Cosa mangiare in Sri Lanka

Sebbene la cucina dello Sri Lanka sia molto simile a quella indiana e asiatica in generale, gli anni della colonizzazione e le influenze da parte di altre culture hanno permesso al paese di sviluppare una propria identità gastronomica. Come in molte isole tropicali alcuni ingredienti sono presenti in tantissime ricette, basti pensare a cocco e pesce, che si aggiungono a quei cibi molto utilizzati nella cucina asiatica, come il curry e il riso.

Le specialità sono molto condite e saporite, complice anche il largo uso di spezie, in alcuni casi molto piccanti e dal gusto e profumi abbastanza decisi che magari possono non soddisfare tutti i palati, ma sono assolutamente da provare. Anche lo street food è una parte essenziale della cucina locale, quindi girando nel paese troverete sicuramente tante bancarelle che vendono vari piatti, in particolare fritti. Ma vediamo quali sono le pietanze da non perdere durante una vacanza in Sri Lanka.

Curry & Rice

Il piatto più tipico è il rice & curry, ovvero riso e curry. Il riso è un cibo quasi sempre presente e in questo caso viene abbinato a varie salse e curry a base di verdure, carne o pesce. Il curry viene insaporito con spezie ed erbe aromatiche fresche e, nelle versioni piccanti, con del peperoncino. Uno dei curry più tipici è il Daal Curry, fatto con lenticchie cucinate con il latte di cocco per poi essere abbinate al riso.  Al binomio riso+curry vengono aggiunti poi tantissimi altri ingredienti per creare ogni volta un piatto diverso: dal pesce fritto o arrosto ai frutti di mare, dalla frutta e verdura fino al pollo e le uova.

Kottu

Una delle specialità di street food più mangiate e apprezzate è il kottu, a basi di pezzettini sminuzzati di paratha (il pane indiano) fritti che viene mescolato a tanti diversi ingredienti a scelta, come verdure, carni, uova, formaggio, ecc. Il tutto viene naturalmente speziato e cotto sulla piastra calda. Lo vendono sia alle bancarelle in strada che ai take away ed è il classico cibo da asporto.

Egg Hoppers – Appa

Tra i piatti più diffusi del paese ci sono gli hoppers, chiamati anche appa: sono una specie di crepes, un po’ croccanti, preparate con una pastella a base di uova e latte di cocco. Hanno una forma concava, come fossero una sorta di scodella, proprio perché invece della solita piastra per le crepes viene usato un piccolo wok per la cottura, in questo modo rimangono spesse e più soffici sul fondo e sottile e croccante verso i bordi. All’interno vengono poi farcite con vari ingredienti, come salse, verdure o uova.

Paratha

La paratha è un pane indiano, simile ad una piadina piccola e alta che può essere farcito e mangiato come cibo a passeggio oppure si accompagna ai piatti di riso e curry.

Roti

Tipica specialità dello street food, il roti è una sorta di burrito comodo da mangiare mentre si passeggia per strada. È economico e ne esistono di vari tipi a seconda del ripieno: il Roti Protein, chiamato anche Sri Lankan Chorizo è composto da una sorta di piadina farcita con proteine di soia che però ricordano come sapore il chorizo messicano; l’Egg Roti è invece ripieno di uovo.

Pol Sambol

Semplicissimo da preparare e composto da pochi ingredienti: è un mix di cocco grattugiato, peperoncino in polvere e spezie, succo di lime, cipolle rosse e sale. Solitamente accompagna i piatti di curry e riso o viene servito con il pane.

Lamprais

Questa ricetta ha origini olandesi ed è preparata con vari tipi di carne, riso e diversi curry. Il tutto viene cotto insieme al vapore, avvolto nelle foglie di banano insieme a varie spezie tra cui cardamomo e cannella. In alcune versioni sono aggiunge anche le uova.

Wambatu Moju – Brinjal Eggplant

Questa ricetta è praticamente a base di melanzane e spesso accompagna i piatti di curry e riso, ma la particolarità è proprio il metodo di cottura. In sostanza viene prima tagliata a cubetti e fritta per poi essere caramellata con zucchero, aceto, cipolle rosse, chili verde e semi di senape.  Ne risulta un contrasto dolce-salato davvero squisito.

Mallum

Il Mallum è un’insalata di gotukola, un’erba medicinale asiatica dal sapore simile al cavolo, che viene tritata e unita a cocco grattugiato, cipolle rosse e alcune spezie. Si può mangiare da sola o abbinare a piatti di riso e curry.

Ulundhu Vadai

Sono delle piccole frittelle molto saporite a base di lenticchie che vengono poi speziate e fritte, risultando così croccanti all’esterno e morbide all’interno.

Frutta

Una menzione particolare va fatta per la frutta tropicale che troverete in abbondanza in Sri Lanka. Dai classici mango e ananas fino ai più particolari durian, wood apple e jackfruit, non potete non assaggiare queste prelibatezze rinfrescanti, ottime nei caldi pomeriggi estivi. Potete assaggiare la frutta fresca o provarla sotto forma di gustosi frullati.

Alcuni frutti vengono serviti anche come snack fritto da consumare presso le bancarelle. Uno degli spuntini più apprezzati sono i semi di jackfruit fritti, che vengono salati e serviti in un piccolo sacchettino di carta da mangiare mentre si passeggia.

Dolci

Se siete golosi di dolci non faticherete a trovare tante delizie in giro per il paese, a partire dalle classiche torte di cioccolato, cocco, banana e altri frutti, vari tipi di frittelle e pancake, e dolcetti a base di riso e cocco.

Yugurt (curd) e Kitul

Uno dei dolci più popolari è lo yogurt di latte di bufala, cremoso e leggermente acidulo, addolcito con la melassa di kitul, uno sciroppo dolce che si ricava dall’omonima palma.

Pittu

I Pittu sono dei piccoli dolci friabili a base di farina di riso o di altro tipo, cocco fresco grattugiato e  cocco disidratato. Tradizionalmente sono cotti a vapore e serviti con latte di cocco dolce.

Bevande

Acqua di cocco

Molto diffusa e apprezzata nei caldi pomeriggi estivi, va bevuta direttamente dal frutto.

Succo di Woodapple

Il gusto di questo frutto è simile al tamarindo e il succo è molto popolare in Sri Lanka. Essendo un po’ amaro viene spesso addolcito con un po’ di zucchero.

Tè Ceylon

Dato che lo Sri Lanka è uno dei principali produttori al mondo di tè non potete non sorseggiare una tazza di questa bevanda, magari in occasione di una visita ad una delle tante piantagioni e aziende del paese. Ne trovate diverse varianti e potete gustarlo semplice, speziato o con il latte.