3 giorni a Varsavia

Tre giorni per una vacanza non sono molti, ma sono sufficienti a scoprire i luoghi più importanti di Varsavia e a cogliere l’essenza più profonda della città. Potrete conoscere il passato di Varsavia e del paese, visitare palazzi e quartieri notturni ed esplorare le zone più autentiche della città. Seguendo il mio itinerario di 3 giorni a Varsavia riuscirete a trarre il massimo dalla vostra visita.

Giorno 1: centro storico e castelli

Parco Reale Łazienki

Incominciate la visita di Varsavia dal vasto parco Łazienki, che circonda la residenza estiva dell’ultimo re polacco, Stanisław August Poniatowski, ed è oggi il luogo in cui gli abitanti amano fare lunghe passeggiate e godersi giri in barca sul lago nella bella stagione. Il parco ospita un complesso di edifici che si inseriscono perfettamente con gli elementi naturali circostanti.

Il parco è famoso per i concerti di Chopin che si svolgono da metà maggio a fine settembre ogni domenica. Il Palazzo sull’Acqua è la gemma di questo luogo, ma vale la pena visitare anche il giardino d’inverno e il giardino cinese.

La Strada Reale

La Strada Reale passa attraverso numerose attrazioni della città, collegando inoltre tre ex residenze di sovrani polacchi: il Castello Reale, il palazzo di Parco Łazienki e Palazzo Wilanów. È il percorso più famoso della città e richiede circa un’ora per essere completato, ma ne vale assolutamente la pena perché consente di ammirare alcuni degli edifici più importanti di Varsavia tra cui il Palazzo Presidenziale, il campus universitario di Varsavia, nonché bellissime chiese e casette a schiera. Il percorso prosegue lungo l’elegante e verde viale Aleje Ujazdowskie, affiancato da ambasciate e ministeri, terminando al Palazzo Wilanów. Se viaggiate in inverno tutto questo viale è illuminato da migliaia di luci natalizie.

Città Vecchia e Castello Reale

Raggiungete il centro storico di Varsavia, Patrimonio mondiale dell’UNESCO, che incanta con le sue case colorate e l’atmosfera carica di energia e fascino delle sue stradine. La Piazza del Mercato è il cuore della Città Vecchia, ed è dominata al centro dalla statua di una sirena, il simbolo ufficiale della città. Non dimenticare di passeggiare lungo Kanonia Street, dove si può visitare la Cattedrale della città, la Chiesa di Sant’Anna, raggiungere il Barbacane, ed esplorare gli appartamenti eleganti del Castello Reale, che custodisce anche una meravigliosa collezione d’arte con dipinti di Rembrandt e Canaletto.

Concludete con un po’ di shopping in centro e un tuffo nei sapori locali il primo pomeriggio a Vasavia.

Taras Widokowy Tower

Terminate la giornata ammirando il panorama di Varsavia da una diversa prospettiva. Salite sulla Torre Taras Widokowy, appena fuori da Castle Square, e osservate gli edifici della Città Vecchia e il viale principale Nowy Świat Street sotto una luce completamente nuova.

Giorno 2: Musei e quartieri

Museo dell’Insurrezione di Varsavia

Questo museo interattivo è un luogo eccezionale per approfondire la storia di Varsavia. Fu fondato in commemorazione di un evento che cambiò profondamente il destino della città: l’insurrezione di Varsavia del 1944. Ascoltate le testimonianze degli insorti, scendete in tunnel simili a quelli che gli insorti usavano per spostarsi in città e vedete le immagini della Varsavia di quel periodo.

Quartiere di Praga

Situato sulla riva destra del fiume Vistola, il quartiere di Praga è considerato la parte più autentica e suggestiva della città. Durante la Seconda Guerra Mondiale, non ha subito grandi danni quanto il centro della città, quindi si può ancora ammirare la sua architettura originale. Gli affascinanti vicoli, i ristoranti sempre molto vivaci, i murales, le gallerie d’arte e l’eccezionale combinazione di architettura industriale storica con un design moderno hanno reso Praga uno dei luoghi preferiti dagli artisti e dai creativi di Varsavia e di certo un bellissimo quartiere in cui passeggiare.

Museo Nazionale di Varsavia

Dopo pranzo dirigetevi verso il Museo Nazionale di Varsavia che ospita una meravigliosa collezione di oltre 830.000 oggetti d’arte e reperti di ogni epoca, dall’antichità ai tempi contemporanei. Qui troverete capolavori d’arte polacca e mondiale e manufatti unici risalenti al Medioevo.

