3 giorni a Madrid

La capitale della Spagna è una delle principali destinazioni di viaggio in Europa, perfetta per un viaggio di 3 giorni. Offre tanti splendidi piccoli quartieri da esplorare, musei di livello mondiale, piazze, edifici medievali, vicoli carichi di fascino, gallerie e molto altro.

Sebbene Madrid meriti un soggiorno più lungo per essere visitata a fondo, si può riuscire a vedere le principali attrazioni della città in soli tre giorni, seguendo questo itinerario completo.

Giorno 1: piazze, mercati e centro storico

Plaza de España

Plaza de España è un’ottima base da cui partire, in quanto è uno degli incroci più trafficati di Madrid e una delle sue piazze più simboliche. La piazza risale al diciottesimo secolo ed è una meraviglia per gli occhi: presenta un grande monumento dedicato al famoso romanziere, poeta e drammaturgo spagnolo Miguel de Cervantes Saavedra posto al centro di un’area verde ed è delimitata da due dei più grandi edifici della città, la Torre de Madrid e l’Edificio España. A pochi passi da Plaza de España si trovano i luoghi e le attrazioni più famosi della città.

Gran Via

Da Plaza de España raggiungete la parte più vivace e animata di Madrid e del suo centro città. La Gran Via è una delle strade turistiche più famose di Madrid, quindi aspettatevi che sia piuttosto affollata tutto l’anno, e ancora di più nei mesi estivi. Durante la passeggiata, ammirate le meravigliose facciate Art Nouveau e Art Deco degli edifici e lasciatevi contagiare dall’energia inarrestabile emanata da questa enorme strada. Un tempo si chiamava “Madrid Broadway” e capirete perché quando vedrete gli enormi cartelloni pubblicitari, la miscela di eleganza e modernità, la vivacità dei negozi, i cinema, i cafè e, naturalmente, gli edifici maestosi.

Palacio Real

El Palacio Real o il Palazzo Reale è l’edificio più grande di Madrid e sicuramente il più elegante. Inizialmente progettato da Fillippo Juvarra, il palazzo fu costruito principalmente in pietra e si affaccia sulle colline a ovest di Madrid regalando bellissimi scorci da osservare. È disponibile un tour guidato attraverso 50 sale e camere private del palazzo, che mostrano con orgoglio la ricchezza della cultura spagnola. Il fiore all’occhiello è l’Armeria Reale che potete visitare attraverso un ingresso separato; include un’incredibile collezione di armature, alcune delle quali indossate da Carlo V, oltre a preziosi arazzi, mobili, ceramiche e opere d’arte di Velazques e Goya.

Plaza Oriente

Proprio di fronte al Palazzo Reale si trova la Plaza de Oriente, che è una bellissima piazza dove ci si può ritagliare qualche istante di tranquillità. Il design semicircolare è decorato da piante, alberi e statue di re spagnoli. Non mancano inoltre cafè e bar di tapas con vista sulla piazza.

Cattedrale dell’Almudena

A pochi passi dal Palazzo Reale si trova la Cattedrale dell’Almudena, dove vi consiglio di entrare per ammirare le imponenti colonne di marmo, i dettagli architettonici unici e un magnifico organo a canne.

Barrio la Latina

Questo quartiere è tra i più tradizionali e autentici di Madrid. Traboccante di bar e ristoranti, terrazze, locali e taverne caratteristiche, questo quartiere è il luogo perfetto dove fermarsi per un pranzo o un aperitivo a base di tapas. La Latina è anche il quartiere dei mercati: qui si trova il Mercado de la Cebada, uno dei mercati più grandi di Madrid e ogni domenica si tiene il famosissimo mercato delle pulci El Rastro, dove andare a caccia di tesori antichi, abbigliamento vintage, bigiotteria, dischi in vinile e molto altro.

A completare il paesaggio urbano ci sono inoltre piccole chiese e musei nascosti nelle strette stradine del quartiere: scoprite la chiesa di El Grande, la chiesa di San Pedro El Viejo, la Plaza de la Paja e i Giardini del Principe de Anglona.

Puerta del Sol

Nel pomeriggio dirigetevi verso la vicina Puerta del Sol: è la piazza centrale più famosa di Madrid ed è considerata il centro nevralgico della città. È interamente pedonale e da questo punto si possono raggiungere facilmente parchi, negozi, bar, ristoranti e musei. Il nome deriva da un’antica porta di accesso alla città decorata con un’immagine del sole che un tempo sorgeva proprio in questo punto. Nella piazza si trovano diverse attrattive tra cui il “Chilometro 0 del paese”, la statua equestre del re Carlo III, la bellissima Casa de Correos e uno dei simboli più famosi di Madrid: “El Oso y El Madroño” che è una statua raffigurante un orso che mangia frutta da un albero.

Sulla piazza si affacciano negozi, cafè, ristorantini e bar di tapas, ma uno dei luoghi più storici è la Chocolateria San Gines, inaugurata nel 1894.

