Anzac Bridge a Sydney

Con il suo profilo raffinato e leggero, l’Anzac Bridge è una delle recenti aggiunte architettoniche di Sydney e si staglia sopra la Johnstons Bay, collegando Glebe Island ai quartieri centrali di Pyrmont e Darling Harbour. Costruito tra il 1989 e il 1995, è sin da subito diventato una delle icone più famose di Sydney e oltre ad essere uno spettacolo architettonico da vedere è anche una piacevole passeggiata da percorrere a piedi o in bicicletta, circondati da splendide viste sulla baia e sullo skyline della città.

Al di là della sua bellezza estetica, l’Anzac Bridge è riuscito a risolvere i problemi di viabilità che da tempo affliggevano Sydney.

La costruzione del ponte

L’Anzac Bridge è stato progettato per sostituire il Glebe Island Bridge nato nel 1903 a breve distanza dall’Anzac Bridge, per completare la rete dei 5 ponti costruita per unire il centro di Sydney ai suoi quartieri settentrionali. Per via della sua conformazione particolare, che la vede estendersi attorno ad una baia, Sydney ha da sempre avuto difficoltà per quanto riguarda i collegamenti stradali a cui ha dovuto far fronte con una serie di ponti. La  costruzione di questo nuovo ponte, in una posizione più strategica ha permesso ai pendolari di risparmiare tempo negli spostamenti: il vecchio Glebe Island Bridge, infatti, non era più idoneo a contenere il traffico della città e si creavano continue code negli orari di punta perché questa struttura, essendo stata costruita ad un’altezza molto più bassa, doveva aprirsi per consentire il passaggio delle grandi navi. Oggi il Glebe Island Bridge lo si può vedere ancora, ma è chiuso sia al traffico di auto che di pedoni, ma viene aperto in occasioni speciali come le manifestazioni sportive. L’inaugurazione dell’Anzac Bridge è avvenuta il 3 dicembre del 1995 con la presenza del sindaco di Sydney e una passeggiata collettiva di 65mila persone che hanno attraversato insieme il ponte.

L’Anzac Bridge prese il suo nome attuale solo nel 1998, in occasione della giornata della memoria dedicata ai soldati australiani e neozelandesi caduti durante la Prima Guerra Mondiale. Prima del 1998 il ponte si chiamava semplicemente Glebe Island Bridge ed infatti, a circa metà della passeggiata, potete vedere la targa originaria che riporta il nome e la data di completamento del ponte. Dietro a questa targa si trova una “capsula del tempo” di cui non si conosce il contenuto e nemmeno la data in cui verrà aperta.

Caratteristiche del ponte

L’Anzac Bridge, con la sua lunghezza di quasi 350 metri, è il ponte più lungo di Sydney e presenta due torri alte 120 metri che sostengono la struttura attraverso un’intricata “ragnatela” di 128 cavi d’acciaio che gli donano un design molto particolare. Non è previsto alcun pedaggio per attraversare il ponte in auto.

Il ponte è formato in totale da 8 corsie attraversate ogni giorno da macchine e autobus, e, all’estremità, un percorso pedonale e ciclabile che consente di passeggiare da Glebe Point Road attorno a Blackwattle Bay, per poi ritornare a Glebe Point; in totale la passeggiata a piedi dura circa 30-40 minuti.

Passeggiare sul ponte

L’ampiezza del ponte ha permesso di avere su un lato (sud) due corsie separate per i pedoni e i ciclisti quindi quando vi immettete sul ponte prestate attenzione ad individuare la corsia corretta, mentre sull’altro lato la pista è condivisa. La passeggiata è molto piacevole perciò vi consiglio di prendervi tutto il tempo necessario per ammirare con attenzione i dettagli della struttura, il panorama e fare tante foto spettacolari. Di notte il ponte viene illuminato ed è ancora più suggestivo e romantico.

Vi consiglio di iniziare la passeggiata da Pyrmont, sul lato nord, dove si hanno viste mozzafiato del ponte di Sydney e della città. L’accesso al ponte è tramite una rampa a spirale che trovate all’angolo tra Quarry Master Drive e Saunders Street. Arrivati in cima alla rampa troverete una targa intitolata  “A Little History” in cui viene illustrata a grandi linee la storia del ponte.

Passeggiando sul ponte potrete notare due bandiere, una australiana e una neozelandese, che sventolano dalle due torri.  Al termine della passeggiata potete vedere anche due monumenti installati durante l’Anzac Day del 2000 e del 2008: da un lato del ponte trovare la scultura in bronzo raffigurante un soldato australiano,  a cui poi si è aggiunta la statua di un soldato neozelandese sul lato opposto. Da allora il ponte è diventato il simbolo molto forte di unione tra i due paesi, oltre che una semplice via di collegamento tra due quartieri.

Una volta terminata la passeggiata potete ripercorrere il ponte in direzione opposta, prendere l’autobus per tornare in città alla fermata di Victoria Rd oppure proseguire il percorso attraverso Rozelle e Blackwattle Bays per esplorare altri meravigliosi luoghi di Sydney.

Galleria Foto


Mappa:

Nome: Anzac Bridge


Nelle vicinanze:

By: slgckgcA 1499 metri
By: Travolution360A 1581 metri
By: JulienA 1967 metri
By: eGuide TravelA 1996 metri
By: Peter KonneckeA 2118 metri
By: Jimmy HarrisA 3073 metri