Fiume Vistola

Il fiume Vistola scorre attraverso Varsavia offrendo una delle immagini più riconoscibili e famose della capitale polacca. Le sue sponde naturali, abitate da uccelli selvatici, regalano un piacevole contrasto con i vicini viali della città. In estate, in particolare nel fine settimana, tantissime persone si ritrovano qui animando l’area: bar e club alla moda, affascinanti bistrot ed eventi all’aperto attirano sia gli abitanti della città che i turisti, mentre le spiagge lungo il fiume sono il luogo perfetto per rilassarsi e prendere il sole. Una crociera lungo il fiume per vedere la città dall’acqua è anche un’opzione interessante, quindi ve la consiglio assieme ad una passeggiata, per ammirare Varsavia da un altro punto di vista.

Vistula Boulevards

Concludete la giornata sul lato occidentale del fiume dove si estendono i Vistula Boulevards, ampi viali che si snodano accanto all’acqua offrendo il luogo ideale per una passeggiata o un giro in bicicletta. L’atmosfera eccezionale di questa zona è creata dai lampioni e dalle pergole a forma di vela che offrono riparo dal sole nelle giornate calde. Potete fermarvi a riposare su una delle sculture di pietra a forma di pesce e altre creature acquatiche o salire sulle collinette per ammirare il panorama.

Powisle

Uno dei quartieri emergenti di Varsavia, Powisle è il quartiere sul lungofiume che si estende di fronte al quartiere Praga. Negli ultimi anni questa zona si è trasformata e oggi ospita un eclettico mix di attività commerciali, caffè ed enoteche alla moda. Il quartiere vanta anche numerosi parchi e musei tra cui il Museo di arte moderna e il Centro scientifico Copernico.

Giorno 3: storia ebraica e altri musei

Museo POLIN

Il Museo POLIN riporta alla memoria il lungo passato condiviso da due popoli: polacchi ed ebrei. L’esposizione interattiva vi porterà in un viaggio incredibile attraverso secoli e vi darà l’opportunità di camminare per le strade di un tipico quartiere ebraico prima del periodo della guerra e scoprire come la cultura polacca e quella ebraica si sono mescolate. L’edificio del museo è esso stesso un’attrazione architettonica e un punto di riferimento della moderna Varsavia.

Palazzo Wilanów

Il Palazzo Wilanów è una vera perla dell’architettura barocca di Varsavia e non potete proprio perdervelo. Scoprite la storia del re Jan III Sobieski, che riuscì a respingere con successo i turchi nella battaglia di Vienna e che visse nel palazzo di Wilanów con la sua amata Marysieńka. Fate una passeggiata nel parco e visitate gli interni del palazzo, dove ammirare la galleria di ritratti e appassionarsi ai racconti di grandi storie d’amore. L’edificio e i magnifici giardini hanno conservato il loro aspetto originale e in inverno, il luogo, illuminato con migliaia di luci, si trasforma nel Royal Garden of Lights.

Palazzo della cultura e della scienza

L’edificio più famoso e più alto della città, il Palazzo della Cultura e della Scienza, fu un dono del popolo sovietico ai polacchi. Visibile da quasi tutti i punti di Varsavia, il palazzo è un importante punto di riferimento per la città.

Salite in ascensore fino al 30° piano per vedere il panorama della città da un’altezza di 114 metri. Il palazzo ospita teatri, un cinema, musei e bistrot alla moda, nonché il principale ufficio di informazione turistica della città.

Pawilony

Concludete l’ultima giornata a Varsavia nell’area di Pawilony, raggiungibile dalla strada Nowy Świat street. Qui si concentrano tanti piccoli bar e pub ed è un posto perfetto dove andare per bere una birra, mangiare qualcosa e trascorrere la serata. 

Alternative: gita di un giorno fuori città

Se volete approfittare del viaggio a Varsavia per esplorare altri luoghi della Polonia, potete dedicare una giornata alla visita di una cittadina nei dintorni. Eccovi alcune proposte:

Żelazowa Wola

Situata appena fuori Varsavia, Zelazowa Wola è conosciuta come la città natale del compositore polacco Frederic Chopin. Ci sono molti luoghi legati al compositore in città tra cui la casa di famiglia di Chopin che è stata conservata e trasformata in un museo dedicato al compositore dove potete conoscere meglio la sua vita.

Torun

Torun è una cittadina dichiarata patrimonio mondiale dell’UNESCO e racchiude alcuni dei migliori esempi di architettura gotica medievale in Europa. Fu anche il luogo di nascita di Niccolò Copernico e ci sono molte attrazioni legate all’astronomo all’interno della città.

Torun è anche famosa in tutta la Polonia per il suo pan di zenzero, che utilizza una ricetta molto antica.

Auschwitz

Una popolare gita è anche quella ai campi di concentramento di Auschwitz che offre un’esperienza decisamente diversa e toccante. Il sito è diviso in varie sezioni con un museo, dove è possibile trovare reperti e descrizioni storiche, e i campi di concentramento.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore dei libri Giappone Spettacularis ed Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).