Hayatama Taisha

Kumano racchiude l’anima spirituale del Giappone che è arrivata fino ai giorni nostri resistendo alla prova del tempo: la sua storia attraversa migliaia di anni. Situata nell’estremità meridionale della Penisola Kii, l’area di Kumano è un connubio di natura, cultura, tradizioni e religione che nel corso dei secoli ha richiamato pellegrini e visitatori in cerca di una riconnessione profonda con sé stessi e con la natura più pura e remota. Tra montagne e foreste lussureggianti attraversate da sentieri spirituali, si nascondono i tre santuari principali di Kumano, conosciuti con il nome collettivo di Kumano Sanzan e di cui fa parte il santuario Hayatama Taisha.

Il Santuario Hayatama Taisha si trova nella città di Shingu, sulla costa sudorientale della Penisola Kii e si adagia sulle sponde del fiume Kumano, una posizione che occupa da più di mille anni come testimoniano alcuni reperti e oggetti religiosi antichissimi ritrovati nell’area. Nonostante gli edifici siano in realtà delle ricostruzioni recenti, il sito del santuario ha una lunga storia come luogo di preghiera.   Come gli altri santuari dell’area di Kumano, anche Hayatama Taisha, infatti, è nato prima dell’introduzione del Buddismo in Giappone.

Visitare il Santuario Hayatama Taisha

I santuari di Kumano si contraddistinguono per aver avviato un processo di integrazione armoniosa tra la religione shintoista preesistente e quella buddista, dando vita ad una nuova fede conosciuta con il nome di Shinbutsu-shugo. La religione shintoista venera diversi elementi naturali e questo lo si nota chiaramente proprio nel santuario Hayatama Taisha. Nei pressi del complesso sacro, lungo il sentiero che conduce al Monte Gongen, si trova Gotobiki-iwa, una gigantesca roccia considerata sacra e per questo venerata da secoli in quanto al suo interno vivrebbero tre divinità (kami). La roccia non è l’unico oggetto naturale sacro del santuario Hayatama Taisha: visitando questo luogo vedrete anche un antico albero, anch’esso considerato una sorta di divinità, che si stima abbia più di 800 anni. Lo riconoscete dalla corda cerimoniale legata attorno al tronco.

Avvolto dalla vegetazione della foresta, il complesso si pone in contrasto al verde della vegetazione con i suoi edifici tradizionali dal colore rosso acceso. L’architettura elegante e ricca di decori cattura immediatamente lo sguardo dei visitatori.

Particolarmente interessante da visitare è la Sala dei Tesori del santuario, che custodisce una splendida collezione di reperti e oggetti che non ha nulla da invidiare a quella dei grandi musei. Tra la miriade di tesori preziosi, c’è anche una curiosa sezione che conserva le offerte lasciate dai pellegrini nel corso dei secoli.

Informazioni generali per la visita

Il santuario Hayatama Taisha è aperto tutti i giorni dalle 8:00 alle 17:00 e sebbene l’accesso al complesso sia gratuito, per visitare la Sala dei Tesori è richiesta una quota di ingresso di 500 yen.

Come arrivare

Hayatama Taisha si può raggiungere comodamente in 15 minuti di passeggiata dalla stazione dei treni JR Shingu.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!