Isola Chichijima

L’Isola Chichijima è l’isola più grande dell’arcipelago delle Ogasawara e patrimonio naturale UNESCO, per i suoi paesaggi incontaminati, dominati da foreste tropicali, spiagge bianchissime e scogliere su cui si infrangono le acque blu dell’oceano. La posizione remota ha di certo favorito la conservazione e la purezza degli ambienti naturali dell’isola, perfetta per sfuggire dal caos e dalla frenesia delle grandi metropoli per concedersi una vacanza di totale relax e tranquillità.

Raggiungibile con una lunga traversata in traghetto da Tokyo, offre un unico grande villaggio, Futami, che si sviluppa attorno al porto nel nord dell’isola: qui troverete hotel e ryokan, ristoranti, negozietti e servizi turistici.

Sull’isola si possono praticare diverse attività a contatto con la natura e il mare, dallo snorkeling e le crociere in barca per avvistare delfini e balene fino al trekking nella foresta tropicale e del buon relax in spiaggia.

Tour in barca

Una delle attività più popolari sono i tour in barca attorno all’isola, che permettono di ammirare la bellezza naturale di questo luogo da un punto privilegiato e panoramico. Esistono diverse compagnie che effettuano crociere sia in giapponese che in inglese ad un costo che si aggira solitamente attorno ai 6.000 yen per un tour di mezza giornata. In alcuni periodi potreste avvistare delfini e balene, in particolare tra febbraio e aprile e tra luglio e settembre, ma ci sono anche colonie di delfini che popolano le acque attorno all’isola durante tutto l’anno e vengono organizzati tour in barca specifici che consentono anche di nuotare con questi simpatici cetacei o semplicemente vederli più da vicino mentre giocano accanto all’imbarcazione.

Snorkeling e attività in spiaggia

Tra le scogliere che si stagliano lungo costa dell’Isola di Chichijima si fanno spazio piccole insenature pittoresche che ospitano spiaggette di sabbia candida affacciate su un mare cristallino, perfetto per nuotare e praticare snorkeling. Il periodo migliore per godersi la spiaggia e crogiolarsi al sole è da giugno a ottobre, quando le temperature massime si aggirano attorno ai 25 gradi.

Sono tante le attività che si possono praticare nell’acqua, tra cui il kayak, la pesca, il surf, le immersioni e tanto altro. Nella cittadina di Futami troverete agenzie, negozi e scuole che organizzano escursioni, corsi e consentono di noleggiare l’attrezzatura.

Se invece volete semplicemente rilassarvi in spiaggia e nuotare, eccovi un elenco delle più belle spiagge dell’isola:

Miyanohama Beach

A circa 20-30 minuti di piacevole passeggiata dal porto, questa spiaggia è considerata una delle migliori per lo snorkeling. La sua posizione riparata permette di avere acque calme, perfette per nuotare. Attorno alla spiaggia si estende una bellissima area verde con zone per sedersi a fare un picnic; da qui partono alcuni sentieri che conducono in cima alle scogliere per godersi una vista mozzafiato su tutta la costa.

Sakaiura Beach

È una delle spiagge più famose dell’isola, soprattutto tra gli appassionati di snorkeling che oltre ad esplorare i fondali marini possono nuotare accanto ad uno storico relitto,  Hinko-maru, una nave da guerra giapponese che affondò vicino alla costa durante la Seconda Guerra Mondiale. Una parte del relitto emerge dalle acque di fronte alla costa, dando vita ad un’immagine nota e particolarmente suggestiva. La distesa di sabbia bianca e il mare calmo permettono di rilassarsi al sole e nuotare senza difficoltà. Per raggiungere Sakaiura Beach, prendete l’autobus scendendo alla fermata Sakaiura Kaigan.

Hatsuneura Beach

Situata lungo la costa orientale dell’isola, Hatsuneura Beach è la meta perfetta se cercate una spiaggetta tranquilla e remota: si può raggiungere solo via nave o attraverso un ripido percorso di trekking di 45 minuti attraverso la foresta tropicale. Offre uno scenario ideale per nuotare e praticare snorkeling o per distendersi al sole completamente indisturbati, ma tenete presente che non ci sono servizi accanto alla spiaggia.

Kominato Beach

È la più spiaggia più grande dell’isola e si raggiunge facilmente sia in autobus che in macchina. La sua sabbia fine e bianchissima, le acque basse e i vari spazi all’ombra la rendono una delle spiagge più popolari e apprezzate dalle famiglie. Per raggiungerla, prendete l’autobus fino alla fermata Kominato Kaigan.

