Cosa vedere a Sydney

Sydney è la metropoli australiana più famosa, una città che al tempo stesso unisce uno spirito frenetico e multiculturale al tipico stile di vita rilassato di questo paese. Un mix di grattacieli, spiagge e parchi offrono ai turisti una miriade di cose da fare e da vedere e la città racchiude alcuni dei principali simboli dell’Australia. Se siete in partenza per Sydney, eccovi i principali luoghi da vedere in città.

Sydney Opera House

Gioello d’architettura contemporanea, la bellissima Sydney Opera House fu realizzata dal danese Jorn Utzon e il suo design futuristico è diventato uno dei simboli del paese. Le sue “vele” perlate si confondono quasi con quelle delle imbarcazioni che solcano il porto di Sydney ed è possibile visitarla all’interno sia per un tour guidato che per una serata speciale: il suo palcoscenico ospita un ricco programma di performance, tra cui balletti, concerti, performance teatrali e opera lirica con la partecipazione di compagnie internazionali di prestigio.

Situata di fronte ad un altro simbolo della città e del paese, il Sydney Harbour Bridge, l’Opera House offre viste incredibili, da godersi sorseggiando un drink in uno dei bar che costeggiano l’acqua.

Harbour Bridge

Se il porto di Sydney è uno dei più belli e famosi al mondo lo si deve anche al profilo aggraziato del suo ponte. Con la sua lunghezza di circa 1,5 km e la sua inconfondibile arcata che raggiunge i 134 metri, il Sydney Harbour Bridge domina la baia di Sydney, collegando il distretto finanziario (CBD) ai quartieri settentrionali della città (Milsons Point). Completato nel 1932, è stato per 30 anni la struttura più alta della città e ancora oggi regala viste mozzafiato sull’Opera House e sulla città a chi decide di passeggiare sulla sua corsia pedonale e ai più coraggiosi che invece si cimentano nella sua scalata con un tour guidato. Non perdetevi alla sera il ponte illuminato che si riflette nelle acque della baia: una magia unica.

Westfield e Sydney Tower Eye

Con i suoi 309 metri d’altezza, la Sydney Tower è l’edificio più alto della città e con il suo profilo particolare sovrasta i grattacieli del centro. Dall’osservatorio in cima la vista spazia su tutta la città offrendo un panorama mozzafiato. Al tramonto lo spettacolo è ancora più suggestivo con il sole che scende sulla baia e la città che inizia ad illuminarsi e oltre all’osservatorio potete godervi lo spettacolo dal bar e ristorante girevole che occupa due dei quattro piani della torre, regalando panorami incredibili da ammirare tra una portata e l’altra. Se vi è possibile fermatevi a cena per poi godervi lo spettacolo di Sydney in versione notturna. La Sydney Tower Eye si erge sopra l’edificio occupato dal centro commerciale Westfield, l’ideale per combinare un pomeriggio di shopping a questa esperienza magica.

Royal Botanic Gardens

I Giardini Botanici di Sydney occupano una posizione invidiabile: si estendono accanto all’Opera House, affacciati sulle acque della baia, offrendo la cornice perfetta per una passeggiata o un picnic lontano dai rumori e dalla folla del centro. I sentieri si snodano tra piante e fiori endemici australiani, alcuni molto rari o antichi, orti, serre di piante tropicali e romantici giardini di rose. Ci sono numerosi punti panoramici che regalano viste mozzafiato sul porto e sulle sue attrazioni. Fondati nel 1816 i Royal Botanic Gardens sono inoltre i giardini botanici più antichi del paese e ospitano anche vari monumenti ed edifici storici che narrano le origini di questa splendida area verde.

Hyde Park

A Sydney non è difficile trovare un’oasi verde in cui rilassarsi, ma Hyde Park è ben più di questo: inaugurato nel 1878, è il parco pubblico più antico d’Australia. Situato accanto al distretto finanziario e non lontano dalla stazione centrale, è perfetto per una passeggiata lungo i suoi sentieri, all’ombra di piante tropicali che offrono riparo dai caldi raggi del sole estivo e fermandosi per uno spuntino nei chioschi che lo punteggiano. Al suo interno è possibile vedere diverse statue, memoriali e monumenti sparsi qua e là per il parco, giardini giapponesi, una scacchiera gigante e un obelisco, ma tra tutte le attrattive spicca sicuramente la bellissima fontana Archibald. Hyde Park ospita numerosi eventi e concerti che animano quest’oasi di tranquillità durante l’anno.

Accanto al parco è possibile visitare l’Hyde Park Barrack’s Museum, un museo molto interessante collocato all’interno di un’ex caserma militare.

Cattedrale di St. Mary

Nel cuore della città, la Cattedrale di St. Mary spicca con le sue guglie visibili anche dal vicino Hyde Park. Le sue origini risalgono al 1821 quando i preti cattolici John Therry e Philip Conolly approdano a Sydney e decidono di costruire una piccola chiesa come luogo di ritrovo per i cristiani, e solo qualche anno dopo la chiesa viene consacrata cattedrale e diventa il principale luogo di culto per i fedeli di tutto il paese. Oltre all’importanza religiosa, la cattedrale è anche un gioiello di architettura gotica: i ricchi decori, le magnifiche vetrate colorate, le statue, le opere d’arte, e infine la lunga navata centrale la rendono una tappa che vale la pena inserire nell’itinerario.

