Cattedrale di St. Andrew a Sydney

A pochi passi dal maestoso Town Hall (Municipio) di Sydney si trova un’altra pietra miliare della storia australiana: la St Andrew’s Cathedral è la chiesa più antica del paese e la sede della diocesi anglicana. Il suo profilo gotico spicca in mezzo ai grattacieli e agli edifici moderni del centro di Sydney, ma all’interno l’atmosfera che si respira non è distante da quella vivace delle vie del CBD: le funzioni della domenica e di altri giorni della settimana sono rallegrate dalle fantastiche voci del coro, accompagnate dal suono dell’organo a canne. Considerata la sua posizione centrale su George Street, vale la pena fare una sosta anche solo per una breve visita che vi permetterà di conoscere meglio la storia affascinante di questo luogo e di ammirare i preziosi dettagli decorativi degli ambienti interni.

Visitare la chiesa

Sebbene l’edificio sia tutto sommato piccolo, una volta entrati si percepisce una sensazione di grandezza e imponenza grazie ad un gioco di proporzioni e si resta catturati dalla ricchezza dei decori, a partire da quelli dei soffitti, l’arredo in legno scuro e le 27 finestre dipinte che illustrano la vita e gli insegnamenti di Gesù.

Il dossale che potete ammirare nella chiesa è di alabastro ed è opera dello scultore Thomas Earp; si divide in tre pannelli, in cui sono raffigurate le scene della Crocifissione, Resurrezione e Ascensione.

Sicuramente catturerà la vostra attenzione il variopinto organo a canne, realizzato nel 1866, che viene utilizzato regolarmente durante i concerti e le funzioni.

Brevi cenni storici

Il progetto della cattedrale fu fortemente voluto dal Governatore Macquarie, che desiderava realizzare una maestosa cattedrale gotica nel centro di Sydney, all’interno di una grande piazza che avrebbe raccolto i maggiori edifici della città, tra cui anche il Municipio. Anche se le prime fondamenta furono gettate nel  1819, la chiesa venne poco dopo spostata in un’altra posizione per volere del Governatore Bourke che intendeva rendere George Street un viale lineare e diritto, non interrotto da piazze.  Il progetto originario di Macquarie venne abbandonato per poi essere ripreso 10 anni dopo, con l’arrivo dell’Arcidiacono Broughton che commissionò l’opera all’architetto James Hume. La costruzione della cattedrale fu lunga e travagliata: i lavori furono sospesi nuovamente per la crisi economica del 1842 e l’architetto originale fu licenziato in favore di Edmund Blacket, ma alla fine la St. Andrew’s Cathedral venne inaugurata nel 1868.

Negli anni la cattedrale ha subito numerose modifiche e ampliamenti e tra le novità più importanti c’è stata l’istituzione della St Andrew’s Cathedral School, nata per formare i coristi da impiegare durante le funzioni giornaliere, una tradizione che continua ancora oggi.

Le funzioni religiose

Se volete assistere ad una messa, potete scegliere un qualunque giorno della settimana, in quanto le funzioni sono giornaliere, ma non tutte prevedono la presenza del coro, che si esibisce alla domenica e nelle messe serali del lunedì e giovedì.