Darling Harbour

Se fino agli anni ’80 Darling Harbour offriva un panorama un po’ desolato, fatto di moli e banchine in rovina, oggi è una popolare area turistica e di intrattenimento che si estende lungo la costa di Sydney ed è considerata un po’ la Las Vegas della città. Dopo un’intensa opera di rinnovamento, ha riaperto al pubblico nel 1988, in occasione del 200 anni del Paese, e da allora ha fatto passi da gigante: grattacieli e hotel si sono moltiplicati, accanto agli intrattenimenti serali e per le famiglie, come il casinò, l’acquario e lo zoo. La monorotaia collega direttamente Darling Harbour con il CBD, che si può anche comodamente raggiungere a piedi dal centro in breve tempo: per questo sui moli e nei ristoranti di Darling Harbour troverete anche tanti uomini d’affari che affollano ristoranti e caffetterie in pausa pranzo assieme a tanti giovani studenti e turisti.

Darling Harbour è una tappa imperdibile a Sydney ed essendo anche vicinissima al centro è un’ottima alternativa per trascorrere una serata nei locali affacciati sul porto o anche solo una passeggiata ammirando questo luogo completamente illuminato di notte. Anche di giorno è un vero spettacolo: le acque scintillanti del porto brillano sotto i raggi del sole mentre turisti e pendolari si godono la brezza marina a bordo dei traghetti che effettuano crociere o servizio di trasporto verso  Circular Quay (Sidney Harbour) e altre località lungo la costa.

Cosa fare e cosa vedere a Darling Harbour

Musei e attrazioni per famiglie

Le attrazioni di Darling Harbour sono così numerose che ci si può benissimo trascorrere un’intera giornata.

Tra i musei di Sydney più adatti ai bambini, due si trovano proprio in questa zona: sono il Powerhouse Musem e l’Australian National Maritime Musem. Il primo si trova a ridosso del Darling Harbour, nel quartiere di Ultimo, ed è ospitato all’interno di una vecchia centrale elettrica che alimentava la rete tranviaria di Sydney e vanta una collezione molto interessante che comprende storiche macchine a vapore ancora funzionanti, riproduzioni di vecchi treni, ma anche oggetti di bigiotteria e mostre sulla musica australiana. La parte più divertente sono le varie esposizioni interattive che offrono tanti spunti educativi ai bimbi.

Dal museo, dirigendosi verso il porto per arrivare all’Australian National Maritime Museum si passa accanto al Sydney Exhibition & Convention Centre e al Chinese Garden, un piccolo giardino incantevole, ricco di laghetti ed edifici in stile pagoda dove dimenticarsi del trambusto della città e gustare deliziosi dolcetti e tè cinesi.

L’Australian National Maritime Museum è perfetto per i bimbi e anche per chi desidera conoscere meglio la storia marittima di Sydney a partire dalle prime esplorazioni fino all’arrivo recente degli immigrati; potrete ammirare vari modelli di imbarcazioni, dalle prime canoe usate dagli aborigeni fino ai transatlantici del 1900. Tra i temi affrontati si parla anche della cultura del surf, della Seconda Guerra Mondiale e tanto altro.

Sul lato opposto del porto, attraversando il Pyrmont Bridge, si arriva alle attrazioni più amate dai bimbi: l’acquario e lo zoo. Nei tunnel sottomarini del Sydney Aquarium potete passeggiare tra pesci e mammiferi che popolano la baia di Sydney, tra cui ci sono squali e tartarughe. Molto popolari sono le vasche con foche e leoni marini e le esposizioni dedicate ai coralli della Grande Barriera Corallina e ai coccodrilli marini. Accanto all’acquario c’è il piccolo Sydney Wildlife World, uno zoo cittadino dove vivono wallaby, koala, serpenti, pappagalli e altri animali.

Nello stesso complesso dell’acquario e dello zoo trovate anche il museo delle cere Madame Tussauds, ottimo per trascorrere qualche ora divertente assieme alle star australiane e internazionali più famose.

Infine, se volete far giocare un po’ i vostri figli all’aria aperta, dirigetevi al Darling Quarter Kids Playground, una vasta area che comprende percorsi sulle funi, altalene, scivoli, zone giochi con acqua e sabbia, e tanto altro. Questo parco giochi si trova all’interno del Tumbalong Park una grande area verde dove passeggiare tra fontanelle e piccoli ruscelli d’acqua, caffetterie e ristorantini.

