Giardino Botanico di Hakone

Lo scenario del Giardino Botanico di Hakone si sposa perfettamente con lo scenario circostante: situato all’interno del parco nazionale Fuji Hakone Izu, nelle vicinanze del lago Ashinoko, il giardino ospita tantissime specie vegetali e nonostante siano ben curate viene mantenuto un aspetto naturale e un po’ selvaggio.

È una tappa ideale per chi ama i fiori e la natura e specialmente all’inizio dell’estate (tra fine maggio e fine giugno), in occasione della fioritura, offre uno spettacolo eccezionale. In realtà anche gli altri mesi sono ottimi per esplorare il giardino, poiché la grande varietà di piante fa sì che ci sia sempre qualche fioritura da ammirare, e potete abbinare questa visita alle tante attività disponibili nella zona, come le escursioni a piedi, i tour in barca per ammirare il Monte Fuji, terme e musei. Essendo vicina a Tokyo, potreste anche optare per una gita giornaliera, ma vi suggerisco di fermarvi almeno due giorni per approfittare in totale relax delle attrazioni della zona e dormire in un ryokan tradizionale.

Visitare il giardino botanico

Il nome completo del giardino in realtà è “Giardino Botanico delle Paludi di Hakone” proprio perché la maggior parte delle specie sono piante acquatiche che crescono nelle zone paludose e accanto a fiumi e laghi. Ci sono poi tante piante alpine autoctone che vanno a completare la lista di 1700 specie vegetali del giardino. La visita segue un percorso ben segnalato, lungo il quale le piante sono disposte in maniera piuttosto organizzata, con cartelli informativi che indicano il nome delle specie, sia in giapponese che in inglese. Passeggiare in questo ambiente naturale è davvero piacevole e potete divertirvi a indovinare i nomi delle specie e  imparare quelli delle varietà meno conosciute. Tra i fiori che vi capiterà di vedere ci sono le primule, l’iris, papaveri blu, la rosa del Giappone e tanti altri. L’atmosfera è sempre piuttosto tranquilla e silenziosa e questo vi permetterà di sentire pienamente i suoni della natura, dal cinguettio degli uccelli al fruscio del vento che sposta le fronde delle querce e degli aceri. Negli spazi aperti potrete perdere lo sguardo all’orizzonte e fermarvi a guardare l’incredibile scenario montuoso che rende speciale questa regione. Tutt’intorno  c’è una sorta di recinto che delimita il giardino e crea un’atmosfere simile a quella di un ranch.

La visita richiede circa un’ora di tempo o di più se amate i fiori e volete scattare molte foto; prima di lasciare il giardino vi consiglio di fare una sosta al negozietto di souvenir dove troverete semi, tante idee regalo molto carine, biscotti e dolcetti tipici. Il giardino organizza periodicamente delle mostre speciali incentrate su particolari specie di fiori e alberi.

Informazioni generali per la visita

Il giardino botanico è aperto da fine marzo a fine novembre, dalle 9:00 alle 17:00. Il biglietto d’ingresso costa 700 yen.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!
Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore dei libri Giappone Spettacularis ed Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).