Come muoversi ad Atene

Con i suoi sobborghi e la vicina cittadina portuale del Pireo, Atene dà vita ad una metropoli molto estesa, ma in cui ci si può spostare facilmente grazie ad una rete integrata di mezzi pubblici che comprende metro, autobus e tram su cui si può girare con un biglietto unico a tariffe convenienti.

La maggior parte delle attrazioni turistiche si trova nel centro della città, visitabile comodamente a piedi, un modo anche per ammirare le meraviglie architettoniche e storiche più da vicino ed esplorarne anche i piccoli vicoli e gli angoli più nascosti. A meno che non abbiate intenzione di fare un tour in macchina per la Grecia, noleggiare un’auto non è quindi necessario, e nemmeno consigliato se si considera il traffico intenso di Atene e la scarsità di parcheggi.

Se avete in programma di visitare la capitale greca, eccovi una guida sui trasporti in città, a partire dall’arrivo in aeroporto.

Dall’aeroporto al centro

Atene è servita dall’Eleftherios Venizelos International Airport, che si trova a 27 km a est della città; da qui avete varie alternative per raggiungere il centro:

  • Metro.  La linea n. 3 (blu) della metro collega l’aeroporto alle stazioni di Syntagma e Monastiraki nel centro di Atene ad un prezzo di 10 euro solo andata.  È di certo il mezzo più rapido e comodo per raggiungere la città.
  • Treno. La rete ferroviaria è utile se dovete raggiungere i sobborghi periferici della città: il capolinea è la stazione centrale Larissis, passando per la stazione Ano Liossia, dove si incrociano altre linee di treni e metro che servono vari quartieri della città.
  • Autobus. Pur essendo sicuramente il mezzo più lento e soggetto al traffico, l’autobus è più economico ed è un’alternativa comoda se dovete raggiungere direttamente le località sulla costa e il porto del Pireo. Sono disponibili varie linee, tra cui la  X93 fino alla Kifissos Coach Station, la X95 che conduce a Syntagma Square, la linea X96 per Glyfada e altre località del sud, con capolinea al porto di Piraeus, e la X97 per la stazione metro di Elliniko. Il costo di una corsa è di 6 euro e il tempo di percorrenza può variare tra 45 minuti e un’ora e mezza a seconda del traffico. A differenza di metro e treni, gli autobus restano in funzione 24 ore al giorno.
  • Taxi. All’esterno dell’aeroporto trovate anche numerosi taxi, che da qui applicano una tariffa fissa di 38 euro durante il giorno e 50 euro di notte. Il tragitto in auto può durare tra i 30-60 minuti.

Spostarsi in città

La metro

La rete della metro è particolarmente utile ai turisti perché permette di raggiungere i luoghi di maggior interesse della città in breve tempo. Anche se potrebbe non servirvi per girare nel centro di Atene, la metro si rivela essenziale per raggiungere il porto da cui salpano i traghetti per le isole: i moli si trovano infatti a 5 minuti a piedi dalla stazione della metro. Durante il tragitto, inoltre, avrete modo di ammirare le splendide rovine dell’Acropoli nel tratto in cui la metro passa in superficie.

Atene è servita da tre linee distinte in base ad un sistema di numeri e colori:

  • Linea 1 (verde). Collega il porto del Pireo al quartiere settentrionale di Kifissia, passando attraverso il centro.
  • Linea 2 (rossa). Collega i sobborghi occidentali a quelli meridionali, da Anthoupoli ad Elliniko, passando sempre per la stazione centrale della città. Tra le fermate principali ci sono Syntagma e l’Acropoli.
  • Linea 3 (blu). Parte da Aghia Marina, ad ovest, per arrivare ad est a Doukissis Plakentias, con collegamenti per l’aeroporto della città. Tra le stazioni principali ci sono Syntagma e Monastiraki.

Una corsa solo andata della metro costa 1,40 euro, fatta eccezione per la tratta che serve l’aeroporto. Il biglietto resta valido per 70 minuti, durante i quali avete diritto a corse illimitate su tutti i mezzi pubblici della città.