Il Pyrmont Bridge

Spesso lo si attraversa senza nemmeno farci troppo caso, eppure il Pyrmont Bridge, è uno dei più antichi ponti girevoli (comandati elettronicamente) al mondo e uno dei pochi ancora esistenti. Fu inaugurato nel 1902, permettendo così alle navi ad alta alberatura di accedere al porto.  Fu progettato dall’ingegnere Percy Allan, autore di ben 583 ponti accomunati dalle linee semplici, dall’uso di materiali economici e da una facile manutenzione; per questo motivo il Pyrmont Bridge presenta un ottimo mix di legno e acciaio, perché quest’ultimo era troppo costoso.  Il Pyrmont Bridge all’epoca in cui venne costruito fu considerato, e premiato, come un capolavoro dell’ingegneria moderna per il controllo completamente elettronico, un’assoluta innovazione a quei tempi; l’elettricità era fornita dalla centrale Ultimo Power House, oggi conosciuta come il Powerhouse Museum.

Con il calo del commercio marittimo e l’opera di ammodernamento del porto, anche il Pyrmont bridge subì un’evoluzione: oggi il ponte è utilizzato esclusivamente per il passaggio di pedoni che così possono esplorare facilmente Darling Harbour passando da una banchina all’altra del porto. Il Pyrmont Bridge lo riconoscete dalle numerose bandiere colorate che sventolano su entrambi i lati; lungo il ponte trovate due barre in metallo: erano i punti in cui il ponte si “apriva” per lasciar passare le navi.

Negozi, centri commerciali e mercati

Tutt’intorno Darling Harbour trovate tanti negozi di souvenir, abbigliamento e accessori. Accanto all’Australian National Maritime Museum si trova l’enorme Harbourside Shopping Centre, un gigantesco centro commerciale in vetro che ospita un’area centrale occupata dalla food court, con fast food e punti ristoro di vario genere e numerosi negozi.

Un altro luogo ottimo per pranzare e assaggiare le specialità locali è il mercato del pesce di Sydney che si trova a meno di 1 km da Darling Harbour, proprio alle spalle dell’Harbourside Shopping Centre, affacciato sulla baia di Blackwattle. Qui oltre al mercato di pesce trovate tanti banchi che preparano deliziosi piatti freschi da mangiare in zone attrezzate.

Casinò e intrattenimenti serali

Darling Harbour è una zona sempre vivace, sia di giorno che alla sera, quando si anima grazie ai numerosi locali e discoteche che si alternano lungo le banchine. Ma la star (di nome e di fatto) della movida è il The Star Sydney, un sontuoso hotel-casinò che sorge a ridosso dell’Australian National Maritime Museum.  È il secondo casinò più grande del paese dopo quello di Melbourne (il Crown Casino). Al The Star troverete due interi piani dedicati al gioco d’azzardo, otto bar, sette ristoranti, un teatro e una sala che ospita conferenze ed eventi. L’hotel di lusso conta circa 350 stanze a cui si aggiungono 130 appartamenti privati.

Non dimenticatevi poi di fare un giro sulla ruota panoramica (Star of the Show Ferris Wheel) che domina sul Darling Harbour. Ideale per un giro romantico o in famiglia al tramonto o di notte, quando avrete una vista spettacolare sulla città e sul porto illuminati.

Eventi al Darling Harbour

Oltre ai numerosi intrattenimenti, Darling Harbour è la cornice di numerosi eventi durante tutto l’anno, a partire dal Capodanno, quando anche qui come al Sydney Harbour, viene fatto uno spettacolo di fuochi d’artificio. Ma a Darling Harbour il cielo non si illumina solo a Capodanno: per tutta l’estate, ogni sabato sera, si possono vedere i fuochi d’artificio.

A questo appuntamento si aggiungono mostre nautiche e d’arte, mercatini artigianali, crociere a tema, regate e festeggiamenti del Capodanno Cinese presso il vicino Chinese Garden.

Come arrivare

Potete raggiungere Darling Harbour in vari modi: la stazione dei treni più vicina è Town Hall, ma se vi è più comodo potete prendere la linea di tram Dulwich Hill Line che ferma alle stazioni di Paddy’s Markets, Convention, Exhibition e Pyrmont Bay. In alternativa c’è sempre il traghetto da Circular Quay o da altri sobborghi marini.  La passeggiata e parco Goods Line, ricavata da vecchi binari sopraelevati, collega direttamente Darling Harbour a Railway Square e alla Central Station, quindi è possibile arrivare anche a piedi; in ogni caso Darling Harbour è a pochi minuti di camminata da Chinatown e dal CBD.