Come muoversi a Valencia

Valencia è una città di dimensioni contenute e una passeggiata a piedi o in bicicletta per le strade della città è uno dei modi migliori per esplorarne gli angoli più nascosti e suggestivi, anche grazie ad un terreno pianeggiante e un clima eccellente. Tuttavia alcuni luoghi più lontani necessitano l’utilizzo dell’ampia rete di trasporti pubblici, in particolare se avete poco tempo. L’ottima ed efficiente rete di trasporti di Valencia comprende autobus, tram, metro e bus turistici e fornisce collegamenti per le zone più decentrate che ospitano alcuni dei principali punti di interesse, tra cui il Parco Naturale dell’Albufera e l’aeroporto di Valencia (nella cittadina di Manises).

In questa guida troverete una panoramica delle opzioni di trasporto a Valencia, a partire dall’arrivo in aeroporto, per aiutarvi a pianificare il vostro viaggio.

Dall’aeroporto al centro

L’aeroporto di Valencia dista 9 km dal centro della città e da qui avete varie opzioni per raggiungere il centro. L’autobus (Metrobus) per Plaza de Espana parte ogni 25 minuti e impiega circa 30-40 minuti ad un costo di 1,50euro; la fermata dell’autobus si trova di fronte al parcheggio a livello fuori dalla sala degli arrivi. Più veloce ma anche leggermente più costosa è la metropolitana che collega l’aeroporto alla stazione ferroviaria principale, Estación del Norte (accanto alla fermata della metropolitana Xàtiva); ci sono partenze ogni 10 minuti circa e il tragitto dura più o meno 20 minuti. Per quanto riguarda il costo della metro sono disponibili varie opzioni: se optate la tessera ricaricabile Mobilis (solo la tessera costa 1euro in versione cartacea e 2euro per la versione di plastica), valida su tutti i mezzi di trasporto, la tariffa dall’aeroporto alla stazione della metro Xàtiva costa 3,90euro.

Un’opzione più economica per l’utilizzo della metropolitana di Valencia è la scelta della TuiN Card, un’altra tessera ricaricabile ma che a differenza di Mobilis si può usare solo sulla metropolitana e sui tram; il prezzo è di 10euro da cui poi vengono scalati i vari viaggi con importi che variano a seconda della distanza: dall’aeroporto al centro si pagano solo 2euro. Se pensate di acquistare la Valencia Tourist Card, un pass che include attrazioni e trasporti per 24, 48 o 72 ore, avrete incluso anche il tragitto da/per l’aeroporto.

L’ultima alternativa è il taxi, comodo se avete molti bagagli o se viaggiate in gruppo o famiglia. Una corsa in taxi dall’aeroporto a Calle de La Paz, che si trova nel cuore del centro storico della città, ad una distanza di circa 11 km, costa circa 19euro con un supplemento aeroportuale aggiuntivo di circa 4euro.

Spostarsi in città

Biglietti e pass

Date le tante opzioni disponibili, il sistema di biglietti dei mezzi di trasporto di Valencia può apparire un po’ confusionario, ma cerco di spiegarvelo semplicemente. Oltre alla tessera ricaricabile Mobilis, valida su tutti i trasporti, sia per la metro, che per il tram e gli autobus è possibile acquistare dei carnet di biglietti chiamati bonos in chioschi e tabaccherie; questi possono essere usati per 10 viaggi. Se vi è sufficiente un solo biglietto per una corsa potete acquistarlo nelle biglietterie automatiche ad un costo fisso è di 1,50euro e ogni biglietto consente ai passeggeri di spostarsi tra le linee della metropolitana, del tram e degli autobus, se necessario. La Valencia Tourist Card personalizzata è un’ottima opzione se volete avere incluse anche qualche attrazione e i trasporti in città: offre viaggi illimitati sui mezzi pubblici per 24 ore (15 euro), 48 ore (20 euro) o 72 ore (25 euro).

Autobus e metro propongono poi le proprie tessere ricaricabili per chi pensa di sfruttare un’unica tipologia di trasporto: si chiamano bonobus, per gli autobus, e TuiN Card per la rete metropolitana e i tram.

