Cosa vedere a Nuova Delhi

Delhi si compone di due mondi molto diversi: Nuova Delhi e Vecchia Delhi. La prima, inaugurata dagli inglesi nel 1931 per fungere da capitale imperiale, è la moderna capitale e sede del governo della nazione, mentre la Vecchia Delhi è considerata da molti come il cuore simbolico della grande area metropolitana. Le cose da vedere e da fare a Delhi sono molte: la città offre magnifici monumenti, siti storici, una cucina eccellente e numerosi bazar.

Per sfruttare al massimo il tempo trascorso in questa vivace città, eccovi una guida alle principali attrazioni turistiche di Delhi.

Old Delhi

La vecchia Delhi, o Purani Dilli in lingua locale, nacque come città fortificata con il nome di Shahjahanabad nel 1639, quando Shah Jahan, all’epoca imperatore Mughal, decise di spostare la capitale da Agra a qui. La vecchia Delhi rimase la capitale dell’Impero Mughal fino alla sua caduta nel 1857 e un tempo era un luogo incantevole, ricca di palazzi sontuosi di nobili e membri della corte reale, eleganti giardini e moschee. Oggi resta il cuore simbolico della Delhi moderna e conserva alcune delle principali attrattive storiche della città: la strada principale, ora chiamata Chandni Chowk, va dal Forte Rosso a Fatehpuri Masjid. Da non perdere in questa zona c’è la moschea Jama Masjid, una delle più grandi moschee dell’India: completata nel 1658, questa splendida struttura a tre porte, quattro torri e due minareti alti 40 metri, è stata l’ultima impresa architettonica di Shah Jahan.

Red Fort (Forte Rosso)

Il bellissimo forte rosso fu costruito da Shah Jahan nel 1648 e servì come sede del potere Mughal fino al 1857. Questa splendida struttura, con le sue alte mura di arenaria rossa, copre un’area di oltre due chilometri quadrati dalla forma a mezzaluna e circondata da un fossato. L’imponente entrata principale, Lahore Gate, conduce a Chhatta Chowk, uno storico mercato coperto in cui è possibile acquistare sete, gioielli, gemme, souvenir e articoli alimentari. All’interno potete visitare varie sale tra cui l’elegante Diwan-i-Am, dove l’imperatore riceveva i suoi sudditi.

Qutub Minar

Completato nel dodicesimo secolo, il bellissimo Qutub Minar è il minareto più alto dell’India, nonché patrimonio mondiale dell’UNESCO, e attira molti visitatori desiderosi di salire fino alla cima per le viste mozzafiato che offre sulla zona circostante.

Il minareto si sviluppa su cinque piani, innalzandosi per oltre 70 metri ed è ricoperto da intricati intagli che descrivono la storia di Qutub insieme ad alcuni versi del Corano.

Il minareto fa parte della moschea Quwwat-ul-Islam Masjid situata proprio alla base.

Tempio Gurudwara Bangla Sahib

Il più importante luogo di culto sikh di Nuova Delhi, il Gurdwara Bangla Sahib risale al XVIII secolo e si trova vicino a Connaught Place. Tra le sue caratteristiche principali c’è la magnifica piscina artificiale Sarovar, posta nel cuore di questo grande complesso in modo da poter riflettere il tempio, e la bellissima cupola dorata di quest’ultimo. È presente anche una galleria d’arte e un piccolo museo dedicato alla storia della religione sikh.

Tempio del Loto

Il magnifico luogo di culto Bahá’í House of Worship, noto anche come Tempio del Loto per i suoi “petali” e lo splendido “bocciolo” centrale, è un capolavoro architettonico: costruita in cemento bianco e marmo, l’intera struttura appare delicata come il fiore a cui su ispira. Completato nel 1986, il tempio ha attratto oltre 70 milioni di visitatori, rendendolo una delle attrazioni più visitate al mondo.

