15 giorni in India

L’India è una nazione diversificata che regala sorprese ad ogni angolo. Che si tratti della scena gastronomica, delle città innevate del nord in cima all’Himalaya, delle spiagge dorate del sud, della cultura e del fascino dei grandi palazzi del Rajasthan, ciascuno può personalizzarsi la vacanza in base ai propri gusti. Non bisogna dimenticare però che l’India è anche un paese di grandi dimensioni e 15 giorni non sono tanti per visitarlo tutto, ma con questo itinerario di 15 giorni in India riuscirete a cogliere il meglio, combinando sia cultura e storia che un po’ di relax in spiaggia. Se avete meno giorni a disposizione, leggete il mio itinerario di 10 giorni in India”.

Giorno 1: Mumbai

Iniziate il vostro viaggio a Mumbai. Una volta arrivati in aeroporto dirigetevi verso il vostro hotel per lasciare i bagagli e poi uscite a fare un giro per farvi un’idea della città. Il modo migliore per iniziare a conoscere la cultura indiana è fare una passeggiata per le strade e osservare le persone e la vita quotidiana nelle strade. Mumbai è una città sul mare ed è l’epicentro di Bollywood: qui troverete di tutto, dal delizioso cibo di strada ai ristoranti raffinati, dai bazar affollati alle boutique di stilisti. Verso il tramonto andate in una delle spiagge della città, come Juhu e Girgaum Chowpatty, per rilassarvi guardando il calar del sole.

Giorno 2: Mumbai

Prendetevi questa giornata per visitare le maggiori attrazioni di Mumbai. Partite dal famoso Gateway of India, un arco-monumento costruito come omaggio alla visita del primo monarca britannico in India. Tra le altre cose da vedere c’è Mani Bhawan, l’ex residenza del Mahatma Gandhi, che è stata trasformata in un museo, lo splendido parco Kamla Nehru Park, e Dhobi Ghat, un particolare sistema di lavanderia all’aperto. Gli appassionati di cinema possono anche prenotare un tour presso gli studi cinematografici dove si girano i film di Bollywood.

Giorno 3: Delhi

Con un volo interno da Mumbai raggiungerete Delhi in circa 2 ore. I più avventurosi possono anche optare per un treno notturno di 15 ore la notte precedente e arrivare a Delhi in mattinata.

Delhi è composta da due parti ben distinte: Vecchia Delhi, la parte storica della città, e Nuova Delhi, la zona più moderna fondata all’inizio del XX secolo dagli inglesi. La Vecchia Delhi offre un’atmosfera esotica con strade affollate e monumenti storici che abbracciano diversi regni e imperi, mentre Nuova Delhi offre hotel internazionali, ampi viali alberati, ambasciate straniere e centri commerciali. L’ideale è visitare la Vecchia Delhi subito dopo l’arrivo e lasciare Nuova Delhi per il giorno successivo. Tra le cose più interessanti da visitare nella parte storica ci sono Jama Masjid (la più grande moschea dell’India), l’imponente Forte Rosso e il vivace mercato Chandni Chowk.

Giorno 4: Nuova Delhi

Con i suoi grattacieli moderni, i viali di negozi e i migliori ristoranti della città, Nuova Delhi è perfetta per trascorrere una giornata di relax e shopping. Anche qui però non mancano cose interessanti da vedere, dai vari palazzi governativi al museo dedicato a Mahatma Gandhi fino al lussureggiante Giardino Lodhi.

Giorno 5: Agra

Al mattino presto prendete un treno diretto alla città di Agra, che ospita uno degli edifici più famosi dell’India: il Taj Mahal, patrimonio UNESCO e una delle meraviglie architettoniche del mondo. Il viaggio dura circa un’ora e mezza e una volta arrivati ad Agra, lasciate le valigie in hotel e partite alla scoperta del sito più famoso dell’India.

Dopo aver visto il Taj Mahal, avrete ancora del tempo per esplorare la città di Agra la sera. Un altro luogo che vi lascerà senza parole è il Forte di Agra, uno dei più imponenti e importanti in India. All’interno questa struttura racchiude moschee, palazzi da favola, torri e cortili. Al tramonto raggiungete il giardino Mehtab Bagh, da cui avrete la migliore vista del Taj Mahal.

Giorno 6: Jaipur

Da Agra prendete un treno per Jaipur, distante 4 ore circa, conosciuta anche come la “città rosa”. La capitale del Rajasthan sfoggia in un unico panorama tutti gli elementi più caratteristici dell’India, dai sontuosi palazzi e un’architettura unica alle stradine affollate e i bazar rumorosi.

