Cosa vedere a Porto

La seconda città del Portogallo abbaglia con una ricca collezione di attrazioni culturali e un centro storico dichiarato Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Gastronomia e artigianato sono un inno alla tradizione ma emerge anche un carattere contemporaneo della città nella sua fiorente scena artistica moderna. Tra una crociera lungo il fiume Douro e una passeggiata tra chiese, torri e viali di shopping sono tante le cose da fare e da vedere a Porto: eccovi una panoramica delle migliori attrazioni della città.

Torre dos Clérigos

La torre dos Clérigos domina lo skyline di Porto con la sua altezza di 75 metri ed è il punto di riferimento più visibile della città. Commissionata dalla Confraternita del Clero (clérigos), la torre barocca fa parte del complesso della chiesa Igreja dos Clérigos e venne costruita nel XVIII secolo.

Regala un panorama mozzafiato sul fiume, sulla costa e sulla lontana valle del Douro a chiunque si avventuri in cima, salendo i 240 gradini della torre.

Palácio da Bolsa

Risalente alla metà del XIX secolo, l’ex Palazzo della Borsa di Porto è un luogo di enorme valore storico. Costruito sul sito di un monastero francescano, il suo interno sontuoso è composto da diverse sale e saloni, ciascuno dotato di particolari interessanti da osservare. Da non perdere la Sala dei Ritratti con la sua galleria di ritratti di monarchi, la Sala d’oro dove lo sguardo si volge all’insù per ammirare il suo soffitto dorato e la sorprendente Sala Araba, ispirata all’Alhambra di Granada, in Spagna. L’edificio è oggi la sede della Camera di commercio di Porto e i suoi membri si riuniscono ancora nella classica Sala dell’Assemblea Generale.

Chiesa di San Francesco

Resterete abbagliati dagli interni barocchi dorati del XVIII secolo della bellissima chiesa di San Francesco. Intagli dorati impreziosiscono l’altare maggiore, colonne e pilastri, mentre lungo la navata sinistra si trova una delle maggiori attrattive della chiesa, l’Albero di Jesse, un albero genealogico in legno dorato e dipinto raffigurante la genealogia di Cristo. Sotto la chiesa si trovano antiche catacombe visitabili con un tour.

Ribeira

Il quartiere sul fiume Douro è un affascinante labirinto di strade strette e tortuose che conducono di fronte al corso d’acqua, dove si affacciano alte case a schiera variopinte. Ribeira è un’avventura di colori e sapori: una moltitudine di ristoranti e caffetterie rende questa zona la più popolare della città per rilassarsi e ritrovarsi con gli amici. Praça da Ribeira, la piazza sul lungofiume, è un punto d’incontro popolare e vivace. Questo è anche un affollato quartiere commerciale, dove i negozi di alimentari si intrecciano con macellai e pescherie, panifici e botteghe di artigiani. La Ribeira è anche ricco di storia ed esplorare questo affascinante quartiere porta a scoprire tesori medievali e rovine romane che hanno portato l’UNESCO a designare l’area come Patrimonio dell’Umanità.

Ponte Dom Luís I

Il grandioso ponte Dom Luís I è una delle strutture più iconiche del Portogallo. Attraversando il fiume Douro collega Porto con Vila Nova de Gaia sulla riva sud. Realizzato da un assistente di Gustave Eiffel, fu completato nel 1886. Si compone di due livelli: la via Avenida da República corre attraverso il ponte inferiore mentre la campata superiore è riservata alla linea della metropolitana. I pedoni possono percorrerlo utilizzando gli stretti marciapiedi posti su entrambi i lati della strada. Dalla terrazza del monastero Mosteiro da Serra do Pilar, sulla riva sud, si gode una vista eccezionale sul ponte.

Sé (Cattedrale)

Imponente punto di riferimento del XII secolo, la cattedrale di Porto nasce come una chiesa-fortezza in stile romanico, con le sue grandiosi torri e la facciata massiccia dominata al centro da un bellissimo rosone. Il panorama mozzafiato sulle strade della città vecchia e sul fiume Douro è ciò che maggiormente attira i turisti assieme ai sereni chiostri barocchi rivestiti con piastrelle azulejos color cielo.

