Giardino Suizenji

Conosciuto anche come Parco Suizenji Jojuen, il Giardino Suizenji è una meravigliosa area verde situata nella parte orientale della città di Kumamoto, raggiungibile in pochi minuti di tram dal centro.

È il luogo perfetto per stare a contatto con la natura e concedersi una pausa da visite culturali, onsen e shopping, rilassandosi con un picnic e una bella passeggiata tra paesaggi fioriti e rigogliosi che si sviluppano attorno ad un lago centrale. Se nel weekend il parco è la meta di turisti e abitanti che si rilassano sull’erba leggendo un libro o dipingendo, durante la settimana troverete un’atmosfera perlopiù tranquilla, in cui potete lasciarvi trasportare dai suoni e dai profumi della natura e condividere questa esperienza con gli “abitanti” del parco, ovvero le carpe e gli uccelli. Oltre ad essere un bellissimo luogo naturale, Giardino Suizenji è un’opera architettonica affascinante, la cui storia inizia più di 400 anni fa.

Storia e progetto

La storia del Parco Suizenji inizia attorno al 1632 quando l’area in cui si estende oggi il giardino venne scelta dal clan Hosokawa, allora a capo di Kumamoto, per realizzare un piccolo tempio privato e una sala da tè: il giardino non era altro che un contorno di questi due edifici. Il perché della scelta di questa zona della città era semplice: la ricchezza di sorgenti d’acqua fresca che confluivano dal Monte Aso alimentavano i laghi del giardino. Suizenji all’epoca non aveva le dimensioni attuali, ma venne ampliato e arricchito di strutture nel corso del tempo, seguendo però la concezione originale piuttosto unica in quanto il giardino è stato progettato in modo da riprodurre attraverso una precisa localizzazione di dolci colline, alberi e laghetti, i paesaggi dell’antico Tokaido, che si incontravano lungo la strada che da Tokyo portava a Kyoto: qui avrete modo  di vedere anche una miniatura del Monte Fuji e una del Lago Biwa, il più grande lago del Giappone.

Cosa vedere

Il giardino racchiude al suo interno anche alcune attrattive culturali e storiche tra cui l’imponente Santuario Izumi, costruito agli inizi del periodo Meiji in onore del clan Hosokawa e proprio per questo collocato vicino al tempio Suizenji che era stato costruito dalla potente dinastia. Quella che potete ammirare oggi è in realtà una ricostruzione in quanto il santuario originale venne distrutto durante la Seconda Guerra Mondiale. Il complesso del Santuario Izumi include un edificio adibito a teatro noh che offre spettacoli nella bella stagione e a coronare il tutto c’è una rigogliosa vegetazione e un laghetto dalle cui sponde ci si sofferma ad ammirare i colori delle stagioni.

Non molto distante dal santuario Izumi sorge un altro luogo sacro, il santuario Inari, con la sua moltitudine di porte torii rosse e alcuni spiriti guardiani dalla forma di una volpe bianca che lo sorvegliano. Di dimensioni più contenute rispetto ad Izumi, è un santuario legato all’agricoltura e al commercio, dove ci si reca a pregare per avere dei buoni raccolti e fortuna nel lavoro.

Continuando nell’esplorazione del parco ci si imbatte in due magnifiche statue di bronzo che raffigurano due signori feudali di Kumamoto, Yuusai e Tadatoshi Hosokawa. Il primo, Yuusai Hosokawa, si rumoreggiava fosse il figlio illegittimo dell’Imperatore. Colto e addestrato per essere un samurai, fu professore privato di arte e poesia presso il Palazzo Imperiale di Kyoto e la sua dimora venne trasferita agli inizi del ‘900 proprio all’ingresso del Giardino Suizenji dove oggi si può vedere affacciata lungo le sponde del lago, trasformata in una bellissima sala da tè. L’edificio, il cui nome è Kokin-Denju-no-Ma, consente ai visitatori di fare una sosta sorseggiando un tè matcha preparato in maniera tradizionale e accompagnato da dolcetti tipici in un ambiente senza tempo, dove sedersi sul tatami e ammirare le bellissime viste sul lago e sul giardino. In primavera e in autunno vengono organizzate speciali cerimonie del tè per i turisti.

Accanto all’ingresso del parco sono posizionate delle bancarelle dove acquistare souvenir e street food.

Eventi

Il Giardino Suizenji è la cornice di diversi festival ed eventi annuali. Alcuni di questi si svolgono presso i templi, altri invece inneggiano alla natura, come il festival che si tiene durante la fioritura dei ciliegi e quelli dedicato al foliage autunnale.

Informazioni generali per la visita

Il Giardino Suizenji è aperto tutti i giorni con orari variabili a seconda della stagione e ha un costo di ingresso di 400 yen.

Come arrivare

Dalla stazione di Kumamoto si può raggiungere il giardino in circa 35 minuti in tram, scendendo alla stazione “Suizenji Koen”. In alternativa si può arrivare anche in treno con la linea JR Hohi Line fino alla stazione di Shin-Suizenji. Sono solo 3 fermate dalla stazione centrale e una volta scesi, il giardino si può raggiungere in 5-10 minuti a piedi.

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!