Parco della Pace di Nagasaki

Quando si pensa a Nagasaki il primo pensiero va subito alla bomba atomica che colpì la città devastandola nel 1945. Un evento drammatico che oggi la città ricorda attraverso tanti luoghi, tra cui il famoso Parco della Pace, una meravigliosa area verde dove si diceva non sarebbe cresciuto nulla per 75 anni: eppure oggi il parco è un luogo ricco di vita, traboccante di alberi, piante e fiori tra cui si inseriscono memoriali donati da vari paesi del mondo come simbolo di pace. Ed è proprio per questo che il parco è stato costruito: come augurio di un mondo dove regni la pace.

Nonostante la grande affluenza di turisti, in questa tranquilla area verde si passeggia in un’atmosfera solenne e a tratti toccante ed è di certo un’esperienza emotivamente intensa se poi si aggiunge anche la visita al vicino museo, che narra la storia della città a partire dallo scoppio della bomba con tutte le sue conseguenze disastrose. Situato a nord della città, il parco si trova un po’ distante dal centro e non a caso:  si sviluppa attorno al luogo in cui è esplosa la bomba.

Cosa vedere al Parco della Pace

Tanti sono i punti interessanti del parco dove fermarsi ad ammirare statue, monumenti e fontane che punteggiano l’area verde. Nel cuore del parco sorge  l’Hypocenter Park, un’area che si estende attorno ad un semplice monolite di colore nero posizionato nel punto in cui ci fu l’esplosione della bomba. Non molto distante dall’epicentro si possono ammirare i resti di un muro danneggiato: è tutto ciò che rimane della Cattedrale di Urakami, completamente distrutta dalla bomba. All’epoca dello scoppio, la Cattedrale di Urakami era la più grande chiesa dell’Asia orientale. Alcuni resti e frammenti si possono vedere un po’ più in là, in un’area in cui i visitatori possono osservare i vari strati del sottosuolo in cui sono rimasti conficcati pezzetti di vetro, mattoni e tegole.

Tra le attrattive sicuramente più note c’è la Statua della Pace, divenuta un simbolo dell’intera città. Questa statua è un’opera dello scultore Seibo Kitamura, originario di Nagasaki, e raffigura un uomo in posizione seduta che con la mano destra indica il cielo alludendo alla minaccia della bomba atomica, mentre il braccio sinistro è allungato in posizione orizzontale, simboleggiando il desiderio di pace del mondo. Osservando il volto si notano gli occhi praticamente socchiusi in gesto di preghiera per le vittime di questa assurda tragedia. Ammirando la statua si intuisce come rappresenti un mix di elementi ideologici, artistici e religiosi occidentali e orientali, rafforzando così ulteriormente l’idea di unione tra i popoli.  Di fronte alla scultura si trova la Fontana della Pace, un altro luogo simbolo del parco: costruita nel 1969 è il punto in cui ogni anno, il 9 agosto, si svolge la cerimonia di commemorazione alla presenza del Sindaco di Nagasaki.

L’acqua della fontana simboleggia non solo la vita che non si ferma, quindi la rinascita di Nagasaki, ma ricorda tutte quelle persone che sono morte in seguito allo scoppio mentre erano alla disperata ricerca di acqua: una targa posta accanto alla fontana riporta la testimonianza di un di una bambina che soffrì enormemente la sete immediatamente dopo l’esplosione.

Il parco racchiude tanti altri monumenti, targhe e sculture che vennero donati negli anni da tanti paesi del mondo. Vi invito a cogliere l’occasione della visita per scoprirli tutti.

Nel parco regna la quiete assoluta, interrotta soltanto da un inno funebre che riecheggia nel parco ogni giorno alle 11:00: l’ora esatta dello scoppio della bomba.

Il Museo della Bomba Atomica e la Memorial Hall

Sulla collina a ridosso dell’Hypocenter Park sorge il toccante Museo della Bomba di Nagasaki un luogo che punta non solo a raccontare la drammatica pagina di storia dello scoppio della bomba atomica, ma anche a promuovere la pace, mostrando gli orrori della guerra attraverso immagini e testimonianze toccanti.

Un altro luogo da non perdere è la Memorial Hall situata sempre nei pressi del parco. Qui si possono ammirare mostre fotografiche, oggetti personali e ascoltare testimonianze della tragedia.

Informazioni generali per la visita

L’ingresso al parco è gratuito.

Come arrivare

Il Parco della Pace si trova a diversi chilometri a nord del centro. Vi si può accedere facilmente con il tram della linea 1 o 3 in partenza dalla stazione JR di Nagasaki. Il tragitto dura circa una decina di minuti e una volta scesi alla fermata di Matsuyamamachi proseguite a piedi per un breve tratto.

Galleria Foto

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!