Fundação de Serralves Museu de Arte Contemporânea (Museo di arte contemporanea)

La Fondazione Serralves gestisce il rinomato Museo d’arte contemporanea di Porto. Progettato dall’architetto minimalista Álvaro Siza Vieira, l’edificio color bianco è di per sé un’attrazione culturale, assieme al verdeggiate parco che lo incornicia. Il museo ospita una collezione di arte contemporanea molto apprezzata con opere di artisti nazionali e stranieri, dalla fine degli anni ’60 fino ai giorni nostri, ma al tempo stesso organizza tante mostre temporanee durante l’anno. All’interno del parco si trova anche la Casa de Serralves in stile Art Déco che ospita altre mostre e una serie di sentieri che attraversano prati, laghi e giardini di erbe aromatiche.

Livraria Lello

Questa libreria è considerata una delle più belle al mondo ed è diventata ancora più famosa come uno dei luoghi preferiti della scrittrice JK Rowling quando viveva a Porto e iniziò a sviluppare la serie di Harry Potter. Non c’è dubbio che Livraria Lello & Irmão, in attività dal 1906, è uno dei punti di riferimento più famosi e affollati di Porto: preparatevi a un po’ di fila per entrare.

Avenida dos Aliados e Praça da Liberdade

Affiancata su entrambi i lati da negozi, negozi, boutique, caffetterie e ristoranti, Avenida dos Aliados è la via dello shopping più famosa della città. Al termine della via si trova Praça da Liberdade, cuore pulsante di Porto, e nelle vicinanze vi consiglio di fare una visita veloce alla Estação de São Bento, la stazione ferroviaria centrale di Porto, per ammirare i 20.000 abbaglianti azulejos che danno vita a bellissimi murales raffiguranti mezzi di trasporto antichi e la storia del Portogallo.

Mercado do Bolhão

Lo storico mercato coperto Mercado do Bolhão si sviluppa su due piani e trasuda ancora un certo fascino. È il posto migliore in città per acquistare frutta e verdura fresca, carne, pesce, articoli per la casa e artigianato. Se volete fare uno spuntino, fate scorta di formaggio e panini appena sfornati e godetevi un picnic sul fiume.

Vila Nova de Gaia

Con il suo ampio e lunghissimo lungofiume, Vila Nova de Gaia è una gita ideale. Facilmente raggiungibile a piedi attraversando il Ponte de Dom Luís I, la promenade della città è circondata da una lunga fila di eleganti ristoranti e caffetterie ed è anche il punto di partenza di numerose crociere sul fiume Douro. Una schiera di imbarcazioni tradizionali ormeggiate lungo i moli con il quartiere Ribeira di Porto sullo sfondo, crea una cornice ineguagliabilmente romantica.

Jardim do Passeio Alegre e Foz

Questi bellissimi giardini del 1800 sono fiancheggiati da graziosi vecchi edifici e costellati di palme, sculture e fontane. Ci sono anche un campo da mini golf e un palco dove si organizzano concerti in estate. È una porta di accesso a Foz, il quartiere di Porto in cui il fiume incontra il mare. Ascoltate il rumore dell’oceano mentre passeggiate tra i suoi viali alberati.

Parque da Cidade do Porto

Il trambusto del centro svanisce non appena si entra nel sereno e verdissimo Parque da Cidade, il più grande parco urbano del Portogallo. Attraversato da 10 km di percorsi pedonali e ciclabili, è qui vedrete la gente del posto rilassarsi, gustarsi un picnic, fare jogging, andare in bicicletta e a piedi attorno al lago.

Igreja do Carmo

A decorare l’esterno della Igreja do Carmo del XVIII secolo è un tripudio di azulejos azzurri e bianchi: la suggestiva facciata della chiesa è una delle più inconfondibili in città. I dettagli dorati che caratterizzano l’interno sono ugualmente affascinanti. Un’altra particolarità da notare e la casa strettissima, larga appena 1 metro, che divide la Igreja do Carmo dalla vicina Igreja das Carmelitas. La dimora, abitata fino agli anni ’80, fu costruita per via di un’antica legge che vietava alle chiese di condividere lo stesso muro.

Café Majestic

Con la sua distintiva facciata in stile Liberty e i motivi ondulati, questa caffetteria è inconfondibile. All’interno troverete un ambiente vintage anni Venti con originali sedie in legno intagliato, tavoli con ripiani in marmo e pareti impreziosite da enormi specchi. Questo è il più celebre dei caffè di Porto e uno dei più storici d’Europa ed è anche noto per la sua selezione di torte e pasticcini.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).