Tessere e pass possono essere acquistati da qualsiasi punto di informazione turistica (Calle de la Paz, Municipio, stazione di Joaquín Sorolla e aeroporto di Valencia), da chioschi autorizzati o online.

Un ultimo consiglio è quello di scaricare l’applicazione EMT, disponibile per IOS e Android, che include informazioni su autobus, metropolitana, tram e biciclette. Vi dice quando è previsto il passaggio del prossimo autobus o della metro, calcola i percorsi e vi consente di salvare i vostri viaggi preferiti.

A Valencia in autobus

La Municipal Transport Company (EMT) gestisce un totale di 59 linee di autobus, 44 rotte diurne e 13 rotte notturne, che servono tutte le aree della città. Valencia è servita da ampie e affidabili reti di autobus pubblici urbani (EMT) e interurbani (Metrobus) e questa modalità di trasporto offre sicuramente la migliore opportunità di viaggiare su medie e lunghe distanze, per esempio verso villaggi e frazioni nei dintorni, mentre vi godete il panorama.

Le linee diurne sono in funzione dalle 04:00 alle 22:30, mentre il servizio notturno è operativo dalle 22:30 alle 02:00 nei giorni feriali e dalle 22:30 alle 03:30 nei fine settimana.

Se avete poco tempo e volete sfruttarlo al meglio per esplorare Valencia e le aree nei dintorni, potreste valutare un tour su un autobus turistico hop-on hop-off per fare un giro della città e visitare i monumenti e i luoghi di interesse più famosi. Sono disponibili anche tour in autobus storici e con alcuni percorsi è persino possibile visitare il Parco Naturale dell’Albufera. Le formule dei pass da 24 e 48 ore vi consentono di salire e scendere tutte le volte che volete per visitare una determinata attrazione.

Valencia in metro e tram

Il sistema di trasporto metropolitano e il tram sono gestiti da Metrovalencia e sono costituiti da 9 linee. La metropolitana e i tram offrono un altro ottimo modo per esplorare il centro della città, passeggiare lungo il vecchio letto del fiume Turia fino alla Città delle Arti e delle Scienze e persino raggiungere la spiaggia di La Malvarrosa. Alcune delle stazioni della metropolitana della città, come Alameda, sono famose per la loro architettura, mentre la stazione Colón vanta un vero e proprio spazio espositivo.

Metro e tram restano in funzione dalle 04:00 alle 23:30 nei giorni feriali e dalle 05:00 alle 00:30 nei fine settimana. La frequenza dei treni varia in base alla linea.

Valencia in taxi

La comodità di prendere un taxi vi consente di viaggiare in maniera rapida da una parte all’altra della città, considerato anche che Valencia non è molto trafficata. I taxi nella città di Valencia sono bianchi e sono disponibili 24 ore al giorno. Possono essere prenotati per telefono oppure online, ma sono anche stazioni di taxi in tutta la città e di solito si possono vedere veicoli che guidano lungo le strade principali e che possono essere fermati con un cenno delle mani. La stazione dei taxi dell’aeroporto si trova negli arrivi del Terminal 1.

Le compagnie ufficiali applicano tutte le stesse tariffe e queste devono essere rese visibili al pubblico. Le tariffe variano in base alla zona (zona urbana 1, zona urbana 2, interurbana), all’ora e al giorno (i prezzi aumentano di notte e nel fine settimana). Tutti i viaggi vengono calcolati con il tassametro e sulla maggior parte dei taxi è possibile pagare con carta di credito.

In bicicletta

Noleggiare una bicicletta è un modo sempre più popolare per i visitatori di esplorare questa città essenzialmente pianeggiante. Dal 2010 Valencia dispone anche di un sistema di noleggio pubblico di biciclette, chiamato Valenbisi, con oltre 250 postazioni in città (e in crescita). Per 14euro si ha accesso all’uso illimitato delle biciclette per 7 giorni, ma ci sono anche affitti più brevi: la prima mezz’ora è gratuita, poi si paga 1euro per ogni mezz’ora aggiuntiva.

Diverse compagnie di tour in bicicletta offrono l’opportunità di andare in bicicletta con una guida che conosce bene Valencia e vi permette di scoprire gemme nascoste e curiosità sulla città.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).