Plaza Mayor

La Plaza Mayor di Madrid.
La Plaza Mayor di Madrid.
Questa antica storica piazza rettangolare ha più di quattro secoli di storia ed è fiancheggiata da affascinanti portici in cui si nascondono negozietti e caffè con tavolini all’aperto dove sedersi e ammirare il panorama e le esibizioni degli artisti di strada. 

Mercado San Miguel

In pochi minuti a piedi raggiungete il bellissimo mercato coperto di San Miguel, ospitato in un edificio tradizionale in ferro unico nel suo genere. All’interno verrete trasportati in un viaggio nella scena gastronomica spagnola: è uno dei mercati più importanti e grandi della Spagna e riflette la cultura culinaria delle varie regioni del paese. Non ci sono solo bancarelle con diversi tipi di prodotti freschi, ma anche punti di ristoro ed enoteche dove gustare deliziose tapas e specialità della casa.

Giorno 2: Natura e musei

Parco del Retiro e il Palacio de Cristal

Incominciate la giornata con una passeggiata nel Parco del Retiro, situato nel cuore di Madrid. È il luogo in cui gli abitanti si ritrovano per camminare nel verde, leggere, correre, fare un giro in barca o bere una birra fresca in uno dei cafè con spazi all’aperto. È stato originariamente creato come giardino privato riservato a re e nobili. I paesaggi lussureggianti del parco sono punteggiati da sale espositive e palazzi, mentre nel cuore del parco si trova un enorme lago.

Tra le attrazioni principali c’è il Palacio de Cristal, il Palazzo di Vetro, uno degli edifici più iconici di Madrid. Originariamente era adibito a zoo di animali rari ed esotici, ma oggi viene utilizzato per ospitare mostre d’arte contemporanea. Realizzato interamente in vetro, rimarrete incantati dall’immagine della luce che filtra attraverso le pareti creando un’atmosfera quasi incantata. L’edificio è circondato da un laghetto che aggiunge un tocco ancora più fiabesco all’edificio.

Museo de la Reina Sofia

Ex ospedale, il Museo de la Reina Sofia è enorme e vanta una collezione permanente di 20.000 opere d’arte tra cui il celebre capolavoro senza tempo di Picasso: la Guernica. Ci sono anche opere d’arte di Dalí, Miró e Juan Gris. Al suo interno verrete trasportati in un viaggio attraverso la storia dell’arte contemporanea spagnola con opere d’arte che spaziano dagli inizi del 1900 fino ai tempi più recenti.

Giorno 3: Musei e Stadio Bernabeu

Museo Thyssen-Bornemisza

Se siete appassionati di musei, dedicate la terza giornata alla visita di due dei musei più importanti di Madrid. Il Museo Thyssen-Bornemisza sorprende per la sua vasta collezione di arte europea di varie epoche, che vanno dal movimento gotico italiano del tredicesimo secolo alla pop art americana del 1900. Potrete ammirare pezzi di arte medievale e dipinti religiosi italiani, tedeschi e fiamminghi, opere di Monet, Pissarro, Sorolla, Picasso, Juan Gris e Sisley e molti altro.

Museo El Prado

El Prado è sicuramente uno dei musei più importanti di Madrid. Racchiude un’incredibile selezione di opere con oltre 8600 dipinti e 700 sculture dei più grandi maestri europei, tra cui Velazques, Goya, Rubens e Bosch. L’edificio stesso è un grande esempio di architettura neoclassica del diciottesimo secolo.

Stadio El Bernabeu

Il famoso Stadio El Bernabeu è una tappa essenziale per tutti gli appassionati di calcio di ogni parte del mondo. Prendendo parte ad un tour guidato all’interno avrete accesso a ogni ambiente e area dello stadio, dagli spogliatoi alle panchine, dal campo alle tribune, e potrete inoltre visitare il museo che ospita una mostra dei trofei e un breve viaggio nella storia del Real Madrid.

Alternative

Gita a Toledo

In alternativa, se non siete amanti dei musei, potete dedicare l’ultima giornata ad una gita fuori città. Toledo, distante 30 minuti-un’ora dalla capitale, è uno dei siti patrimonio mondiale dell’UNESCO più amati della Spagna ed una delle escursioni più popolari. Tra le sue stradine tortuose e acciottolate si danno spazio diversi edifici religiosi e gioiellerie, ma la cittadina offre anche panorami incredibili grazie alla sua posizione sopraelevata.

Gita a Segovia

Segovia è un’altra meta popolare e anch’essa dista appena 30 minuti-un’ora da Madrid a seconda del mezzo utilizzato. Una delle meraviglie di Segovia è l’acquedotto di epoca romana, ma da non perdere sono anche il castello medievale conosciuto come l’Alcázar di Segovia e il Palazzo Reale di La Granja de San Ildefonso.

Gita ad Avila

Avila è una località molto suggestiva e ottima per una gita giornaliera. È famosa per le sue mura medievali imponenti che la cingono donando alla città atmosfere d’altri tempi e ospita una grande quantità di chiese e palazzi signorili.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore dei libri Giappone Spettacularis ed Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).