Come muoversi in Sri Lanka

Lo Sri Lanka è un’isola di piccole dimensioni, ma spesso muoversi da una parte all’altra potrebbe essere più complicato di ciò che si pensa: le strade, seppur in ottime condizioni, sono spesso trafficate, in particolare nelle grandi città come Colombo, i trasporti sono lenti e quindi anche per fare pochi chilometri si impiega tanto tempo. Ma è anche vero che i mezzi sono facili da reperire e che al di fuori delle grandi città e delle località turistiche avrete modo di attraversare paesaggi di incredibile bellezza, con piantagioni, foreste tropicali, spiagge e bellissime cime di montagna.

Alcuni turisti decidono di noleggiare un’auto con conducente privato per fare il classico viaggio on the road, ma va detto che girare lo Sri Lanka con i mezzi pubblici è facile ed economico, anche se probabilmente non è una soluzione comoda e rapida, perché spesso mezzi come gli autobus, i più diffusi, sono molto affollati e non proprio moderni.

Dall’aeroporto alla città

L’aeroporto Bandaranaike dista circa 35 km dal centro della capitale Colombo e sono disponibili diverse alternative per raggiungere la città. Se il vostro hotel effettua un servizio di navetta privato vi consiglio di prenotarlo onde evitare di perdere tempo all’arrivo, ma in caso contrario non avrete comunque difficoltà a reperire un mezzo comodo ed economico per raggiungere Colombo. Per il viaggio mettete in conto un tempo compreso tra i 45 e i 90 minuti circa.  Come opzioni potete scegliere tra:

  • Autobus standard. Ci sono varie linee di autobus che conducono sia a vari quartieri della città, sia ad altre destinazioni del paese. Seppur economici, non sono molto confortevoli, perciò ve li consiglio se non avete bambini con voi e se viaggiate con pochi bagagli.
  • Express bus. Il servizio express arriva in città in un’ora al massimo in quanto percorre la superstrada. Ci sono corse ogni 30 minuti circa (non c’è un servizio notturno) e potete acquistare il biglietto direttamente dal conducente.
  • Minibus. La linea di minibus 178 è attiva 24h, anche se le corse sono meno frequenti durante la notte. Il viaggio è però più lento rispetto all’express bus, in quanto solitamente non impiega meno di un’ora e mezza.
  • Taxi e transfer privati. I taxi e i transfer effettuati da compagnie privati sono senza dubbio i mezzi più comodi e veloce per raggiungere la vostra destinazione finale, oltre ad essere disponibili 24h.  Il tempo di percorrenza è di circa 45 minuti, a naturalmente mettete in conto un costo maggiore, anche se molto più economico rispetto agli standard occidentali. I transfer privati possono essere prenotati anche online.

Come spostarsi nel paese

Treni

Lo Sri Lanka dispone di una rete ferroviaria abbastanza ampia, con collegamenti tra Colombo e le principali cittadine turistiche, ma non aspettatevi un servizio efficientissimo: a volte i treni possono essere anche più lenti degli autobus e non in tutti sono presenti vagoni di prima classe, aria condizionata e servizio ristorante.  Sulle rotte principali, ad esempio tra Colombo e Kandy, sono operativi nuovi intercity express che rendono di certo il viaggio più piacevole. Il lato positivo del viaggio in treno è senza dubbio lo scenario: attraverserete paesaggi bellissimi, dominati dalla vegetazione e da piccoli villaggi pittoreschi; in particolare il tragitto che collega Kandy alla cittadina di Ella è considerato tra i più suggestivi e panoramici al mondo e passa attraverso montagne e piantagioni del tè. Esistono anche linee molto particolari: il Viceroy Express è l’unica locomotiva a vapore rimasta in Sri Lanka ed è operativa ancora oggi su tutte le destinazioni principali. Viaggiare a bordo dei suoi vagoni significa viaggiare indietro nel tempo di almeno 50 anni, in un’ambiente vintage ma molto curato in ogni dettaglio e ricco di servizi, con un bar, un’area ristorante e zone di svago.

Quando acquistate i biglietti dei treni vi ritroverete a scegliere tra varie classi disponibili:

  • la “1st class sleeper carries” sono le tipiche cuccette disponibili sui treni notturni di lunga tratta dove potete dormire a bordo;
  • la “1st class observation car” è presente solo su alcuni treni giornalieri ed è molto popolare tra i turisti perché si tratta di vagoni posti solitamente nell’ultima parte del treno, che offrono uno scenario migliore e vetrate più ampie per ammirare il paesaggio. Su alcune tratte più popolari e in alcuni periodi è necessario prenotare con qualche giorno in anticipo per assicurarsi di trovare posto;
  • i posti in “1st class air-conditioned” (prima classe con aria condizionata) sono disponibili solo su alcuni treni express intercity;
  • i posti in “2nd class”, ovvero in seconda classe, li trovate solitamente in tutti i treni e possono essere prenotati;
  • i posti in “3rd class”, cioè in terza classe, sono invece i più economici e quelli presenti su gran parte dei treni, ma sono anche i più scomodi perché spesso i vagoni sono affollati e si deve stare in piedi e i servizi sono essenziali.

In linea generale è sempre meglio, quando possibile, prenotare il tragitto in treno in anticipo per poter così scegliere posto e classe.