Kopepe Beach

Situata accano a Kominato Beach, Kopepe Beach è un’altra spiaggia popolare per nuotare e praticare snorkeling, grazie anche alla presenza di un fondale marino particolarmente ricco di coralli e pesci.

John e Jinny Beach

Queste due spiaggette isolate si trovano all’estremità sud-occidentale dell’isola, affacciate sull’isola di Minamijima. John Beach può essere raggiunta percorrendo un sentiero a piedi di 2 ore e mezza che parte da Kominato Beach, mentre Jinny Beach è accessibile solo via mare.

Trekking e osservatori

Per chi desidera esplorare l’entroterra dell’isola Chichijima, sono presenti una serie di sentieri escursionistici che attraversano la foresta tropicale permettendo di scoprire specie animali e vegetali endemiche; i percorsi conducono a delle piattaforme di osservazione in punti sopraelevati che regalano un meraviglioso panorama su tutta Chichijima, spaziando dalla costa con le sue scogliere e spiagge fino alle isole limitrofe.  Tra i migliori osservatori ci sono quello in cima al Monte Chuo che regala una vista a 360 gradi sull’isola e il più comodo osservatorio della stazione metereologica (Weather Station Observatory) situato nei pressi del porto di Futami. Quest’ultimo è particolarmente apprezzato per i tramonti romantici sul mare.

Isola Minamijima

Tra le meraviglie naturali più belle che circondano l’isola c’è Minamijima, un piccolo isolotto disabitato che si posiziona a circa un chilometro a sud-ovest di Chichijima. È possibile visitare Minamijima con un tour guidato, ma tenete presente che è vietato l’accesso a più di 100 visitatori al giorno per proteggere il fragile ecosistema di questo luogo. In questo fazzoletto di terra, infatti, la natura regna indisturbata e qui vivono piante e animali selvatici, tra cui tartarughe di mare e una grande varietà di uccelli. Oltre alla ricchezza di vita animale e vegetale, Minamijima regala bellissimi angoli di natura allo stato puro, con una piccola baia occupata da una spiaggia bianchissima e incorniciata da scogliere rocciose caratterizzate da un tunnel scavato dal mare che si fa strada tra le rocce. I tour per l’isola vengono sospesi nella stagione invernale, indicativamente da novembre a febbraio.

Tuffarsi nei sapori della cucina locale

Una visita a Chichijima non può dirsi completa senza un tuffo nei sapori della gastronomia locale. Attorno al porto di Futami si concentra un’ampia gamma di ristoranti dove fare incetta di specialità locali a base di pesce e prodotti della zona, tra cui imperdibile è il Shimazushi, una sorta di nigiri preparato con del pesce tipico dell’isola marinato nella salsa di soia e servito su del riso assieme a della mostarda karashi invece del classico wasabi.  I più coraggiosi possono anche provare la carne di tartaruga, che viene preparata in vari modi, ad esempio cruda, fritta o bollita.  Chichijima è nota anche per i suoi deliziosi frutti tropicali da acquistare freschi al mercato e per il suo rum al frutto della passione.  

Come arrivare

L’unico modo per accedere all’arcipelago di Ogasawara è con il traghetto della compagnia Ogasawara-maru in partenza da Tokyo, presso il molo di Takeshiba, a pochi passi dall’omonima stazione. Il viaggio è piuttosto lungo: dura infatti 24 ore.  Le partenze sono previste una volta a settimana o una volta ogni 3 giorni a seconda della stagione. Nonostante la durata possa spaventare, il tragitto permette di esplorare anche la bellissima baia di Tokyo, offrendo viste sul Rainbow Bridge e su Odaiba, per poi passare accanto alle Isole Izu e proseguire la traversata verso Chichijima.

Naturalmente a bordo troverete ogni tipo di servizio per vivere il viaggio in maniera più confortevole.

Come muoversi

Il porto di Futami nel nord di Chichijima è il principale centro dei trasporti non solo dell’isola ma di tutto l’arcipelago Ogasawara: qui infatti approdano i traghetti da Tokyo e Hahajima. Attorno si sviluppa la cittadina di Futami, che presenta dimensioni contenute e si gira comodamente a piedi. La strada principale dell’isola parte dal porto di Futami e collega la cittadina con Kominato Beach, a sud, servita da frequenti corse di autobus. C’è un’altra strada secondaria che si addentra nell’entroterra montuoso, ma in questo caso non è presente alcun servizio di trasporto pubblico. Sull’isola è però possibile noleggiare biciclette, scooter e macchine per spostarsi più agevolmente e in totale libertà.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!