Quando andare in Sri Lanka

Lo Sri Lanka è una meta che incuriosisce sempre di più soprattutto gli amanti della natura e del mare: spiagge paradisiache, montagne, cascate e foreste tropicali che fanno da cornice ad una cultura antichissima.  Prima di organizzare un viaggio, è bene però informarsi su qual è il periodo migliore per visitare lo Sri Lanka, per evitare di ritrovarsi alle prese con le piogge torrenziali e i cicloni della stagione delle piogge.  Il clima in Sri Lanka è infatti influenzato dai monsoni che innalzano le temperature e l’umidità, portando anche precipitazioni spesso molto intense. È importante però valutare il periodo migliore in cui partire anche in relazione alle regioni dello Sri Lanka che si desiderano visitare e al tipo di attività (escursioni nella natura, spiaggia, ecc.) che si hanno in programma, perché la stagione delle piogge non colpisce in maniera uniforme tutto il paese: le regioni occidentali e sud-occidentali registrano un aumento delle piogge da maggio a settembre, mentre la costa est e le zone settentrionali da ottobre a febbraio; le colline dell’entroterra mantengono un clima abbastanza costante e piacevole in ogni stagione e gli unici mesi che si sconsigliano sono ottobre e novembre, quando il tempo è un po’ più variabile. Se volete fare un tour di tutto il paese è preferibile optare per il periodo restante, quando il clima è soleggiato e secco. Le temperature non subiscono grandi variazioni durante l’anno, con una media di 25-30° C sulle coste e di 15-18°C nelle regioni interne e sugli altopiani. In aggiunta al clima bisogna considerare anche l’affluenza turistica: lo Sri Lanka non è una meta costosa rispetto ad altre destinazioni, ma di certo nei periodi di alta stagione si ha un aumento dei prezzi e un’atmosfera più affollata, complice anche le vacanze scolastiche nel paese.

Per aiutarvi a scegliere il periodo migliore per le vostre vacanze in Sri Lanka, eccovi nel dettaglio la situazione climatica nelle varie regioni e cosa aspettarvi nelle diverse stagioni dell’anno.

Clima e regioni

A seconda della regione che volete visitare ci sono periodi migliori di altri per fare una vacanza all’insegna di un clima piacevole. Se volete visitare la capitale Colombo e tutta la costa occidentale, il clima migliore si ha tra la fine di novembre e aprile: le temperature in queste zone raramente scendono molto al di sotto dei 30°C, ma i temporali, che si scatenano principalmente tra giugno e settembre, potrebbero rovinare le vostre vacanze al mare. Il sud, che include località come Galle, Mirissa e lo Yala National Park, si divide in due aree: quella occidentale, vicino a Galle, presenta le stesse condizioni delle regioni a ovest quindi è meglio visitarle da fine novembre ad aprile, mentre le zone a sud-est, invece, oltre lo Yala National Park, sono spesso colpite dalle piogge monsoniche che si scatenano lungo la costa nord-orientale e orientale, concentrate soprattutto tra ottobre e gennaio, mentre un clima più secco si ha da maggio a settembre.

Oltre alle spiagge, lo Sri Lanka offre tante attrattive culturali, tra cui 5 siti dichiarati patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, come Dambulla, Anuradhapura e Sigiriya, concentrati all’interno del cosiddetto “Cultural Triangle”. Fortunatamente tutta questa zona presenta condizioni climatiche abbastanza stabili, con giornate secche e soleggiate per gran parte dell’anno, fatta eccezione per i mesi di novembre e dicembre caratterizzati da un aumento di precipitazioni; a giugno e luglio può fare piuttosto caldo.

La storica città di Kandy, nel cuore dello Sri Lanka, presenta in generale un clima più asciutto e temperature piacevoli tutto l’anno: è perfetta da visitare in ogni stagione. Gli altopiani del tè (Tea Country), al contrario, registrano temperature più elevate, considerata l’altitudine della regione. Questa zona è colpita da entrambe le stagioni monsoniche quindi il rischio di piogge c’è praticamente tutto l’anno.

Da gennaio a marzo

Un periodo perfetto per visitare l’entroterra dello Sri Lanka con le sue colline verdi o rilassarsi in spiaggia nelle località balneari della costa sud-occidentale, dove le temperature sono piacevoli e le giornate lunghe e soleggiate. Mettete sempre in conto un po’ di umidità che è una costante durante l’anno, anche se con qualche differenza tra una stagione e l’altra.  È quindi il momento giusto per mettere in valigia costume da bagno, infradito e un abbigliamento leggero. Se visitate gli altopiani e le zone dell’interno portate anche qualche indumento più pesante, dato che qui le temperature sono leggermente più basse. Il periodo compreso tra dicembre e metà aprile è considerato alta stagione, con un picco dell’affluenza turistica nel periodo delle festività di Natale e Capodanno. Il capodanno in Sri Lanka viene festeggiato ad aprile dalle popolazioni locali, quindi non ci sono grandi eventi il 31 dicembre, eccetto che nelle località più turistiche. Anche se lo Sri Lanka non è una meta costosa, va da sé che in alta stagione i prezzi sono più alti, le spiagge e le attrazioni particolarmente affollate e voli e hotel esauriscono in fretta la disponibilità. D’altra parte però, questi mesi sono anche quelli più ricchi di attività ed eventi culturali all’aperto, con festival e cerimonie religiose. Gli amanti degli animali e del mondo marino possono prendere parte a tanti tour e crociere per cercare di avvistare delfini, balene, tartarughe e altri pesci e mammiferi al largo della costa sud, dove le acque in questo periodo sono ricche di vita.