Qui le cose da fare e da vedere sono così tante da riempire due giornate. Fate la prima sosta all’Amber Fort, il palazzo più spettacolare di Jaipur, dove trascorrere alcune ore esplorando i numerosi musei e giardini sul lago situati all’interno del forte.

Giorno 7: Jaipur

Passate la seconda giornata visitando altri luoghi interessanti di Jaipur. Tra questi c’è Hawa Mahal, una meraviglia architettonica di passaggi e balconi che si affacciano sull’arteria principale della vecchia Jaipur. Il vivace bazar di fronte all’Hawa Mahal ospita una miriade di negozi e bancarelle che vendono di tutto, dalla bigiotteria ai tappeti e gli articoli di arredamento.

Verso sera una delle cose più belle da fare è guardare il tramonto al Jal Mahal, il “Palazzo dell’Acqua”, situato nel mezzo del lago Man Sagar. La sera l’edificio è illuminato da luci multicolori.

Giorni 8 e 9: Jodhpur

La prossima tappa di questo itinerario in India è la “città blu” di Jodhpur, che dista 5 ore di treno da Jaipur. Jodhpur è chiamata la città blu grazie alle vivaci case color blu che circondano il suo famoso Forte Mehrangarh. La vivace città si trova ai margini del deserto del Thar e presenta laghi pittoreschi, bei forti e imponenti palazzi. Una volta sistemati in hotel, trascorrete il resto della giornata passeggiando tra i piccoli vicoli di case blu. Il posto migliore per vederle è nei pressi del mercato Sardar, dove potete approfittare anche per curiosare tra le bancarelle che vendono tè, spezie e altri prodotti locali.

Giorni 10 e 11: Udaipur

Con un viaggio di 5-6 ore in treno o autobus raggiungete Udaipur, una bellissima città lacustre che molti soprannominano la “Venezia d’Oriente”. È perfetta per una sosta romantica e rilassante in cui sarete circondati da bacini d’acqua tranquilli, palazzi e templi. Il complesso City Palace vi incanterà con il suo tripudio di torri elaborate e raffinati giardini, mentre il Lago Pichola è perfetto per ammirare il tramonto e fare una crociera in barca.

Giorno 12: viaggio verso Goa

Volate da Udaipur a Goa, nel sud dell’India per concludere il viaggio su spiagge dorate! Il volo può durare 6-7 ore a seconda della compagnia e del tragitto, ma in ogni caso ne vale la pena per vedere un volto diverso dell’India. Goa ha una lunga storia come colonia portoghese che emerge nelle sue numerose chiese e nelle piantagioni di spezie tropicali, ma questa località è anche conosciuta per le sue spiagge, che vanno dalle popolari Baga e Palolem alle spiagge dei tranquilli villaggi di pescatori come Agond. Per il tuo primo giorno a Goa, vi consiglio di rilassarvi un po’ passeggiando lungo la spiaggia e fermandovi a mangiare qualcosa nei chioschi con vista sul mare.

Giorni 13 e 14: Goa

C’è molto da vedere e da fare a Goa: dalle spiagge e la vita notturna di Baga ai templi e alle cattedrali sparsi in tutta la regione. Goa è una regione piuttosto grande e non è possibile vederla tutta in soli due giorni perciò per sfruttare al massimo il vostro tempo, concentratevi sull’esplorazione della parte settentrionale.

Qui troverete luoghi come la spiaggia di Calangute è un’enorme distesa di sabbia bianca dove prendere il sole, fare sport acquatici, riposare e concludere la giornata con una festa in spiaggia.

Giorno 15: volo di ritorno a Mumbai

Purtroppo il viaggio in India è giunto al termine ed è ora di tornare a Mumbai. Prenotate un volo diretto di ritorno a Mumbai da Goa, che impiegherà poco più di un’ora.

Marco Togni

Autore

Marco Togni

Abito in Giappone, a Tokyo, da molti anni. Sono arrivato qui per la prima volta oltre 15 anni fa.
Mi piace viaggiare, in particolare in Asia e non solo, e scoprire cibi, posti e culture.
Fondatore di GiappoTour e GiappoLife. Sono da anni punto di riferimento per gli italiani che vogliono venire in Giappone per viaggio, lavoro o studio. Autore del libro Instant Giapponese (ed.Gribaudo/Feltrinelli) e produttore di video-documentari per enti governativi giapponesi.
Seguito da centinaia di migliaia di persone sui social (Pagina Facebook, Instagram, Youtube).