Esistono anche pass, validi su tutti i trasporti della città, a partire da un prezzo base di 4,50 euro per 24 ore. La metro è attiva dalle 5.30 del mattino fino a mezzanotte durante la settimana e fino alle 2:00 nei weekend.

Tram

La rete di tram di Atene collega la città alla costa, permettendo di raggiungere i quartieri meridionali della città, tra cui Faliro, Elleniko e il porto del Pireo. Pur non essendo un mezzo particolarmente rapido (mettete in conto un’ora per raggiungere la costa), il tram è di sicuro quello più suggestivo e il ritmo lento consente ai passeggeri di assaporare ogni istante del tragitto ammirando il bellissimo panorama costiero. La stazione principale da cui partono o passano tutte le tre linee di tram è quella di Syntagma, e presso alcune fermate di interscambio è possibile passare dal tram alle linee di metro e treni. I biglietti hanno lo stesso prezzo della metro e le linee sono attive dalle 5:00 del mattino fino a mezzanotte durante la settimana e 24 ore su 24 nel weekend, con partenze sono frequenti durante la giornata.

Autobus

La rete di autobus di Atene è molto ampia e permette di raggiungere ogni sobborgo della città, mentre non è molto pratico né comodo per girare in centro, specialmente nelle ore di punta quando le strade sono molto trafficate. È importante ricordarsi di fare un cenno al conducente per invitarlo a fermarsi, in quanto non è obbligatorio per gli autisti fare tutte le fermate, e convalidare il biglietto a bordo per non incorrere in multe salate. Il biglietto ha sempre il prezzo di 1,40 euro e potete acquistarlo presso le edicole e i chioschi della città, dove li trovate anche in carnet da 10 biglietti.

Esistono anche dei minibus gratuiti (linee n. 60 e 150) che servono i quartieri centrali.

Taxi

I taxi gialli di Atene sono tra le immagini più comuni in città, ma pur essendo molto numerosi potrebbe essere difficile trovarne uno libero nelle ore di punta: in questo caso meglio prenotarlo tramite il servizio di radio taxi. Oltre ad essere comodi e sempre reperibili, i taxi sono anche un mezzo piuttosto economico: si parte da una tariffa base di circa 1,20 euro, a cui viene aggiunto un importo di 0,34-0,64 euro a km a seconda della zona della città in cui dovete viaggiare (la tariffa più bassa è applicata alle corse all’interno dei quartieri centrali) o in base all’orario (di notte si paga la cifra più alta). Oggi le truffe ai danni dei turisti che usano il taxi non sono più diffuse come in passato, ma potrebbe capitare che il tassista vi proponga una tariffa fissa più alta rispetto a quello che paghereste con il tassametro o imposti sul tassametro il supplemento più alto, quindi è bene prestare attenzione. Ricordatevi che l’ammontare della corsa deve essere stabilita dal tassametro, eccetto per i tragitti da/per l’aeroporto. Una prassi comune tra i tassisti di Atene è quella di prendere a bordo altre persone durante il tragitto, se la destinazione si trova nella stessa zona o comunque vicino a quella dei passeggeri già sul taxi, perciò non sorprendetevi: non è una cosa insolita e questo vi permetterà anche di dividere il costo della corsa.

In bicicletta e a piedi

In generale Atene non è una città che ben si presta ad essere esplorata sulle due ruote, considerando il traffico stradale intenso e le poche piste ciclabili presenti nella capitale.  Ma all’interno del centro storico alcuni viali sono stati resi pedonali ed è quindi più sicuro e piacevole passeggiare senza dover prestare attenzione ai veicoli.  Queste stesse zone sono belle anche da esplorare a piedi: i viali dello shopping come Ermou Street, i siti archeologici dell’Acropoli e le zone di Plaka e Gazi, ricche di locali, musei e bar, sono l’ideale per una passeggiata rilassante alla scoperta delle meraviglie della città. Se preferite passeggiare nel verde o in un contesto più tranquillo, dirigetevi verso il quartiere di Kolonaki, caratterizzato da ampi viali e aree verdi.