cima del faro si hanno viste splendide.

Passeggiare per Hirara

La cittadina di Hirara, che rappresenta il maggior luogo abitato dell’isola, offre tante attrattive e spunti per fare shopping o divertirsi.

Nel cuore della città, vicino al porto, si trova il Mausoleo di Tuyumya dove è sepolto Nakasone Tuyumya, leader governativo di Miyako nel 1500. Oltre ad essere un patrimonio culturale importante, il mausoleo sorprende per il suo stile particolare ed elaborato.

Nella cittadina troverete aree verdi come il Giardino Botanico, realizzato come centro di ricerca e studio delle piante tropicali dell’isola e divenuto una delle attrazioni principali di Miyako. Al suo interno ci sono vari percorsi a piedi che permettono di  passeggiare tra bellissimi giardini profumati, traboccanti di fiori di ibisco e bougainvillea, aree boschive lussureggianti, frutteti e foreste di palme.

Ponti Ikema e Kurima

Miyako è collegata ad altre isole da una serie di ponti e tra questi ce ne sono due particolarmente belli da attraversare, sia con i mezzi che in bicicletta o a piedi. A nord, il ponte Ikema Ohashi, lungo quasi un chilometro e mezzo, raggiunge l’Isola Ikema con una curva sinuosa, mentre a sudovest il ponte Kurima Ohashi conduce sull’Isola Kurima con un percorso di quasi 2 km. Attraversare questi ponti regala un’emozione incredibile in quanto sotto di voi avrete il mare con la sua bellissima distesa di coralli visibile dall’alto.

Cucina e prodotti locali

Visitare l’Isola Miyako è un’ottima occasione per assaggiare le specialità della cucina locale tra cui c’è la deliziosa soba miyako, leggermente diversa da quella della cucina di Okinawa, e lo yushi dofu, una varietà di tofu locale usata solitamente nelle zuppe, con la soba e in tanti altri piatti.

Se invece volete acquistare qualche prodotto come souvenir, uno dei regali più gettonati è il sakè artigianale awamori, un tradizionale liquore a base di riso tipico della regione di Okinawa e particolare nel gusto in quanto creato con l’acqua locale, ricca di minerali e calcio.

Anche il sale Yukisio si presta ad essere un ottimo regalo: ricavato dall’acqua pulitissima del mare di Miyako, ha un gusto particolare e non troppo forte e si sposa bene con una grande varietà di piatti.

Come arrivare

Esistono in sostanza un solo modo per raggiungere l’isola di Miyako, ovvero in aereo. L’aeroporto dell’isola è collegato a varie città del Giappone come Tokyo, Naha, Nagoya e Osaka da voli diretti che consentono di arrivare rapidamente e in maniera comoda all’isola.

Come muoversi

L’Isola Miyako presenta dimensioni piuttosto contenute: misura una lunghezza di 25 km da nord a sud e di circa 15 chilometri da ovest a est perciò è possibile anche spostarsi comodamente in bicicletta o noleggiare uno scooter. Esiste una buona rete di autobus che consente di spostarsi tra le principali attrattive, ma molti hotel e agenzie di tour ed escursioni offrono ai loro clienti pick up gratuiti e servizi navetta da/per l’aeroporto.

Un’alternativa consigliata è anche il noleggio di auto in aeroporto: in questo modo potrete spostarvi comodamente e in totale libertà.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!