Cosa mangiare in Francia

Famosa a livello mondiale per la sua raffinatezza e le eccellenti materie prime, la cucina francese riflette la cultura e la storia della Francia, attraverso una miriade di ricette che si sono evolute nel corso degli anni, ma hanno conservato alcuni tratti della tradizione. In realtà è difficile parlare di un’unica cucina francese, poiché esistono vari stili e tradizioni regionali, ma alcuni piatti e prodotti si sono imposti a livello nazionale e oggi sono divenuti il simbolo della gastronomia francese, basti pensare anche solo a specialità come i formaggi e i vini locali, la pasticceria e i prodotti da forno come la celebre baguette.

Se avete in programma di trascorrere le prossime vacanze in Francia, eccovi alcuni piatti da provare assolutamente!

A colazione

Croissant

Impossibile non cominciare la giornata con un delizioso croissant appena sfornato. Fatto con pasta lievitata, si differenzia leggermente dal cornetto italiano per un impasto più sfogliato dato dall’impiego abbondante del burro salato. Soffice e fragrante, non risulta né troppo dolce né troppo salato e troverete anche diverse versioni farcite con prosciutto e formaggio.

Omelette

A colazione, come pranzo o spuntino, l’omelette è uno dei piatti più amati dai francesi. Oltre alle uova vengono abbinati formaggio, verdure e altri ingredienti a scelta per ottenere un piatto unico e sostanzioso.

Baguette, burro e marmellata

Impossibile visitare la Francia senza assaggiare una fragrante baguette, meglio ancora se appena sfornata! Al mattino spalmateci sopra burro e marmellata per una colazione sana e nutriente!

Pain au chocolat

Da noi è conosciuto come “saccottino al cioccolato” ed è un croissant dolce di pasta sfoglia e dalla forma quadrata ripiena di cioccolato. È una delle paste dolci più diffuse in Francia per la prima colazione.

Antipasti

Escargot

Le escargot non sono un semplice piatto di lumache, ma una specialità gourmet gustosa e saporita: le lumache, dopo essere state pulite, vengono farcite con un composto di burro, prezzemolo e scalogno per essere poi gratinate in forno, in modo da poter sciogliere il burro.

Quiche Lorraine

Ricetta tradizionale della Lorena, la quiche è una torta salata, preparata con pasta brisée e farcita con uova, pancetta e panna acida. Ci sono innumerevoli varianti, con l’aggiunta di cipolla, formaggio o verdure.

Ostriche

Quasi tutti i ristoranti di Parigi e delle altre città propongono le ostriche, un piatto molto diffuso e amato in Francia.

Patè en croute

Una ricetta antichissima, che ebbe origine nel Medioevo come metodo per conservare la carne, che viene preparata in gelatina e poi avvolta in una crosta di pane, oggi sostituita da pasta sfoglia o brisée. Il risultato finale può essere simile ad una ciambella o un panetto, che viene poi tagliato a fette e servito. Oltre ad essere servito come antipasto, lo trovate come spuntino nelle gastronomie e panetterie, accompagnato ad insalata, cipolline e cetriolini sott’aceto.

Le zuppe

La cucina francese è rinomata anche per le tante zuppe, ottime nelle fredde sere invernali per iniziare un pasto. La più famosa è la soupe a l’oignon, ovvero la zuppa di cipolle, un delizioso piatto povero, a base di ingredienti semplici e genuini: le cipolle bianche vengono caramellate nel burro e poi cotte con brodo di pollo. La potete gustare in tutti i bistrot e anche nei ristoranti più raffinati, servita solitamente con una spolverata di formaggio e dei crostini di pane.

La vichyssoise non è una semplice zuppa, ma una vellutata di porri e patate cotti in brodo di pollo e frullati. Al termine della cottura si aggiunge panna fresca o latte, si guarnisce con dell’erba cipollina e si serve preferibilmente tiepida o a temperatura ambiente.

Se amate i profumi del mare, un’altra zuppa deliziosa è la bouillabaisse, una ricetta tradizionale di Marsiglia a base di pesce.  È ottima da assaggiare se visitate le località di mare, ma naturalmente la trovate anche a Parigi e prevede un mix di pesci da zuppa come scorfano, San Pietro, triglie, nasello, frutti di mare, ecc. che vengono insaporiti con cipolla, zafferano, alloro e vino. I pesci sono aggiunti uno alla volta, in base ai tempi di cottura.

Secondi piatti e altre pietanze

Il Foie Gras

Simbolo della raffinatezza francese, il Foie Gras è un piatto che non potete perdervi.  Il fegato di oca o di anatra viene condito a crudo con sale marino e pepe nero e poi cotto al vapore. È un alimento abbastanza costoso, in particolare quello d’oca che è il più pregiato, e viene solitamente mangiato in occasioni speciali. Il foie gras può essere proposto in varie versioni: il bloc de foie gras prevede l’unione di diversi fegati uniti tra loro, mentre il patè è ottimo da spalmare sui crostini.

Il foie gras può essere servito sia caldo che freddo e spesso viene condito con preparazioni di frutta, con composte a base di fichi, mele cotogne o cipolle rosse.