Eventi e festività principali

  • Galle Literary Festival (fine gennaio-primi di febbraio). Un festival dedicato alla letteratura nella cittadina di Galle, a cui prendono parte autori locali ma anche tanti scrittori internazionali.
  • Duruthu (gennaio). Si festeggia nel giorno di luna piena di gennaio ed è una rituale processione  con elefanti fino al tempio antico di Kelaniya, nei pressi di Colombo.
  • Festa della Indipendenza (4 febbraio). Si celebra in tutto il paese, in particolare nella capitale   Colombo con parate, balli, spettacoli e giochi.

Aprile

Aprile porta le prime piogge sulla costa sud-occidentale anche se ancora si tratta di temporali sporadici e non troppo intensi. A causa dei venti il mare si fa più mosso, quindi alcune giornate potrebbero non essere particolarmente adatte per la spiaggia. Se visitate il sud in questo mese mettete in valigia una giacca o una mantella impermeabile da indossare all’occorrenza. In ogni caso non fa freddo, quindi portate comunque abiti leggeri e qualche maglietta più pesante per la sera e le escursioni nell’entroterra. Questo è il periodo senza dubbio migliore dal punto di vista climatico per visitare il nord del paese, il Cultural Triangle e la costa est.  Un altro vantaggio è il calo dell’affluenza turistica che riduce i prezzi e aumenta la disponibilità di posti negli hotel e sui voli. Nelle cittadine turistiche si respira un’aria molto più tranquilla, fatta eccezione per i giorni del capodanno sri-lankese.

Eventi e festività principali

Sinhalese and Tamil New Year (14 aprile). Il capodanno sri-lankese si celebra tra il 12 e il 15 aprile. I due principali gruppi etnici dello Sri Lanka, singalesi e tamil, sono quelli più coinvolti nei festeggiamenti, ma la festa è molto sentita in tutto il Paese con balli e cerimonie tradizionali, giochi e tanto altro. Molti uffici e attività sono chiusi e gli hotel si riempiono in fretta.

Maggio- settembre

Se al sud fa caldo ed è molto umido, le colline e gli altopiani dell’entroterra presentano temperature più fresche anche se c’è il rischio di precipitazioni, quindi in questo periodo è bene avere sempre un ombrello o una mantella per la pioggia, oltre ad indumenti un po’ più pesanti. Il clima è invece ottimale al nord e lungo la costa orientale, con belle giornate di sole: l’ideale per andare in spiaggia, quindi non dimenticatevi tutto il necessario per il mare, dalla protezione solare al costume da bagno. Il periodo è indicato anche per fare escursioni nella natura e visitare le città ricche di attrattive culturali, considerato il clima abbastanza secco. Essendo bassa stagione in gran parte del paese, certamente potrete approfittare di tariffe più basse e ottime promozioni su voli e hotel, ma tenete presente che a luglio le scuole sri-lankesi chiudono per un piccolo periodo di vacanze, quindi gli hotel potrebbero riempirsi in fretta.

Eventi e festività principali

  • Vesak Poya (maggio). È una festività che si celebra ogni anno in molte nazioni asiatiche di religione  buddhista, durante la quale si festeggia la nascita, l’illuminazione e la morte del Buddha. Si svolgono processioni, cerimonie e altri eventi a sfondo religioso in tutte le località.
  • Kandy Perahera (luglio o agosto). È una festa che dura circa 10 giorni, con numerose sfilate di elefanti, danze tradizionali e altre cerimonie. Il momento più atteso è una spettacolare processione in cui si trasporta la reliquia più venerata dai buddisti, ovvero il dente di Buddha.

Ottobre – Novembre

Questi due mesi sono un po’ di transizione in tutto il paese: al nord e sulla costa est si avvicina il periodo delle piogge, quindi l’umidità è più elevata e cominciano i primi temporali. Al sud invece ci si avvia verso la stagione secca, quindi le piogge si fanno più sporadiche e lasciano spazio a diverse ore di sole. Qualunque regione visitiate è quindi difficile prevedere le condizioni climatiche, perciò è bene essere pronti ad ogni evenienza, mettendo in valigia sia indumenti leggeri e accessori per il mare, che ombrello o mantella per la pioggia e qualche maglietta più pesante. È un periodo abbastanza calmo dal punto di vista turistico, dato che ci si avvicina all’alta stagione, ma si trovano ancora ottime offerte su alloggi e voli e un’ampia disponibilità.

Eventi e festività principali

Deepavali (ottobre o novembre). È una festività legata alla religione induista e viene chiamata anche “festival delle luci” proprio perché in questa occasione si usa illuminare le case, i viali e i luoghi di culto con tante candele.

Dicembre

Se lungo la costa est e al nord si entra nel vivo della stagione delle piogge, al sud ci si rilassa al mare, prendendo il sole e facendo lunghe nuotate. Le spiagge si affollano, soprattutto in concomitanza con il periodo delle festività natalizie, quindi è bene prenotare in anticipo.