Giardino Senganen

Ambientato sullo sfondo di Kinko Bay e del vulcano attivo Sakurajima, Senganen è uno dei migliori esempi di giardini in stile giapponese, un’opera ambiziosa del signore feudale del ricco clan Shimazu. Conosciuto anche come anche come Isoteien, il Giardino Senganen comprende una dimora signorile, piccoli stagni, ruscelli, santuari e un boschetto di bambù, ed è una delle attrattive da non perdere a Kagoshima, dove lo si trova lungo la costa, a nord del centro. Visitando Senganen, infatti, si ha l’occasione unica di avere viste spettacolari del vulcano Sakurajima e di scoprire aspetti culturali e storici del Giappone di un tempo.

La residenza degli Shimazu

Senganen fu costruito nel 1658 dalla ricca famiglia Shimazu, uno dei più potenti clan feudali durante il periodo Edo (1603-1867). Gli Shimazu governarono la regione di Satsuma (l’odierna Kagoshima) per quasi 700 anni fino alla fine dell’età feudale nel 1868 e continuarono ad essere influenti nell’era moderna grazie alla loro visione innovativa che li spinse ad essere tra i primi a servirsi di alcune delle invenzioni scientifiche e tecnologiche occidentali. L’apertura mentale e la curiosità verso l’estero emerge anche nei dettagli decorativi e architettonici della residenza, che si presenta come un affascinante mix di influenze giapponesi, cinesi e occidentali.

La Residenza Iso fu originariamente costruita nel 1658 insieme al resto del giardino, ma l’edificio attuale è una ricostruzione della metà del 1880. Dopo la fine dell’età feudale, la residenza Iso divenne la dimora principale della famiglia Shimazu e le sue stanze sono conservate praticamente intatte e identiche a quel periodo. L’interno della dimora può essere visto solo attraverso visite guidate che vi daranno l’opportunità di osservare dettagli estrosi e simpatici, come i “kugi-kakushi” decorativi a forma di pipistrello usati per nascondere i chiodi che uniscono travi e pilastri: i pipistrelli sono un simbolo di fortuna in Cina perché la parola cinese “pipistrello” suona come la parola “buona fortuna”. I lampadari e il servizio di posate occidentali visibili nella sala principale risalgono a un’epoca in cui il Giappone stava iniziando ad aprirsi al mondo, sul finire del 1800 e confermano nuovamente il potere del clan Shimazu: la casa fu visitata da reali come Nicola II di Russia ed Edoardo VIII del Regno Unito. Passeggiare lungo gli stretti corridoi ed esplorare le spaziose stanze profumate di tatami vi darà un’idea molto realista della vita di una ricca famiglia del passato e dell’evoluzione del Giappone nel corso dei secoli.

Passeggiare nei giardini

Senganen si estende su una superficie di oltre 12 ettari regalando ampi spazi per passeggiare e lasciarsi incantare dai colori della natura. Il paesaggio verde si sviluppa tra placidi stagni, ruscelli dal suono delicato, santuari misteriosi, sale da tè tradizionali, un boschetto di bambù e persino un sentiero escursionistico collinare. La passeggiata fino al termine del sentiero richiede circa 30 minuti, ma ne vale sicuramente la pena per la vista mozzafiato che avrete dall’alto su tutto il giardino e sulla costa. Una delle caratteristiche più sorprendenti del giardino è l’uso del vulcano Sakurajima e Kagoshima Bay come “paesaggio in prestito”, una tecnica molto comune nei giardini tradizionali giapponesi.

Senganen vanta una grande varietà di alberi e piante che rendono lo scenario del giardino interessante in tutte e quattro le stagioni. Non manca una folta schiera di alberi di ciliegio, in particolare della varietà Kanhizakura a fioritura precoce, che sboccia già a fine gennaio, mentre le altre varietà di ciliegio presenti nel giardino forniscono in primavera, solitamente fino a metà aprile.

Patrimonio industriale

Il Giappone fu l’unico paese in Asia a partecipare alla rivoluzione industriale nel 1800 e verso la fine del periodo Edo, il complesso industriale di Shuseikan fu costruito sui terreni di Senganen come parte dei primi sforzi locali per la produzione di ferro per la costruzione di navi e cannoni. Oggi gran parte del complesso originale non esiste più, ma alcune delle strutture, fondamenta e siti ausiliari sopravvissuti hanno ricevuto lo status di patrimonio mondiale UNESCO nel 2015 come parte dei siti della rivoluzione industriale Meiji in Giappone.

Visitando il giardino avrete modo di osservare le fondamenta di una fornace a riverbero, situata non lontano dal cancello d’ingresso. Inoltre, appena fuori dal giardino, si trova un massiccio edificio in pietra che ospitò una delle prime fabbriche di macchinari in stile occidentale del Giappone e oggi è adibito a museo: il Museo Shoko Shuseikan offre una panoramica dettagliata sul clan Shimazu e sui primi tentativi di industrializzazione, a cui ha contribuito lo stesso clan grazie alle relazioni internazionali intraprese. L’ingresso al museo è incluso nel biglietto d’ingresso del giardino.

Non è invece compreso nel biglietto di visita del giardino un altro sito patrimonio mondiale, l’Ijinkan, una sorta di residence nato per ospitare ingegneri stranieri che hanno contribuito a progettare e costruire una fabbrica tessile nella zona. La dimora si trova a pochi passi da Senganen ed è aperto al pubblico.

Assaggiare le specialità di Kagoshima

Assicuratevi di non perdere l’occasione per assaggiare alcuni dei piatti locali di Kagoshima serviti nei due ristoranti di Senganen: tra le specialità più famose ci sono l’orata pescata localmente e il maiale kurobuta. Durante il pasto avrete l’opportunità eccezionale di ammirare tutta la baia, dominata dal vulcano Sakurajima, mentre assaporate prelibatezze del posto.

Per una merenda potete provare il famoso dolce locale conosciuto come jambo-mochi, che consiste in uno spiedino con due tortini di riso leggermente tostati e glassati con soia dolce o salsa di miso.

Artigianato tradizionale

Il vetro colorato Satsuma Kiriko è stato creato per la prima volta a Kagoshima durante il periodo Edo dal clan Shimazu. Il processo di lavorazione è molto complesso e particolare: si realizza sovrapponendo un vetro spesso colorato su un vetro trasparente per poi ritagliare i motivi decorativi. Il processo viene eseguito interamente a mano da abili artigiani che potete vedere all’opera presso la Shimazu Satsuma Kiriko Glassworks accanto al Giardino Senganen.

Come arrivare

Il Giardino Senganen Garden è raggiungibile dalla stazione di Kagoshima Chuo con il servizio di autobus turistico City View Bus in circa 50 minuti o con la linea Machimeguri Bus in circa 35 minuti.

Informazioni generali per la visita

Il Giardino Senganen è aperto per le visite tutti i giorni dalle 8:30 alle 17:30 ad un costo di 1.000 yen; per il tour guidato nella Residenza Iso viene richiesto un costo aggiuntivo di 300 yen.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!
Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore dei libri Giappone Spettacularis ed Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).