Autobus

Affidabili e numerosi, gli autobus sono il mezzo più economico e utilizzato perché permettono di raggiungere ogni località del paese. Non sono il massimo della comodità e la maggior parte delle volte sono gremiti, ma vi permettono di viaggiare ad un costo irrisorio quindi se avete un budget limitato sono il mezzo più adatto, considerato che con un euro circa potete percorrere metà isola. Esistono varie tipologie di autobus, alcuni più moderni, dotati di aria condizionata e con posti riservati, che hanno prezzi leggermente maggiori.

Le stazioni degli autobus sono spesso organizzate in maniera molto confusionaria quindi potrebbe essere difficile a primo impatto orientarsi, ma chiedete alle persone del posto e vedrete che saranno felici di aiutarvi. Gli autobus a lunga percorrenza partono per la maggior parte dal Pettah Central Bus Depot di Colombo e sono gestiti da aziende pubbliche e private; a bordi di questi pullman potete raggiungere le maggiori località dell’entroterra come Kandy o le località balneari lungo la costa. Gli autobus possono essere di vari colori: quelli rossi e quelli blu sono pubblici, i primi sono a lunga percorrenza, i secondi invece servono una zona circoscritta, che può essere una città o una regione. Sono generalmente puntuali e le rotte sono segnalate anche in inglese. Gli autobus di altri colori sono invece privati e leggermente più costosi.

Anche la scritta sul bus che indica la destinazione può avere diversi colori e in questo caso è legato alla tipologia di mezzo: la scritta di colore verde indica gli autobus più moderni e confortevoli, dotati di aria condizionata e un filo più costosi, con una massima capacità di 30-40 persone e autisti con un livello migliore di inglese.

Quando dovete prendere un autobus pubblico lungo la strada è sempre consigliato fare un cenno all’autista, esattamente come fareste con un taxi: in caso contrario potrebbe non fermarsi. Potete fare il biglietto direttamente a bordo e il prezzo varia a seconda della distanza da percorrere: si parte da circa 10 rupie per un tragitto di 15 minuti circa. Esistono anche alcuni autobus a tariffa fissa, ma sono mezzi di “lusso” che operano su poche principali tratte e sono più costosi rispetto ai bus tradizionali. Una volta sull’autobus tenete presente che i posti sul davanti sono riservati a monaci e preti: potete occuparli in caso fossero vuoti ma se vedete salire un religioso si usa cedergli il posto. Per scendere dovete fare segno all’autista o premere il pulsante apposito.

Taxi

I taxi sono comodi per girare in città, soprattutto nella capitale Colombo. Più rapidi degli autobus, sono comunque un mezzo economico rispetto agli standard occidentali: potete anche noleggiarne uno per un’intera giornata a circa 40 euro. Quelli ufficiali sono di colore giallo con l’insegna rossa e bianca posta sulla vettura. Sono molto diffusi anche i “budget taxi”, ovvero vetture gestite da compagnie private che applicano prezzi inferiori rispetto ai taxi ufficiali; negli ultimi anni anche il servizio di Uber è diventato molto popolare e utilizzato. A meno che non pattuite un importo giornaliero con l’autista, tutti i taxi operano a tassametro, ma soprattutto nelle grandi città è sempre meglio chiedere conferma prima di salire. Normalmente si usa lasciare al tassista il 10% di mancia.

Tuk tuk

I tuk tuk sono mezzi pittoreschi a tre ruote, tipici dei paesi asiatici, ma dato che non sono molto confortevoli indicati per tragitti brevi all’interno di città e piccoli villaggi. Sono più costosi dei mezzi pubblici e fate attenzione perché non sono dotati di tassametro quindi è sempre bene accordarsi con il conducente sulla tariffa. Va detto che la maggior parte delle volte i conducenti applicano un prezzo più alto agli stranieri: la tariffa migliore che riuscirete ad ottenere è di circa 50-75 rupie per km per viaggi brevi, con un supplemento di notte. La sicurezza è un altro punto debole, perché non sono muniti di cinture e sono aperti su ambo i lati. Sono comunque molto numerosi e non avrete difficoltà ad individuarli sulle vie principali, quindi sono comodi se siete stanchi di camminare e volete arrivare velocemente a destinazione.

Noleggio d’auto

Il noleggio d’auto è una questione che spesso divide un po’, perché c’è chi lo consiglia e chi no. La guida a sinistra è una delle prime difficoltà da affrontare quando si è al volante, assieme ad altri fattori, come le strade trafficate delle città e la guida spericolata da parte degli abitanti del posto. Noleggiare una macchina è comunque economico e garantisce la massima libertà se ad esempio volete fare un tour on the road del paese. Per poter guidare è necessario non solo possedere una patente internazionale, ma anche farla convalidare in un apposito ufficio che vi verrà indicato dalla compagnia di noleggio. Molti turisti preferiscono noleggiare un’auto con conducente, perché è più conveniente: spesso infatti la vettura è gratis e tutto ciò che dovete pagare è l’autista e la benzina. Oltre al vantaggio economico dovete considerare il fatto di avere a disposizione una persona del posto, pratica delle strade e in alcuni casi si tratta di vere e proprie guide con conoscenze storiche, naturali e culturali delle attrazioni principali.

Le auto possono essere noleggiate sia in aeroporto che direttamente alle reception degli hotel. Come sempre quando noleggiate un mezzo controllate le condizioni del veicolo prima di salire. L’assicurazione è generalmente sempre inclusa e viene richiesta una caparra in contanti per eventuali danni.