Confit de canard

Altra ricetta tradizionale a base di anatra, originaria della Guascogna, in cui le cosce dell’animale vengono lasciate marinare con sale grosso e poi cotte a bassa temperatura per almeno un paio d’ore.  Può essere poi ripassato in padella per servirlo caldo con patate o altri ingredienti o mangiato freddo assieme a verdure sott’aceto o stufate. È molto tenero e ha un sapore deciso e delizioso.

Ratatouille

Simbolo di Parigi e protagonista anche dell’omonimo film d’animazione, la ratatouille è simile alla nostra caponata: uno stufato di verdure di stagione tra cui ci sono cipolle, pomodori, zucchine, peperoni, aglio e un mix di erbe aromatiche che rendono il sapore ancora più delizioso. La ratatouille è un piatto povero, originario della Provenza, e può essere tranquillamente servita da sola, come secondo piatto, oppure la si può servire come contorno o accompagnarla a pane, riso e patate per un pasto più sostanzioso.

Boeuf bourguignon

Questa specialità è uno stufato di carne di manzo che viene prima rosolata in padella con la pancetta e poi cotta in forno innaffiata con del vino rosso e insaporita da erbe aromatiche.  La cottura è piuttosto lunga e al termine la carne risulta tenerissima e viene accompagnata da verdure lesse e cipolline.

Galette bretonne

La galette bretonne è una semplice crepe salata, preparata con grano saraceno. La trovate in tutte le città, nei bistrot, nei bar e ristoranti e la si può farcire a piacimento con formaggi, verdure, uova oppure carne.

Gratin al Munster

Ottimo come contorno o come piatto unico leggero, il Grain al Munster è una ricetta alsaziana a base di patate e formaggio, che vengono posti a strati in una casseruola alternando fettine di patate, pancetta,  cipolla dorata e dadini di formaggio Munster, una tipologia di formaggio a pasta molle dal profumo e dal sapore molto intenso. Il tutto viene poi cosparso con la panna fresca e cotto in forno fino a che non si raggiunge una croccante gratinatura.

Gratin Dauphinois

Un altro classico a base di patate è il gratin dauphinois, dove le patate vengono gratinate in forno assieme a latte, formaggio, panna, burro e aglio.

I Formaggi

Quando si parla di cucina francese è impossibile non citare i formaggi, che oltre ad essere utilizzati in tante ricette, si possono mangiare da soli, con un po’ di baguette e un bicchiere di vino, come spuntino, antipasto o aperitivo. Ne esistono davvero tante tipologie, dal Brie al Camembert, dall’Emmental fino al Roquefort, solo per citarne alcuni.

I Dolci

Chocolaterie

La pasticceria francese è rinomata in tutto il mondo, soprattutto per quanto riguarda i cioccolatini e tutti i dessert al cioccolato come la torta Fondant au chocolat e il Moelleux au chocolat un tortino dal cuore morbido.

Profiterole

I palati più golosi non possono lasciare la Francia senza aver assaggiato una porzione di profiterole, famosissimo in tutto il mondo: una dolce “montagna” di bignè riempiti di crema pasticciera, chantilly, panna o gelato, che viene poi cosparsa di crema di cioccolato.

Tarte tatin

È una torta di mele, che vengono prima caramellate con una noce di burro e zucchero e poi una volta ammorbidite si crea un composto compatto che viene ricoperto con un disco di pasta brisée. Si inforna al tutto e poi si rovescia lo stampo, ottenendo così una torta dal fondo croccante e ricoperta di mele dorate dolcissime.

Crepe

Quando si parla di golosità francesi, la prima cosa che viene in mente è la crepe: questa frittella tonda e sottile è ottima con una farcitura dolce, che può essere a base di cioccolato, marmellata, frutta, mascarpone, panna, ecc. Una versione famosa è la crepe suzette, guarnita con salsa all’arancia e liquore Grand Marnier.

Saint-Honorè

È il dessert francese più famoso in Italia: ha una base di pasta sfoglia croccante e sui bordi viene guarnita con una fila di profiteroles ripieni, mentre il centro della torta è farcito con crema chiboust, una sorta di crema pasticcera alleggerita con la meringa.

Macarons

Come non citare questi pasticcini colorati? Sono preparati con albume d’uovo, farina di mandorle e zucchero a cui poi viene aggiunto il colorante. I due dischi che compongono i macarons sono tenuti insieme da un ripieno cremoso a base di crema alla vaniglia, cioccolato, frutta, ecc.

Bevande tipiche

Vini francesi e champagne

I vini francesi sono rinomati in tutto il mondo e tra i vicoli di Parigi potete fermarvi a sorseggiare un calice in una delle tante enoteche della città.  Ogni regione presenta le sue eccellenze ed elencarle tutte è difficile ma tra i vini più famosi ci sono  lo Champagne e il Bordeaux, il Borgogna e il Sauvignon.

Grand Marnier

Il Grand Marnier è un liquore molto apprezzato anche in Italia ed è una miscela di vari cognac ed  essenze d’arancia. Ne esistono tante varietà e può essere bevuto da solo e liscio, oppure con ghiaccio o unito ad altri liquori nei cocktail.

Cognac

Il Cognac è un’acquavite molto nota, ricavata dal vino bianco, ed è originaria proprio dell’omonima città francese. Solitamente viene servito liscio, ma compare anche in alcuni cocktail ed è utilizzato anche per produrre il Grand Marnier.