Porta dell’India

L’impressionante Porta dell’India è un magnifico arco in pietra che ricorda il famoso Arco di Trionfo di Parigi. Fu costruito come monumento in memoria dei soldati indiani uccisi durante la Prima Guerra Mondiale: una fiamma eterna brucia sotto la massiccia struttura e le pareti sono incise con i nomi di oltre 90.000 soldati morti nel conflitto. La struttura è collocata in un parco sempre piuttosto affollato di turisti e gente del posto che si rilassano con un picnic.

Chandni Chowk

Chandni Chowk è la grande arteria principale della Vecchia Delhi e una zona di mercati dedicata allo shopping e al cibo. Di particolare interesse sono il Naya Bazaar e il Gadodial, famosi mercati di spezie in cui potrete acquistare tantissimi prodotti tra cui anice, zenzero, melograno, zafferano, semi di loto, sottaceti e molto altro.

Tomba di Humayun

Immerso in un grazioso e ampio giardino quadrato, la Tomba di Humayun è un mausoleo costruito con marmo bianco e arenaria rossa. È stato progettato su modello del Taj Mahal di Agra ed è un eccellente esempio di architettura Mughal. Commissionato a metà del XVI secolo dalla moglie di Humayun, il mausoleo è circondato da lussureggianti giardini e racchiude altre tombe di persone legate all’imperatore Humayun.

Akshardham

Sebbene completato solo di recente, lo splendido tempio indù di Akshardham sembra un luogo carico di storia. Decorato con intricati ed elaborati intagli, questo magnifico edificio attira tanti visitatori per la sua maestosa bellezza: la struttura principale, alta 43 metri, è arricchita con sculture di animali, piante, divinità, ballerini e musicisti, tutti realizzati in arenaria rosa e marmo. Di particolare nota sono i 234 pilastri decorati che sostengono le sue nove cupole, nonché uno straordinario omaggio in pietra agli elefanti.

Gandhi Smriti e Raj Ghat (memoriale a Gandhi)

In tutta Delhi si possono trovare numerosi riferimenti al Mahatma Gandhi, a testimonianza dell’eredità dell’uomo. Tra le numerose attrazioni legate al leader del movimento per l’indipendenza indiana, quella da non perdere è Gandhi Smriti, un museo ospitato nella proprietà dove fu assassinato nel 1948. Qui potrete visitare mostre con documenti, foto e cimeli relativi alla sua vita che descrivono dettagliatamente i suoi numerosi successi. Avrete inoltre l’occasione di passeggiare negli stessi giardini in cui Gandhi trascorreva buona parte del suo tempo. Interessante è anche il memoriale a Gandhi, Raj Ghat, situato pochi minuti a piedi nel punto in cui è stato cremato.

Connaught Place

Situata proprio nel cuore di Nuova Delhi, Connaught Place è brulicante di vita ad ogni ora del giorno e della sera. Oltre ad essere uno dei principali centri finanziari e commerciali della città e si sviluppa attorno a un anello di edifici che ospitano mercati, catene di negozi internazionali, cinema vintage, locali e ristoranti di cucina indiana. La zona è ricca di intrattenimenti e attrattive culturali, dai cinema storici e negozi di giocattoli alle principali gallerie d’arte contemporanea.

Garden of Five Senses (Giardino dei Cinque Sensi)

Il giardino dei cinque sensi non è solo un parco, bensì un giardino spettacolare sito vicino all’antico villaggio di Said-ul-Ajaib. Inaugurato nel 2003 è diventato subito molto popolare e offre spazi per rilassarsi e sfuggire al trambusto della capitale. Si basa su un progetto concepito per risvegliare i sensi attraverso attrattive che si possono ammirare, annusare, udire e toccare: ci sono laghetti di fior di loto, piccole foreste di bambù, sculture, giardini di erbe aromatiche e fontanelle. span> a piedi o in bicicletta sui sentieri, fare sport all’aperto, rilassarvi nelle aree picnic accanto a cascate e fiumi e visitare antiche grotte.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).