Cosa vedere a Kamakura

Luoghi sacri dal lungo passato, spiagge, Buddha giganti e sentieri di trekking: Kamakura, a meno di un’ora a sud di Tokyo, è una popolare destinazione turistica per un soggiorno balneare e culturale. Si può visitare con un’escursione giornaliera, ma potrebbe essere anche un’ottima tappa per un weekend lontano dalla frenesia e dal traffico della capitale. Per più di un secolo Kamakura divenne il centro politico del paese, e sede dell’omonimo governo, e questo ha lasciato in eredità alla città numerosi monumenti storici, templi e santuari importanti. Se avete in programma un’escursione giornaliera o un weekend nella città, eccovi qualche consiglio sulle principali cose da vedere.

Buddha Gigante

buddha-kamakura-fo

Alto 13,35 metri, il Buddha di Kamakura affascina molti turisti, pur non essendo tra le statue più grandi del Paese. Nonostante questo è divenuto un simbolo di Kamamura perciò vi consiglio di inserirlo nel vostro itinerario e, se lo desiderate, visitarlo all’interno.



Tempio Hasedera a Kamakura

hasedera-kamakura-f

È uno dei più grandi e importanti complessi buddisti di Kamakura ed è dedicato alla divinità buddista Kannon, della quale si può ammirare una statua ospitata nella sala principale (Kannon-do). Il tempio ospita anche una statua di Amida Buddha e un museo con numerosi reperti e oggetti d’arte.

Oltre che per i suoi tesori, il tempio è apprezzato per la spettacolare vista che regala sulla baia di Kamakura e per le sue ortensie, che fioriscono nei giardini del complesso nei mesi di giugno e luglio.



Engakuji

engakuji-f

È uno dei cinque grandi templi zen della città e si innalza su una collina ricoperta di vegetazione, offrendo una meravigliosa fusione tra architettura e natura.

Tra gli elementi più significativi ci sono la sala Butsuden, all’interno della quale si trova quello che pare sia un dente appartenuto al Buddha e la Grande Campana (Ogane), designata come tesoro nazionale. Il tempio è anche una meta popolare per ammirare i colori suggestivi e caldi dell’autunno, ancora più belli se visti dalla sala da tè del tempio, mentre si sorseggia una tazza di matcha o si assaggiano dei dolcetti.



Tsurugaoka Hachimagu

tsurugaoka-hachimangu

È il più importante santuario scintoista della città e le sue origini sono profondamente legate al clan Minamoto, la famiglia che diede ricchezza e prosperità alla città di Kamakura.

Il santuario si raggiunge percorrendo un ampio e lungo viale che parte dalla costa di Kamakura e si snoda attraverso il centro con diverse porte torii lungo il percorso e alberi di ciliegio a fiancheggiare il viale. Il complesso sacro si trova in posizione rialzata, in cima ad una scalinata e include un museo con numerosi tesori, armi e reperti storici. Una delle attrazioni principali di questo luogo è un antichissimo albero di ginkgo, che purtroppo fu danneggiato da una violenta tempesta e oggi di esso rimane solo un imponente tronco.


Komachi Dori

komachi-dori

Principale strada dello shopping della città, dove tra le luci delle vetrine e le insegne colorate si respira un’atmosfera nostalgica, con le botteghe storiche che affiancano le boutique di tendenza e i ristoranti raffinati, a pochi passi dal santuario Tsurugaoka Hachimangu, offrendo tanti spunti per fare acquisti e per assaggiare la cucina locale.


Enoshima

enoshima-f

Collegata alla terraferma da un ponte, l’isola Enoshima è una piacevole meta turistica che ospita negozi, ristoranti, un acquario e splendide meraviglie naturali, quali i giardini botanici, le grotte e percorsi naturali che consentono di passeggiare lungo le scogliere e tra le foreste dell’isola.


Le spiagge

Sebbene le sue spiagge non siano tra le più belle del Giappone, Kamakura è una meta balneare comoda, ricca di servizi e facilmente raggiungibile per chi vuole andare al mare senza allontanarsi troppo da Tokyo. Le due spiagge principali, Yuigahama e Zaimokuza si trovano una accanto all’altra e nel pieno della stagione balneare, che dura solitamente due mesi, luglio e agosto, sono piuttosto affollate.

Altri luoghi

Kamakura è ricca di luoghi da visitare in particolare templi e santuari, ciascuno con le proprie caratteristiche.
I templi Jufukuji, Jochiji, Jomyoji, Kenchoji sono considerati, assieme al già citato Engakuji, i cinque grandi templi zen della città. A questi si aggiunge il tempio Zuisenji, apprezzato in particolare per i suoi giardini, il tempio Tokeiji, che un tempo era una casa di accoglienza e rifugio per le donne, e il tempio Meigetsuin famoso per le sue distese di ortensie. Il santuario Zeniarai Benten, invece, è popolare tra i turisti per il suo curioso rituale portafortuna del “lavaggio delle banconote”, mentre il piccolo santuario Sasuke Inari è un luogo incantato e intriso di mistero, sul quale circolano diverse leggende che affascinano i turisti.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!