Bondi Beach

Ex quartiere operaio abitato da immigrati, oggi Bondi Beach è il volto glamour e surfista di Sydney: la bellissima distesa di sabbia a mezzaluna è oggi l’immagine più popolare della città. Il suo nome bizzarro deriva da un’antica parola aborigena che significa “rumore dell’acqua che si infrange sulle rocce” e il mare è proprio il protagonista del quartiere: qui si passeggia, si prende il sole, si fa surf e altre attività sportive, immergendosi nello stile di vita rilassato tipicamente australiano. Backpacker, famiglie e giovani studenti e professionisti abitano il quartiere dandogli un’atmosfera particolarmente internazionale. Situata ad appena 10 km dal centro, Bondi Beach è facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici in circa 30 minuti. In estate diventa una delle spiagge più affollate di Sydney, mentre tutto l’anno resta la cornice di tantissimi eventi, dalle maratone alle mostre e i festival. Il suo lungomare è ricco di negozi e bar dove fare uno spuntino e acquistare souvenir.

The Rocks

Se un tempo The Rocks era considerato il quartiere più malfamato di Sydney, oggi il quartiere è diventato il fiore all’occhiello di Sydney, un luogo che permette di scoprire l’intricato e affascinante passato della città. Perché è proprio qui che è nata Sydney: The Rocks è il quartiere più antico della città, sviluppatosi attorno al punto in cui approdarono le imbarcazioni europee. Passeggiando per i piccoli vicoli acciottolati del quartiere si possono ancora ammirare vecchi palazzi in pietra, oggi ben restaurati, pub storici e dimore antichissime. Molti edifici storici dell’area sono stati trasformati in musei, locali, pub, negozi e attrazioni che rendono questo quartiere piacevole da esplorare e un’ottima tappa per trascorrere una serata fuori.

Queen Victoria Building

Ex mercato della città, il Queen Victoria Building è oggi la meta per lo shopping di lusso. Il suo edificio non passa di certo inosservato: occupa un intero isolato nel centro di Sydney e cattura lo sguardo con i suoi dettagli architettonici elaborati. Mosaici, vetrate variopinte e due grandi orologi che scendono dal soffitto sono alcuni dei dettagli per cui vale la pena dare un’occhiata all’interno. Conta più di 200 boutique di lusso a cui si aggiungono pasticcerie, bar e ristoranti raffinati.

Sea Life Aquarium

Nella zona di Darling Harbour si trovano diverse attrattive per le famiglie e tra queste una delle più famose è il Sea Life Sydney Aquarium. Nei suoi tunnel d’acqua avrete la sensazione di ritrovarvi negli abissi dell’oceano, osservando intorno a voi una grande varietà di specie marine tra cui squali, dugonghi e altri pesci tropicali per poi raggiungere le vasche abitate foche e pinguini. Una sezione è dedicata interamente alla Grande Barriera Corallina. Ideale per trascorrere una splendida giornata, l’acquario Sea Life è perfetto se magari non avete tempo per fare immersioni e snorkeling e non volete comunque rinunciare a conoscere la vita dei mari australiani.

Taronga Zoo

Se non avete tempo per visitare le riserve naturali del paese, un’alternativa è quella di visitare il famoso Taronga Zoo di Sydney. Facile da raggiungere in traghetto, si estende su una collina verde del sobborgo di Mosman, nel nord della città, offrendo una vista mozzafiato della baia di Sidney. Lo zoo ospita circa 4.000 animali, tra cui koala, wallaby e il diavolo della Tasmania, che vivono in riproduzioni perfette del loro habitat: troverete foreste pluviali, zone aride e altri paesaggi australiani. Ci sono inoltre spettacoli, tour guidati in compagnia dei guardiani e tante attività e servizi per adulti e bambini.

Quartiere Newtown

Colorato e sempre vivace, casa di creativi, giovani backpackers e studenti, il quartiere Newtown è il volto più alternativo di Sydney. Una passeggiata nel quartiere è sempre piacevole: vi ritroverete tra viali di casette storiche, opere di street art e stradine di negozi e ristoranti aperti fino a tardi. Situato ad appena 10 minuti in treno dal centro di Sydney, è perfetto per un pomeriggio di shopping tra piccole boutique indipendenti di articoli vintage, negozi di libri usati e di prodotti vegani; alla sera potete fermarvi in uno dei tanti ristorantini etnici e poi concludere la serata in uno dei tanti pub con musica dal vivo.

Manly

Sulla costa settentrionale di Sydney, il tranquillo ed elegante quartiere di Manly vi farà innamorare con le sue spiaggette nascoste e i sentieri ombreggiati da pini. Se Bondi è amato dai giovanissimi, Manly è particolarmente apprezzato dalle famiglie, in quanto il mare è più calmo e c’è solitamente meno folla. Manly è popolare anche tra i surfisti in quanto la zona ospita numerose scuole di surf. Raggiungibile in breve tempo in traghetto da Circular Quay il viaggio è anche un’occasione per ammirare il panorama della baia di Sydney, con l’Opera House e il Sydney Harbour Bridge perfetti da immortalare in uno scatto fotografico.

Blue Mountains

A un paio d’ore di treno dal centro, le Blue Mountains sono un luogo leggendario, dove ettari di foreste di eucalipto tingono di sfumature blu l’orizzonte offrendo uno spettacolo magico. Le montagne fanno parte di un grande parco nazionale dove tra canyon, cascate dirompenti e formazioni rocciose intrise di mistero, si snodano sentieri di trekking che permettono di immergersi nei profumi e nei colori di questo luogo e vivere a stretto contatto con la fauna locale e la cultura aborigena. Tante sono le attività per gli appassionati di vita all’aria aperta: canoa, campeggio, tour in mountain bike, e molto altro. Le piccole cittadine di montagna e i resort immersi nel verde permettono di vivere al meglio questa esperienza.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).